Home Bricolage Casseforti a muro

Casseforti a muro

Una cassaforte a muro può rappresentare la soluzione più sicura e discreta per chi, spesso assente da casa, non sa mai dove nascondere oggetti o monili di particolare valore (economico o affettivo, poco importa), del denaro, dei particolari progetti di lavoro e quant’altro. Purtroppo infatti, per quanto si possano adottare tutte le precauzioni del caso (allarmi, sistemi di videosorveglianza, e così via), i furti in Italia avvengono con una certa frequenza. Vediamo allora di approfondire l’argomento.

Perché una cassaforte a muro?

Esistono diversi modelli di casseforti, ma tra tutte quelle al muro hanno una marcia in più: esse infatti impediscono ai ladri di agire, come loro abitudine, portando con sé l’oggetto per poi scardinarlo una volta al sicuro. Questo significa che i malviventi, ammesso anche che trovino la cassaforte a muro che magari l’utente ha provveduto ad installare in un luogo poco visibile della casa, saranno costretti a perdere del tempo per tentare di mettere le mani su ciò che contiene. Non agire velocemente, in questo caso almeno, può voler dire rischiare di essere scoperti o disturbati, aumentare le probabilità di far rumore ed in generale esporsi ad un rischio maggiore.

Casseforti a muro: come sceglierle

Le casseforti a muro non sono però tutte uguali. A differenziarle concorrono vari elementi, a partire dalle dimensioni e, perché no, la forma, che possono conferire all’oggetto in questione maggiore o minore funzionalità. Scopriamo quindi, alla luce di queste informazioni, come scegliere la migliore cassaforte a muro attualmente in commercio:

  • Sistema di apertura: le casseforti costruite secondo criteri meno tecnologici adottano in genere un sistema di apertura meccanica che preveda quindi l’uso di un’apposita chiave o, in alternativa, di un codice segreto (in quest’ultimo caso si tratta perlopiù di oggetti con apertura elettronica) per poter accedere al suo contenuto. Non è raro che alcuni modelli, forse tra i più sicuri in assoluto, presentino contemporaneamente i due sistemi di apertura risultando quindi particolarmente difficili da scardinare. Una variazione sul tema di concezione decisamente più moderna è la cassaforte con sistema di apertura basato sul riconoscimento dell’impronta digitale o della retina. Come molti sanno tanto l’una quanto l’altra parte del corpo sono uniche per ogni essere umano: non esiste insomma nessuno, parenti e consanguinei inclusi, in possesso della stessa impronta. Chiaramente questi modelli rappresentano il vero e proprio top di gamma, ma, tanta sicurezza si paga, e profumatamente anche…
  • Sportello: gli sportelli devono avere diverse caratteristiche per poter essere efficienti e funzionali quanto ci si aspetterebbe. In primo luogo devono possedere una cornice a corpo unico. Questo significa che tale parte dell’oggetto deve essere costruita in maniera da essere un tutt’uno con il resto della cassaforte. In secondo luogo lo sportello deve essere a filo, vale a dire che, una volta chiuso, non deve rimanere altro che un piccolissimo spiraglio tra il portellone ed il corpo dell’oggetto, insomma: il tanto che basta alla parte per poter ruotare all’atto dell’apertura e della chiusura. Ciò impedisce ai ladri di aprire la cassaforte forzando lo sportello, magari mediante un sistema di leve. Raccomandata è infine la presenza di un sottoquadro cioè di un particolare elemento che, chiusa la cassaforte, deve collocarsi dietro la cornice. Questo piccolo inserto rende praticamente impossibile scassinare la cassaforte avvalendosi di piedi di porco e affini.
  • Cerniere: le cerniere degli sportelli di una cassaforte a muro devono essere costruite con materiali che offrano un’ottima garanzia di resistenza ed inoltre devono essere saldate alla perfezione all’oggetto in esame: insomma chiamare a casa un fabbro che sostituisca le cerniere e, per la stessa natura di questo tipo di cassaforte, agisca in loco non è poi una gran furbata…
  • Battute: le battute (ossia le zone dell’oggetto in cui chiudendosi poggerà lo sportello) devono ovviamente essere davvero molto resistenti di modo che ogni possibile tentativo di scassinamento risulti vano. Anche un adeguato rinforzo non guasterebbe. Esse devono tra l’altro essere molto numerose ed essere collocate su tutte le parti della cassaforte da muro, ad eccezione chiaramente, di quella in cui sono già state installate le cerniere.
  • Peso: maggiore sarà il peso della cassaforte e minore sarà la probabilità che essa possa in qualche modo essere estratta dal suo alloggio. Ammesso anche che i ladri fossero talmente bravi da riuscire nell’impresa, completare il furto richiederebbe molto tempo, molta pazienza e molta perizia. Insomma: i comuni topi da appartamento, fosse solo per non aumentare le probabilità di essere beccati, non tentano mai di scardinare casseforti così pesanti.
  • Materiali: i materiali di costruzione devono ovviamente obbedire a criteri di resistenza e solidità. Consigliabile sarebbe comunque optare anche per qualcosa di ignifugo: un eventuale incendio infatti, una volta domato, potrebbe consentire al possessore di accedere ai beni più preziosi custoditi in casa. Insomma, a prescindere dai danni riportati dall’immobile si avrebbe la certezza di avere ancora qualcosa tra le mani…
  • Certificazioni: una cassaforte a muro che si rispetti gode di certificazione UNI 10868 e su questo c’è poco da discutere.

Installazione e montaggio

Ammesso anche che la cassaforte acquistata sia la migliore sul mercato e che goda quindi di tutte le caratteristiche più funzionali sopra elencate, se mal installata perderà tutta la sua efficacia. E’ quindi fondamentale che essa venga adeguatamente incassata nelle pareti mediante viti e bulloni costruiti ad hoc che non possano in alcun modo essere manomessi o allentati. Ma non finisce qui.

