Borsa frigo elettrica

Se ami la vita all’aria aperta, i campeggi e le gite fuori porta probabilmente stai considerando l’idea di acquistare una bella borsa frigo elettrica. Grazie a questo congegno potrai garantirti, anche in estate e lontano da casa, il piacere di bere un bel bicchiere di acqua fresca, una birra ghiacciata o una cola dissetante.

Organizzando al meglio gli spazi potrai anche portarti dietro degli spuntini rinfrescanti: tocchetti di frutta, brioche da frigo e quant’altro. E che dire degli alimenti per la primissima infanzia (omogeneizzati, latte in polvere, ecc.) che necessitano di una conservazione a bassa temperatura? Ma non abbiamo ancora finito.

Come saprai bene se sei un habitué delle gite fuori porta in queste occasioni può capitare praticamente di tutto. C’è chi gioca a pallone e si sbuccia un ginocchio, chi si improvvisa Messner e si ferisce scalando una montagnola, chi cade vittima di un improvviso attacco di epistassi e così via. Diventa utile allora portare con sé qualche farmaco di emergenza. E dove tenere i farmaci in una calda giornata estiva? Nella borsa frigo elettrica, è ovvio.

Rimanendo accampato per qualche giorno in una radura potrai poi fare la spesa quotidiana e provvedere al tuo sostentamento evitando di spendere una fortuna. Il tutto, senza portarti dietro le mattonelle ghiacciate, tanto comode per certi versi, tanto fastidiose per altri. Insomma: la borsa frigo elettrica è un oggetto indispensabile per un certo target di utenti. Se anche tu rientri in questo nutrito gruppo di consumatori, leggi la nostra brevissima guida: ti daremo qualche consiglio sulla scelta e l’utilizzo della borsa frigo elettrica.

opinioni classifica completa dei 10 migliori prodotti

La capacità

La prima cosa di cui dovrai occuparti quando deciderai di acquistare la tua nuova borsa frigo elettrica sarà la sua capacità. Questo valore, come ben saprai, si esprime in litri e può variare parecchio da un prodotto all’altro. Sceglierai quindi la capienza ideale basandoti sul numero di persone che utilizzeranno l’oggetto e sulle loro abitudini e necessità alimentari.

In linea di massima possiamo dirti che se desideri partire da solo e portarti dietro soltanto qualche bottiglia di acqua ghiacciata, ti basterà acquistare una borsa frigo elettrica dalla capacità pari o inferiore ad una ventina di litri. Se deciderai invece di spostarti con tanto di famiglia al seguito e magari di soggiornare in un’area camping per qualche giorno, sarà meglio non scendere al di sotto della cinquantina di litri di capacità.

Ricorda però che una borsa frigo elettrica eccessivamente carica, oltre ad essere pesante e poco maneggevole, accusa un calo delle prestazioni. Se quindi hai il dubbio che una certa capacità possa stentare a contenere tutti i viveri da portarti dietro, opta per una soluzione appena più voluminosa. Attenzione però ad un piccolo particolare: più la borsa frigo elettrica sarà grande e maggiori saranno i tempi di raffreddamento della cella interna. Chiaramente poi ad una capacità considerevole corrisponderà sempre un ingombro più che evidente. A te la scelta.

La consistenza

La borsa frigo elettrica può essere rigida o morbida. Nel primo caso, non è difficile immaginarlo, ti troverai davanti ad un prodotto interamente realizzato in plastica dura, nel secondo avrai a che fare invece con un oggetto lavorato in tessuto. A livello di prestazioni queste due soluzioni sono pressoché sovrapponibili: non possiamo assolutamente dire infatti che una ghiacciaia in PVC mantenga la temperatura meglio o più a lungo rispetto alla versione in stoffa o viceversa. Ciò perché il rivestimento isolante utilizzato in entrambi i casi è praticamente lo stesso.

La vera differenza tra l’una e l’altra soluzione risiede semmai nella praticità d’uso. Se è vero insomma che la borsa frigo elettrica in tessuto, una volta in disuso, potrà sempre essere ripiegata su sé stessa ed ingombrare meno, è anche vero che difficilmente potrai fare altrettanto con la borsa rigida.

