Aloe vera

L’aloe vera è una pianta particolare, capace di curare e lenire tantissimi disturbi, parecchi fastidi ed un gran numero di malattie, il tutto con una facilità a dir poco sorprendente. Tantissime sono le sue proprietà terapeutiche e tantissimi sono anche i modi in cui è possibile somministrare i medicamenti ricavati dal suo prezioso succo.

Insomma: al giorno d’oggi è possibile acquistare farmaci a base di aloe vera sotto forma di creme, pomate, pillole, bustine e quant’altro. Dato che la coltivazione dell’aloe vera è tutto sommato abbastanza semplice, sarebbe bene tenerne in casa almeno un esemplare: difficilmente ci si potrà pentire di questa scelta.

Perché? Beh, perché è davvero sorprendente quanto questa piccola pianta, se ben utilizzata, possa migliorare la qualità della nostra vita!

Tutto sull’aloe vera

Iniziamo col dire che l’aloe vera appartiene alla categorie delle piante succulente perenni. Questo, come accennato già poc’anzi, significa che si tratta di un vegetale particolarmente resistente e che come tale non richiede poi chissà quali cure per crescere e proliferare.

L’aloe ha un portamento arbustivo e, all’apice del suo sviluppo, può raggiungere anche un metro di altezza. Le sue foglie sono caratteristiche: verdi e maculate quando sono ancora molto giovani, soltanto verdi una volta raggiunta la totale maturazione.

Esse hanno conformazione a ciuffo, sono appuntite, spinose, di forma ovale e possono raggiungere la lunghezza massima di una sessantina di centimetri. Quello che più le caratterizza però è la presenza di uno strato isolante attraverso il quale l’aloe riesce a filtrare e depurare tanto l’acqua quanto l’aria assorbite.

Appena sotto questa pellicola protettiva è presente l’aloina, un tessuto vegetale, e quindi il gel medicamentoso di cui si compongono farmaci ed unguenti. Ora, se è vero che ogni esemplare di questa pianta contiene del parenchima acquifero (il gel di cui sopra), è anche vero che esso può essere di qualità differenti.

Perché il cosiddetto succo d’aloe sia di buona levatura è necessario che il vegetale si trovi in condizioni climatiche ideali e che le innaffiature avvengano secondo necessità. D’altra parte qualsiasi essere vivente per dare il meglio di sé dovrebbe vivere in condizioni ottimali. Nel caso della pianta qui in esame ciò significa fare in modo che l’aloe stia sempre al caldo, possa svilupparsi su terreni secchi e preferibilmente calcarei e venga annaffiata di rado.

Del resto, se si considera che i primi esemplari di questo vegetale conquistarono l’Africa ed i paesi del Mediterraneo, quindi l’India, l’Australia ed il Centro-Sud dell’America ciò non dovrebbe stupirci più di tanto: tali zone sono tutte accomunate infatti da un clima particolarmente caldo e scarsamente piovoso.

La pianta qui in esame produce periodicamente anche delle piccole infiorescenze dai colori caldi ed intensi (rosso e giallo su tutti). La loro funzione comunque è soltanto decorativa o utile tuttalpiù alla riproduzione dell’esemplare.

Quest’ultima avviene infatti sia per impollinazione che per semina e talea. Nel caso in cui si volesse provvedere da sé a creare un piccolo vivaio di aloe vera quindi il progetto potrebbe andare in porto con una certa semplicità.