Anche il muro ha in tutto ciò un ruolo a dir poco fondamentale: lavorare su una parete in cartongesso, ad esempio, non è esattamente una buona idea. Stesso discorso vale per il legno, i mattoni o i laterizi forati. Meglio sarebbe scegliere una parete costruita in materiali più solidi quali calcestruzzo, pietra o, perché no, cemento. Nei casi in cui tutto questo non dovesse essere possibile le soluzioni restano due: effettuare dei lavori di ristrutturazione almeno su una sezione della casa o, in alternativa, optare su una meno sicura (in quanto trasportabile e scardinabile in altra sede) cassaforte mobile.

Un altro aspetto da valutare è poi la posizione in cui collocare la cassaforte a muro. E’ chiaro che essa dovrà stare in un luogo nascosto alla vista: chi viene a casa insomma non dovrà minimamente sospettare che l’oggetto sia presente. In ogni caso è sempre bene evitare i muri direttamente a contatto con le pareti esterne in quanto più vulnerabili.

Soprattutto se il ladro in questione ha avuto occasione di appurare in precedenza non solo l’esistenza della cassaforte a muro, ma anche la sua esatta collocazione, ovviamente anche in relazione alle generiche condizioni dell’appartamento, potrebbe decidere di agire da fuori o magari sfondare la parete urtandola con furgoni e simili…

Migliori casseforti a muro

#1
Amazon Basics - Cassaforte da 14 L, , 35 x 25 x 25 cm, colore: nero
  • Cassaforte da 14 L di spazio con serratura elettronica e 2...
  • Costruzione in acciaio e base imbottita per maggiore...
  • 2 chiavistelli e cerniere a scomparsa e antiscasso; Scaffale...
  • Accesso digitale riprogrammabile; necessita di 4 batterie...
#2
Navaris Cassaforte a Muro con Doppia Chiave - Cassetta di Sicurezza in Acciaio con...
  • SICURA: le casseforti Navaris sono perfette per tenere al...
  • EXTRA-STRONG: totalmente realizzato in robusto metallo, il...
  • DETTAGLI: il chiavistello manuale con chiusura a doppio...
  • PROFESSIONALE: ideale per l'archiviazione dell'incasso...
  • HOME-SAFE: per l'installazione fra le mura domestiche basta...
#3
Cassaforte a Muro Elettronica con Tecnologia Anti-Bounce (Small)
  • Dotata di tecnologia Anti Bounce. Non sarà possibile...
  • Indicatore per le Batterie Scariche.
  • La cassaforte viene fornita con 2 chiavi B-Class, il livello...
  • La cassaforte è in acciaio inox.
  • Cerniere resistenti a scomparsa.
#4
YALE Cassaforte a muro YYWV/230/KB1 nera, apertura meccanica con chiave, Dimensioni: 230x...
  • Sicurezza: Catenacci con diametro 16 mm
  • Dimensioni: 230x 360 x 150 mm
  • Facile e veloce: Serratura apribile solo con la chiave
  • Incluso: 2 chiavi in dotazione
#5
BURG-WÄCHTER Cassaforte blindata, cassaforte elettronica, Combi-Line, livello sicurezza...
  • CASSAFORTE A MOBILE CON COMBINAZIONE: Questa cassaforte è...
  • PROTEZIONE ANTINCENDIO CERTIFICATA: Per garantire la...
  • COPERTURA FURTO E ASSICURAZIONE: La serratura della...
  • FORNITURA E DIMENSIONI: 1 cassaforte blindata BURG-WÄCHTER,...
  • QUALITÀ DAL 1920: BURG-WÄCHTER è un’azienda familiare...
#6
Domus 281380 Cassaforte a Muro a Chiave, 10 mm
  • Frontale e porta in acciaio speciale monoblocco di spessore...
  • Catenacci in acciaio nichelato diametro 22 mm con sistema a...
  • Verniciatura ad alta resistenza con polveri epossidiche...
  • Dimensioni interni: 49.5 x 33.5 x 16.5 cm
  • Frontale e porta in acciaio speciale monoblocco di spessore...
#7
Yale Cassaforte di sicurezza 1 YYEC/250/DB1 nera, allarme integrato 130db, struttura e e...
  • Allarme integrato: l'allarme integrato da 130 dB viene...
  • Blocco elettronico: più di 100.000 combinazioni possibili...
  • Meccanismo di bloccaggio: solenoide anti-urto / over-ride...
  • Indicatori LED: due indicatori di luce LED, verde per...
  • Dimensioni: Dimensioni esterne 250x350x250mm / Dimensioni...
#8
WYKDL Piccole Mini cassaforte, Cabinet Invisibile antifurto Sicuro, Prompt remoto WiFi,...
  • App. Telecomando intelligente: apri la scatola con un tasto;...
  • Capacità intelligente e perfetta cassaforte nascosta:...
  • Più intelligente: è più comodo aprire la scatola, la...
  • Ai. Chip di impronte digitali: riconoscimento rapido entro...
  • Preoccupati post-vendita: se avete domande o domande, non...
#10
Domus 271300 Cassaforte a Muro a Chiave, Grigio Chiaro
  • FACILE DA USARE: cassaforte con apertura e chiusura a...
  • FRONTALE ROBUSTO 5 mm: realizzato in acciaio rinforzato con...
  • CATENACCI ANTI TAGLIO: chiusura mediante 2 catenacci di 18...
  • CON RIPIANO interno, rimovibile nel caso in cui si...
  • DA INCASSARE AL MURO: richiede lavori edili per essere...