Caminetti prefabbricati

Caminetti prefabbricati

Il caminetto prefabbricato: esiste un modo per dare alle case un tocco altrettanto magico ed accogliente? Esso può ormai essere installato agevolmente in qualsiasi (o quasi) genere di abitazione. Perché ciò avvenga però è necessario non soltanto rivolgersi a degli specialisti del settore, ma anche conoscere le normative che regolano l’installazione di questi dispositivi.

I caminetti prefabbricati, si adattano a qualsiasi ambiente e, al pari dei termocamini, riscaldano efficacemente la casa. Sono però molto pesanti e potenzialmente pericolosi: da qui la necessità di ricorrere ad una regolamentazione pensata ad hoc.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Le normative

Prima di scomodare tecnici, progettisti e negozianti, così come si accennava poche righe più sopra, è necessario verificare che sussistano tutte le condizioni stabilite dalla legge perché sia possibile installare in casa un camino a legna prefabbricato. La prima cosa da fare in tal senso è accertarsi della sostanziale compatibilità dell’oggetto con l’immobile attenendosi alla norma UNI 10683. Essa passa in rassegna svariati parametri. Eccoli nel dettaglio:

Architettura

Perché un caminetto prefabbricato possa trovare alloggio in casa è necessario che ci siano degli spazi adeguati ad ospitarlo e che, soprattutto se si desidera installarlo in parti architettonicamente più fragili rispetto al resto della struttura, esse abbiano comunque la capacità di sorreggerne il peso.

Una volta verificate tali caratteristiche, è bene che i caminetti a legna prefabbricati trovino la giusta collocazione all’interno degli ambienti a cui sono stati destinati. Non si tratta qui soltanto di una questione di estetica, ma anche funzionale: l’oggetto, la cui posizione è comunque legata a quella di una canna fumaria, deve essere costruito in una zona sicura e funzionale.

Aspetti pratici

Il camino prefabbricato deve ovviamente essere installato, lo si accennava già poco prima, in prossimità di una canna fumaria. La presa d’aria esterna di cui esso necessita avrà dimensioni pari a circa la metà di tale bocca e può trovare collocazione anche ai lati del caminetto prefabbricato rendendo in qualche modo più semplice la scelta del punto il cui installare l’oggetto. Se la presa d’aria è posta all’interno di un condotto di aerazione comunque quest’ultimo non dovrebbe, a meno che non si decidesse di allargare la sezione del foro, avere lunghezza superiore ai 3 metri.

Canna fumaria

Si tratta in assoluto del punto su cui la norma prima citata pone più vincoli. Essa deve nascere preferibilmente in modo da intersecarsi verticalmente rispetto alla larghezza del caminetto e, qualora ciò non fosse possibile, è obbligatorio inclinare di 45° la cappa. Se la conformazione della struttura abitativa ostacola il percorso della canna fumaria, essa sarà costruita sui muri esterni.

Per far ciò è necessario utilizzare tubazioni d’acciaio e rivestimenti in cartongesso. Questi materiali infatti non soltanto rendono l’aspetto generale della costruzione più piacevole, ma scongiurano il pericolo di un’eventuale dispersione termica.

Comignoli

I comignoli dei caminetti prefabbricati altro non sono che le valvole di sfogo dei fumi che inevitabilmente produce la combustione. E’ ovvio che essi non dovranno mai essere costruiti laddove ci siano pericoli di ostruzione.

Regolamenti condominiali

Essi, chiaramente, non sono disciplinati dalla norma su citata. In generale però è possibile annoverare i regolamenti condominiali come precise leggi a cui far comunque riferimento prima di autorizzare l’installazione di un caminetto prefabbricato. Spetta insomma all’utente valutare eventualmente le regole condominiali riguardanti l’argomento in questione.

Caminetto prefabbricato: quale scegliere?

Non sono in molti a saperlo, ma esistono diverse tipologie di caminetti prefabbricati. Esse sono tutte caratterizzate da un’installazione semplicissima, ma da un design e da una modalità di consegna parecchio diversa da un caso all’altro. Nel dettaglio diremo quindi che un camino prefabbricato può appartenere alle seguenti categorie:

  • Finiti: si tratta di caminetti in legno prefabbricati interamente costruiti. Molte parti sono state realizzate utilizzando dei metalli, altre avvalendosi di mattoni refrattari.
  • Semifiniti: si tratta di prodotti da assemblare in loco. Essi si compongono di cappa, telaio, per così dire, focolare, ornamenti e dettagli vari. Tali tipologie di caminetti sono altamente personalizzabili e vengono in genere costruite adoperando dei materiali ignifughi e refrattari.
  • Grezzi: questi oggetti hanno normalmente struttura in ghisa e metalli vari e si compongono di cappa e focolare da assemblare in loco. Anche questi possono essere ritenuti altamente personalizzabili.

Prezzi e recensioni migliori caminetti prefabbricati 2019

3
Panadero Sintra S/Ve 38329 - Stufa a legna per angolo, 150...
  • Luogo di uso: commerciale
  • Classe energetica: 4 stelle
  • Tipo di focolare: chiuso
9
El Fuego AY0621 Camino elettrico 'Chiglia', 750 W/1500 W
24 Recensioni
El Fuego AY0621 Camino elettrico 'Chiglia', 750 W/1500 W
  • Consumo: 750W / 1500W (regolabile
  • Lunghezza del cavo: 1,2 m
  • Dimensioni: 65 x 67 x 28 cm
10
Stufa a legna per camino tronchi Kupro Stravaganza 9 kW...
  • Godere di una buona, antiquata vero fuoco.
  • Design esclusivo
  • In vetro ceramica
  • Potenza termica nominale: 9 kW
  • Peso: 36 kg
Caminetti prefabbricati
Ti è piaciuto l articolo? Dai un voto per favore 🙂