1
Equilibra Succo di Aloe Vera Extra, Classico, 1 l
  • Depurazione - senza Glutine
  • Funzioni Depurative
  • Aloe Vera varietà Barbadensis 99.55% senza aggiunta d'acqua
  • Coltivazioni selezionate e senza impiego di pesticidi
  • Bottiglia realizzata in materiale UVadsorber che ne protegge il contenuto
2
Succo e Polpa di Aloe Vera da Bere Non Pastorizzato e Non Filtrato - 3L
  • SUCCO E POLPA DI ALOE VERA: Il succo di Aloe Vera viene ricavato dalle piante di Aloe Barbadensis Miller provenienti delle nostre coltivazioni...
  • SUPPORTA LA SANA DIGESTIONE: Migliore amica del benessere, l’Aloe Vera migliora la flora batterica intestinale e il flusso gastrico favorendo...
  • SUCCO DI ALTA QUALITÀ: Succo e polpa di Aloe Vera al 100% Benessence. È formulato con il minimo di elaborazione per consentire ai componenti...
  • FUNZIONE DEPURATIVA: Il succo di Aloe Vera ha infiniti benefici, sostiene e lenisce in particolare l'apparato digerente, disintossicando il corpo...
  • Siamo orgogliosi di dire: Il nostro succo è prodotto solo con ingredienti naturali non riempiti con addensanti nocivi, senza OGM: il tuo corpo e...
4
Aloe Vera Succo - 1000 ml
  • Succo a base di aloe vera certificata e garantita da certiquality
  • Utile per favorire l'azione depurativa e lenitiva
  • Elevata titolazione in polisaccaridi 7.000 mg/litro
5
Gel Aloe Vera Forever Living Bevanda 1L
38 Recensioni
Gel Aloe Vera Forever Living Bevanda 1L
  • INGREDIENTI Aloe Vera Gel, sorbitolo, acido ascorbico (antiossidante), acido citrico, sorbato di potassio (per aiutare a proteggere il sapore),...
  • La foglia di aloe contiene oltre 200 composti diversi. Il nostro gel è preferito da coloro che cercano di mantenere un sano sistema digestivo e...
6
Zuccari Aloevera 2 Succo Puro d'Aloe, 1000 ml
  • Marchio: Zuccari
  • Codice prodotto: IAF00073742
  • Peso articolo e imballo: 1.2 grammi
7
Benessence - Succo di Aloe Vera e Mirtillo - 3L - Prodotto Italiano
  • SUCCO DI ALOE VERA E MIRTILLO: Il succo di Aloe Vera viene estratto dalle piante di Aloe barbadensis Miller provenienti delle nostre coltivazioni...
  • APPREZZATO DAI BAMBINI: Incontrando i gusti dei più piccoli, il connubio tra aloe vera e mirtillo risulta perfetto per attrarre l’attenzione...
  • SUCCO DI ALTA QUALITÀ: Succo di Aloe Vera al 100% Benessence. È formulato con il minimo di elaborazione per consentire ai componenti naturali...
  • BENEFICI DEL MIRTILLO: Ricco di micro-elementi come flavonoidi, vitamine e sali minerali, è un ottimo alleato contro la fragilità capillare e...
  • Siamo orgogliosi di dire: il nostro succo è prodotto solo con ingredienti naturali non riempiti con addensanti nocivi, senza OGM: il tuo corpo e...
8
Pranaturals aloe vera gel 200 ml, gel lenitivo & idratante nutriente, idrata...
  • CERTIFICATO AL 100% VEGAN E PRODOTTO CON ALOE BIO – Prodotto utilizzando foglie mature, coltivate biologicamente accuratamente selezionate, che...
  • Prodotto nel Regno Unito, privo di sostanze nocive, gel naturale al 99%. Il gel di aloe vera PraNaturals è realizzato nel Regno Unito e...
  • Gel multiuso con infiniti vantaggi e applicazioni: il gel di aloe vera lenisce la pelle infiammata, aiuta a ridurre le smagliature, idratare la...
  • Idratante e assorbe senza residui appiccicosi – grazie alla sua consistenza naturalmente idratante, l'aloe vera è un ottimo idratante per la...
  • Naturalmente ricco di vitamine nutrienti – Include decine di sostanze sane come vitamine A, C, E, B1, B2, B3, B6 e B12. Nutre essenzialmente la...
9
Baldiflex, Coppia Cuscini Memory Foam Ecologico Ecogreen Altezza 15 cm Fodera in Aloe...
  • Cuscini Altamente traspiranti grazie alla composizione in Memory Forma e Aloefeel, materiali naturali
  • Confortevole e accogliente per favorire il sonno
  • Fodera in Aloe Vera proprieta' naturali
  • Ideale per tutte le posizioni
  • Garanzia Baldiflex di Alta Qualita' made in italy, produzione Artigianale
10
Baldiflex, Coppia di Cuscini Saponetta Memory Foam, Aloe Vera, Altezza 11 cm
334 Recensioni
Baldiflex, Coppia di Cuscini Saponetta Memory Foam, Aloe Vera, Altezza 11 cm
  • Coppia di cuscini in schiuma a memoria Baldiflex
  • Modello saponetta: consigliato per ogni posizione del sonno
  • Fodera/Rivestimento in Aloe Vera
  • Ergonomiche e Anticaro
  • Misure: 40 x 70 x 11 cm