Di contro quest’ultima sarà sicuramente capace di assicurare ai tuoi viveri una maggiore stabilità nonché una certa protezione da urti e scossoni. Ciò basta a farci propendere per l’opzione borsa frigo elettrica rigida. L’idea di arrivare a destinazione, aprire la ghiacciaia e notare che la bottiglia di plastica si è spaccata rendendo poco commestibile il tuo delizioso pranzo a sacco, dovrebbe del resto convincere anche te…

Il sistema di alimentazione

La borsa frigo elettrica, rigida o molle che sia, funziona perché alimentata dalla cosiddetta cella di Peltier, per gli amici TEC. Essa altro non è che una mattonella refrigerante composta da ventole e dissipatori. Per funzionare correttamente questa deve a sua volta essere alimentata da corrente continua. Se tutto è ben congeniato, la TEC genera all’interno del sistema un ricircolo di aria.

La parte più fredda di quest’aria rimarrà dentro la cella frigorifera, quella calda verrà spinta fuori. Piccola parentesi: perché il sistema funzioni perfettamente, è necessario non soffocare, per così dire, la borsa frigo elettrica. Evita quindi di posizionarla in modo che sia troppo addossata agli altri bagagli. Chiusa parentesi.

Quello che devi sapere sul sistema di alimentazione è che in genere per ricaricare il prodotto qui in esame basterà avvalersi di un cavo 12 V DC, un cavo di quelli pensati per potersi agganciare all’accendisigari dell’auto o del camper. I prodotti migliori però ti offrono anche la possibilità di usufruire  di una comoda e versatile presa USB.

In questo modo, se in macchina la presa accendisigari fosse già occupata da un qualsiasi altro dispositivo elettronico, potresti comunque alimentare il frigorifero portatile e delegare il problema della carica del cellulare, del tablet o quant’altro alla presa USB della tua borsa frigo elettrica.

Alcuni dispositivi infine possono alimentarsi sfruttando anche la normale corrente domestica (AC da 230 V). In questo modo, prima ancora di caricare i bagagli in auto, potrai iniziare a refrigerare la cella o magari potrai “scroccare”  un po’ di corrente elettrica al B&B in cui hai la prenotazione. Il suggerimento che ti diamo, data la molteplicità di situazioni in cui potresti trovarti coinvolto con una borsa frigo elettrica a seguito, è quello di scegliere un prodotto che sia il più possibile versatile: non si sa mai…

La capacità di raffreddamento

Un altro elemento che dovrai tenere in ovvia considerazione è la capacità di raffreddamento del dispositivo. I prodotti più economici sono pensati per tenere in fresco bevande ed alimenti appena tirati fuori dal frigo. Questo significa che, una volta arrivati in spiaggia, in campeggio o dovunque tu sia diretto, molto probabilmente sarai costretto a bere una poco invitante brodaglia piuttosto che la tua dissetante acqua fresca.

Altri prodotti invece, sicuramente più efficienti, riescono a ricreare all’interno della cella frigorifera una temperatura di circa una ventina di gradi inferiore rispetto a quella registrabile all’esterno. Se quindi è estate e la colonnina di mercurio segna già una trentina di gradi, nella tua borsa frigo ci saranno più o meno 10 o 15°C. Insomma: la tua acqua sarà fresca a sufficienza.

Indicativo della capacità di raffreddamento garantita dal prodotto è il numero di ventole, elemento da rapportare comunque alle dimensioni della scocca. Un unico dispositivo potrà concludere infatti poco e nulla su una cella da 100 litri, a meno che non abbia le dimensioni delle pale di un aereo. Attenzione però ad un piccolo particolare: se le ventole sono tante o sono molto grandi, sicuramente faranno anche un bel po’ di rumore. Valuta quindi tenendo in considerazione la tua capacità di sopportazione…

La capacità di riscaldamento

Sì, leggendo il titolo di questo paragrafetto sicuramente avrai assunto un’espressione leggermente interdetta. Eppure sappi che i prodotti più prestazionali possono, all’occorrenza, smettere di mantenere il freddo o di refrigerare e svolgere una funzione diametralmente opposta. Tieni presente anzi che alcuni prodotti riescono a raggiungere la vetta dei 60°C!

