Caldaie a condensazione

Optare per l’installazione di una caldaia a condensazione significa scegliere un sistema di riscaldamento domestico ad alto rendimento. In poche parole chiunque adotti questa soluzione potrebbe in brevissimo tempo assistere all’abbattimento dei costi sulla bolletta del gas.

Tale vantaggio si deve alla necessità di alimentare il dispositivo con un quantitativo molto ridotto di combustibile. La caldaia a condensazione permette chiaramente di riscaldare tanto gli ambienti domestici quanto l’acqua sanitaria. Ma come scegliere quella giusta? Scopriamolo insieme.

Caldaia a condensazione: la giusta resa

Per compiere un buon acquisto è necessario tenere in considerazione le esigenze specifiche dell’utente. In particolare prima di comprare una caldaia a condensazione sarà sempre bene stabilire su quale range di potenza orientarsi.

Questo aspetto del problema comporta la disamina della metratura dell’appartamento, della coibentazione dello stesso ed ovviamente delle esigenze strettamente legate alle abitudini familiari.

In tal senso è bene anche tenere in considerazione quanti e quali possano essere gli apparecchi sanitari utilizzati spesso in simultanea: se per arrivare puntuali al lavoro si ha l’abitudine di adoperare contemporaneamente due bagni e quindi due docce bisognerà orientarsi su un range di potenza diverso rispetto a chi ha ad esempio a disposizione un unico bagno.

In linea generale comunque potremmo dire che gli apparecchi ad uso domestico hanno una potenza oscillante tra i 12 ed i 34 kW. Scegliere una caldaia più potente del resto significa doversi mettere in regola con una lunga lista di adempimenti aggiuntivi previsti dalla legge italiana.

In poche parole insomma quando 34 kW possono bastare per provvedere al fabbisogno familiare è meglio non sconfinare. Se la caldaia sostituisce lo scaldabagno il suggerimento è però quello di non acquistare un prodotto la cui potenza sia inferiore ai 24 kW.

Si tenga comunque presente che il wattaggio consigliato in questo caso offrirebbe una resa pari a quella di uno scaldabagno da 30 kW. Il risparmio assicurato da una caldaia a condensazione è insomma sotto gli occhi di tutti e discretamente consistente.

Caldaia a condensazione: da parete o a basamento?

Le caldaie a condensazione, nella maggior parte dei casi almeno, andranno a sostituire degli oggetti di vecchia concezione, dei prodotti non più funzionanti o sicuramente poco economici ed ecologici.

Anche nel caso di questa nuova tecnologia sarà possibile scegliere tra varianti da parete e soluzioni a basamento. Nel primo caso l’ingombro della caldaia a condensazione sarà minimo e concentrato su una “zona morta” dell’appartamento. Lo stesso non si può dire per le caldaie a basamento.

I modelli a parete constano per altro di un bollitore integrato. Hanno quindi discrete dimensioni e capacità ridotta. I sistemi a basamento prevedono invece un bollitore esterno. Sono quindi discretamente ingombranti ma sicuramente caratterizzati da una capacità più rilevante.

Migliori caldaie a condensazione 2020

1
Caldaia a Gas Baxi Eco5 Compact+ 24 kW Erp Camera Aperta Alimentazione Metano
7 Recensioni
Caldaia a Gas Baxi Eco5 Compact+ 24 kW Erp Camera Aperta Alimentazione Metano
  • Caldaia tradizionale
  • Riscaldamento
  • Camera aperta
  • Tiraggio naturale
  • Acqua calda Sanitaria
2
Caldaia A Condensazione Ferroli Divacondens Plus D F24-24kw Metano
  • Caldaia a condensazione Ferroli Divacondens Plus D F24-24kw Metano
  • cod. 0CCR4YWA
  • Caldaia Novità 2019. UTILE PER RISCALDAMENTO / ACQUA CALDA;
  • DIVACONDENS D PLUS 24
5
Caldaia Ferroli Divacondens 24kW+ kit fumi omaggio
20 Recensioni
Caldaia Ferroli Divacondens 24kW+ kit fumi omaggio
  • Caldaia a condensazione
  • Riscaldamento
  • Acqua calda sanitaria
6
Ariston MLN3300759 Caldaia Murale a Condensazione Cares Premium 24 EU, Bianco
2 Recensioni
Ariston MLN3300759 Caldaia Murale a Condensazione Cares Premium 24 EU, Bianco
  • Rapporto di modulazione 1:4; silenziosa e compatta; configurabile anche per la gestione di sistemi a energia solare
  • Caldaia murale a condensazione AristonCares Premium 24 EU art.3300759 con produzione di acqua calda sanitaria a metanoCaldaia a camera stagna.Con...
  • Rapporto di modulazione 1:4; silenziosa e compatta; configurabile anche per la gestione di sistemi a energia solare
7
Caldaia murale a condensazione Divacondens Ferroli 24Kw Metano
8 Recensioni
Caldaia murale a condensazione Divacondens Ferroli 24Kw Metano
  • Ideale per abitazioni residenziali fino a 120 mq
  • Pannello comandi semplice e completo, interfaccia utente a display
  • Apparecchio idoneo al funzionamento in luogo esterno (min -5°)
  • Generatore con funzione ECO per il periodo estivo
8
Caldaia murale a condensazione Junkers Bosch Cerapur Compact ZWB 24-1 D E
3 Recensioni
Caldaia murale a condensazione Junkers Bosch Cerapur Compact ZWB 24-1 D E
  • CERAPURCOMPACT, la caldaia murale a condensazione: riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria a massima efficienza ed elevato comfort
  • Potenza termica nominale kW 24; efficienza potenza termica nominale e a un regime ad alta temperatura 87,8%
  • Classe energetica riscaldamento e acqua calda sanitaria A
9
Caldaia a Gas A Condensazione Baxi Luna3 Avant+ 24 kW Erp Metano
7 Recensioni
Caldaia a Gas A Condensazione Baxi Luna3 Avant+ 24 kW Erp Metano
  • caldaia a condensazione baxi
  • modello luna 3 avant
  • tipo da 24kw
  • caldaia a metano con possibilita di conversiane a gpl
  • il kit fumi e da richiedere apparte
10
Junkers 410-ZWB24RE Caldaia
7 Recensioni
Junkers 410-ZWB24RE Caldaia
  • Metano
  • Marchio: Junkers
  • Dimensioni: (P x L x H) 355 x 440 x 725 mm
  • NOTA: i tubi di scarico non sono inclusi

Come posizionarla correttamente?

Un ultimo parametro da valutare quando si acquista una caldaia a condensazione è quello della sua corretta ubicazione. Bisognerà soprattutto decidere se piazzare il dispositivo tra le mura domestiche o fuori l’appartamento.

La prima soluzione è più pericolosa e come tale obbliga l’utente a sottoporre l’apparecchio a continui controlli di sicurezza eseguiti da personale tecnico qualificato.

Vero è però che questa scelta serve anche a ridurre notevolmente il fenomeno di dispersione del calore e l’incidenza di danni al sistema causati dall’azione degli agenti atmosferici.

Insomma: tutto ciò concorre a garantire una lunga aspettativa di vita all’impianto. Scegliere di collocare all’esterno la propria caldaia significa evitare a monte di avere a che fare con rumori molesti, gestire meglio gli spazi domestici, ma anche fare i conti con una maggiore dispersione termica e con la minaccia di frequenti danni al sistema. A voi la scelta.