L’aloe vera: una storia complessa

L’aloe vera è una pianta antica, forse più di quanto si è comunemente portati a credere. Il suo nome, potrebbe avere un’origine greca ed in questo caso rimandare al concetto di “sostanza salata”. Probabilmente gli antichi pensavano che l’aloe prediligesse un habitat marittimo. Da qui l’idea di metterla in qualche modo in connessione con il sale.

Un’altra teoria, forse più accreditata ed a rigor di logica più attendibile, vorrebbe invece che il nome scelto per questo portentoso vegetale avesse origini arabe e che il termine avesse più che altro il significato di “amaro”. Questa ipotesi ci appare più veritiera dell’altra perché, come abbiamo visto, l’aloe sembra prediligere climi desertici più che marittimi, di contro il suo succo è effettivamente molto amaro.

Tralasciando le questioni semantiche e filologiche, è utile informare chi legge che le proprietà medicali di questa pianta sono note da tempo immemore: si tratta insomma di rimedi sicuri, efficaci e più che collaudati. Di questa consapevolezza si trova traccia già nei Vangeli: secondo la tradizione infatti Gesù curò le sue ferite con un balsamo composto di mirra ed aloe.

Gli Egiziani invece pensavano che questa pianta fosse in qualche modo in grado di garantire l’immortalità: non a caso alcuni esemplari di aloe vera venivano sistematicamente interrati a breve distanza dalle piramidi in modo tale da poter aiutare i faraoni a guadagnare una buona posizione nella terra dei morti.

Interessante è notare che ciò non sarebbe stato possibile senza aver conservato integro il proprio corpo e gli Egizi erano soliti imbalsamare i loro re utilizzando dei prodotti derivanti dalla lavorazione dell’aloe. Ippocrate e Dioscoride, due noti medici greci, scrissero diversi manuali farmacologici ed entrambi parlarono delle proprietà medicinali dell’aloe.

Persino lo storico Plinio il vecchio trovò modo di dilungarsi sull’argomento sottolineando nei suoi scritti l’efficacia di questo elemento naturale per la cura dei problemi intestinali. I Romani trasmisero le loro conoscenze in merito in svariate regioni d’Europa e, già tra Medioevo e Rinascimento buona parte della popolazione civile e non era in grado di curarsi con l’aloe.

Non è difficile capire come una pianta tanto utile e tanto apprezzata potesse essere scelta per essere anche esportata in America ed in Oceania. Una volta scoperte queste nuove terre infatti alcuni esemplari vennero coltivati con successo anche a latitudini differenti dalle solite.

Bisogna aspettare però l”800 perché qualcuno si premuri di condurre degli studi approfonditi sull’aloe vera. Da quel momento in poi la pianta venne coltivata tanto per abbellire case e giardini quanto per fornire materia prima a svariate aziende farmaceutiche. In breve tempo i prodotti derivanti dai suoi estratti vennero pubblicizzati, commercializzati ed apprezzati a tutte le latitudini del globo.

Le proprietà

Abbiamo a lungo tessuto le lodi di questa pianta, ma non abbiamo ancora risposto ad alcune domande del tipo: “Quali sono le sue effettive proprietà benefiche? Cosa cura? “. La risposta esatta sarebbe: “Le sue proprietà terapeutiche sono tantissime e cura praticamente di tutto!”…
L’aloe vera è infatti un vegetale dal comprovato potere antinfiammatorio.

Essa ha anche la capacità di cicatrizzare le ferite e non per niente i soldati romani erano soliti medicarsi con uno speciale balsamo ricavato dal suo gel e lavorato appositamente in modo da poter essere spalmato sulle ferite più o meno gravi che essi riportavano in guerra o in allenamento.

La scelta era azzeccatissima, anche perché oltre tutto tale unguento poteva riparare i tessuti danneggiati e proteggere quelli più fragili. Ma non abbiamo ancora finito, anzi siamo appena all’inizio.