Insomma: magari in estate andrai a mare e vorrai goderti bibite gelate, frutta e ghiaccioli, ma in inverno forse andrai in montagna e l’idea di poter addentare un bel panino caldo con tanto di formaggio filante o di bere un thè bollente potrebbe essere altrettanto allettante.

Acquistando una borsa frigo elettrica capace di garantirti entrambe le funzioni sicuramente sarai sempre pronto ad affrontare tutte le possibili opzioni di svago prospettate da amici e parenti ed inoltre i 2 in 1, si sa, sono degli ottimi salvaspazio. Insomma: anche se dovessi spendere qualche decina di euro in più ti consigliamo vivamente di optare per questa soluzione!

I consumi

Una borsa frigo elettrica, come tutti i congegni elettrici che popolano la nostra quotidianità, può preoccuparci per i consumi, per il fabbisogno energetico di cui necessita. Fermo restando che un uso occasionale del prodotto non ti manderà di certo in fallimento, ti consigliamo di acquistare sempre delle borse frigo che appartengano quanto meno alla classe energetica A+, meglio ancora se rientranti nel gruppo degli A+++.

Sicuramente l’approvvigionamento energetico richiesto sarà così inferiore ai livelli di guardia ed inoltre aiuterai un po’ Madre Natura. Ah, piccolo suggerimento: se proprio ci tieni a mantenere bassi i consumi, compra un prodotto dotato di funzione ECO. Tale programma permette di ottenere la massima efficienza riducendo ulteriormente la richiesta di elettricità.

La struttura interna e gli accessori

A volte le borse frigo possono essere suddivise internamente in scomparti termici o constare di tasche isolanti in cui magari riporre la tovaglia da pic-nic, le stoviglie da campeggio e quant’altro. Ti consigliamo di optare per queste soluzioni soltanto se pensi di non portare mai con te tanta roba. Diversamente, per quanto sicuramente utili a mantenere ordine all’interno della cella o a ridurre il numero di borse e borsoni da portare in gita, questi accorgimenti potrebbero farti uscire dai gangheri.

Te ne accorgerai nel momento in cui vorrai trasportare cibi e vivande extra… Una borsa frigo elettrica, se di buona qualità, può essere venduta in combo con una serie di accessori. Importante è la presenza di tutta la cavetteria del caso. Molto utili sono poi i contenitori grazie ai quali potrai disporre ordinatamente cibi e vivande.

Prezzi

Quanto costa una borsa frigo elettrica? Beh, sicuramente molto dipende dalle caratteristiche tecniche del prodotto. In linea di massima comunque il prezzo di partenza si aggira sulla ventina di euro. Un articolo full optionals e di alta qualità può richiedere però anche l’esborso di un centone. Il suggerimento che ti diamo è di non andare mai troppo al risparmio: rischieresti di rovinare le tue agognate vacanze o di dover rimpiazzare il prodotto dopo appena un paio di gite fuori porta…

Borsa frigo elettrica: ancora qualche consiglio

Migliorare la resa della tua borsa frigo elettrica significa imparare a disporre correttamente i viveri da introdurre al suo interno. Per far ciò devi semplicemente ricordarti che il freddo eccessivo può deteriorare gli alimenti delicati o quelli che contengono molta acqua. Per questo motivo disporrai sul fondo della borsa primi e secondi piatti, salumi e formaggi oppure ancora pietanze estive contenenti delle salse e dei sughi (per esempio la caponata).

Nella parte superiore invece metterai frutta, verdura e sandwich (attenzione, non pane o prodotti da forno). Cerca di organizzare il tutto in contenitori a chiusura ermetica ed evita accuratamente i sacchetti di plastica. Ricorda poi che una borsa frigo è un posto fresco ed umido che solitamente resta ben chiuso per lunghi lassi di tempo. Purtroppo in queste condizioni è facile che germi, batteri e muffe colonizzino la tua compagna di viaggio.