L’aloe vera riesce ad innalzare le difese immunitarie, ad agire contro malattie reumatologiche ed affini, a depurare e nutrire gli organismi, a lenire le sofferenze causate da patologie invalidanti quali l’HIV o la leucemia, a remineralizzare l’organismo ed a lavorare sull’intestino pigro.

Essa si rivela utile tanto in caso di stitichezza quanto al sopraggiungere di episodi diarroici, può isolare e proteggere gli organi dagli acidi che essi stessi producono (è quindi efficace contro le gastriti, in caso di intestino irritabile, per curare la colite, l’ulcera e qualsiasi altro tipo di infiammazione a carico dell’apparato digerente).

La lubrificazione degli snodi cartilaginei ed articolari del corpo può risultare notevolmente migliorata dall’uso di unguenti a base di aloe e nello stesso modo è possibile tenere a bada allergie, malattie da raffreddamento più o meno gravi, herpes ed infezioni varie. Tutto qua? No.

Tra le tante sue capacità l’aloe vanta anche quella di aiutare l’organismo nella lotta ai tumori ed ai dolori osteoarticolari, di ripristinare l’equilibrio epatico, di meglio irrorare i tessuti di sangue e persino di rallentare il naturale processo di invecchiamento cellulare e dermatologico.

In più essa può migliorare la salute della pelle, idratarla e rinfrescarla in caso di scottature, dermatiti e punture di insetti. Insomma: scusate se è poco!

Come estrarre il gel d’aloe vera?

Il gel d’aloe vera non può essere estratto improvvisando una tecnica, ma è necessario seguire invece determinati criteri operativi. Per prima cosa si dovrà agire sempre avendo cura di stare lontani da fonti luminose: ciò servirà a fare in modo che i principi attivi non si ossidino facendo sì che il succo perda le sue proprietà.

Bisognerà poi imparare a calcolare bene i tempi che si hanno a disposizione: il gel va utilizzato o lavorato subito dopo aver raccolto le foglie. Si consideri però che queste ultime, per poter essere maneggiate, dovranno sempre essere ben pulite e possibilmente prive di spine.

Si provveda quindi a nettarle ancor prima della raccolta utilizzando una spugnetta appena inumidita con dell’acqua ed ad eliminare se possibile le parti appuntite servendosi di appositi attrezzi. In alternativa ci si munisca di robusti guanti da giardinaggio.

Fatto ciò, sarà necessario sbucciare la foglia e quindi spremerla. Il gel ricavato, per esempio, si potrebbe unire al succo di frutta o a qualsiasi altra bevanda da assumere lontano dai pasti la mattina appena svegli o la sera quando si va a letto. Si tratta di un vero e proprio toccasana per l’organismo!

Le controindicazioni

L’uso di aloe vera presenta delle controindicazioni? La risposta a questa domanda è purtroppo affermativa. Chiaro è che per ognuna delle diverse patologie sopra elencate sarà necessario assumere l’aloe in dosaggi e modalità differenti: esistono infatti dei prodotti per uso interno e dei prodotti per uso esterno concepiti per agire in maniera più o meno “aggressiva”.

Per questo motivo si suggerisce sì di ricorrere all’aloe vera come efficace metodo di cura bio delle proprie patologie, ma anche di non prendere mai iniziative personali e di curarsi dietro preciso suggerimento medico.

Un dosaggio eccessivo dei farmaci a base di aloe, per quanto in molti casi si abbia a che fare con prodotti fitoterapici e naturali, può comunque risultare pericoloso e causare gravi problemi a carico dell’apparato gastrointestinale o del fegato oppure addirittura risultare tossico.

I preparati home made, paradossalmente, non dovrebbero quindi mai essere assunti a cuor leggero e comunque mai per periodi di tempo eccessivamente lunghi anche perché, soprattutto in questo caso, non è possibile scindere dal gel la percentuale di aloina presente nella foglia.

L’aloina, meglio specificarlo, è una molecola che potrebbe nuocere alla salute umana. Attenzione infine ai pazienti con conclamati problemi epatici ed intestinali ed ad un eventuale stato di gravidanza in corso.