Per evitare problemi perciò ricordati di lavare la borsa  dopo ogni utilizzo, magari usando acqua, aceto e bicarbonato. Gli ultimi due elementi, forse lo sai già, sono degli ottimi antibatterici naturali e sono in grado di eliminare dalla cella ogni odore. Finito di lavare la borsa, lasciala asciugare all’aria aperta. Niente di troppo impegnativo, no?

Le migliori borse frigo elettriche portatili da viaggio 2021: opinioni, prezzi

ORA IN OFFERTA1
Borsa frigo termica portatile elettrica 24L 12V per...
10 Recensioni
Borsa frigo termica portatile elettrica 24L 12V per...
  • Temperatura di raffreddamento raggiunta: 15° al...
  • Pieghevole salvaspazio
  • Alimentazione 12V con cavo incluso
ORA IN OFFERTA2
Campingaz, Contenitore Termoelettrico Powerbox Plus...
459 Recensioni
Campingaz, Contenitore Termoelettrico Powerbox Plus...
  • Contenitori di nuova generazione con pareti...
  • Il montaggio avviene in Italia e garantisce una...
  • Regolazione di potenza della borsa frigo grazie ad...
3
Lifewit 26 Litri Borsa Termica Borsa della Spesa Zaino...
  • Dimensioni: la capacità massima è di circa 26L....
  • Materiali Premium: l'esterno dello zaino termico...
  • Dettagli: progettati con diverse tasche interne ed...
4
Lifewit 30 Litri Borsa Termica Porta Pranzo Borsa Frigo...
  • COSTRUTTORI PREMIUM: L'esterno della Borsa per...
  • GRANDE CAPACITÀ: Il rivestimento in PEVA offre...
  • TASCHE ESTERNE: Caratterizzare le ampie aperture...
ORA IN OFFERTA5
Clatronic KT 3720 - Borsa termica isolata, 12 Volt, per...
  • [Freschio puro] – Con la borsa termica termica...
  • [Alta qualità e pratico] – I vostri alimenti...
  • [Caratteristiche top] – Il dispositivo convince...
6
Lifewit 23 Litri Borsa Termica Porta Pranzo Borsa della...
1.343 Recensioni
Lifewit 23 Litri Borsa Termica Porta Pranzo Borsa della...
  • MATERIALI PREMIUM: l'esterno della borsa è...
  • ISOLAMENTO: il rivestimento interno è realizzato...
  • DIMENSIONI E PORTATA: la capacità massima è di...
7
Cartrend 80287 Borsa Frigo da 16 litri, 12 V/48 W,...
255 Recensioni
Cartrend 80287 Borsa Frigo da 16 litri, 12 V/48 W,...
  • Raffreddamento ottimale in movimento. Sempre...
  • Rivestimento interno da pulire. Comodo cavo di...
  • 3 tasche frontali e laterali con cerniera. Con...
8
Mobicool MV30, frigorifero portatile elettrico, 29...
1.794 Recensioni
Mobicool MV30, frigorifero portatile elettrico, 29...
  • Volume di 29 litri, spazio per sei bottiglie...
  • Raffredda fino a 18 ° C al di sotto della...
  • Frigorifero elettrico per 12 V DC in auto e presa...
ORA IN OFFERTA9
Severin KB 2922 Frigorifero Portatile, Termoelettrico,...
5.439 Recensioni
Severin KB 2922 Frigorifero Portatile, Termoelettrico,...
  • Severin KB 2922 Scatola di raffreddamento...
  • Frigorifero portatile termoelettrico da 19 litri,...
  • Raffredda fino a 20 ° C al di sotto della...
10
MOBICOOL MV26 Frigorifero Portatile Elettrico, 25 l,...
238 Recensioni
MOBICOOL MV26 Frigorifero Portatile Elettrico, 25 l,...
  • Funzionamento a 230 V AC e 12 V DC
  • Capacità utile: 25 litri per tre bottiglie...
  • Raffreddamento fino a 18 °C al di sotto della...

Lascia un commento