Compostiere da giardino o da balcone

Compostiere da giardino o da balcone

Complice la capillare diffusione della raccolta differenziata ormai attiva in quasi tutte le province italiane, il bidone per il compostaggio sta diventando un vero e proprio must: alcune tra le migliori compostiere da giardino e da balcone infatti si vendono con una sempre crescente facilità. Ma com’è fatto questo utilissimo attrezzo per lo smaltimento dei rifiuti? Come si fa a scegliere un prodotto di qualità?

Cos’è una compostiera?

La compostiera, lo sanno ormai quasi tutti, è un contenitore pensato per liberarsi dei rifiuti organici e, sfruttando la loro fisiologica fermentazione, produrre finalmente il compost. Quest’ultimo altro non è che un particolare tipo di terriccio che, lo sapranno bene i lettori con il pollice verde, viene utilizzato per arricchire le zolle di terreno e per concimare e nutrire le piante grazie agli alti tassi di fosforo e azoto che mediamente permangono tra i rifiuti umidi. Ciò spiega perché, prima ancora di giungere nelle case dell’utente medio, questo prodotto sia stato acquistato, e notevolmente apprezzato, da contadini, agronomi e giardinieri.

D’altro canto un contenitore composter per uso domestico risponde sicuramente a tutt’altro tipo di esigenze. Piccola curiosità: chi dispone di grandi spazi aperti, potrebbe facilmente costruire da sé la sua compostiera: utilizzando varie tavole di legno o ancora del pallet adeguatamente poroso dovrà semplicemente assemblare una sorta di grande scatola con un’altrettanto voluminosa apertura.

Al resto penserà la natura. Attenzione però: se non si è dei bravi artigiani è meglio lasciar perdere: puzza e liquami infatti potrebbero letteralmente avvilire gli odori del giardino o dell’orto e rendere un sacrificio la permanenza nelle vostre aree coltivate.

Compost converter: come funziona?

Il funzionamento di questo oggetto è semplicissimo dato che il grosso del lavoro lo fanno i batteri che vivono all’interno delle sostanze organiche, gli agenti atmosferici in genere e madre natura.
Torna comunque utile sapere che le compostiere possono in qualche modo necessitare di un aiutino da casa, per così dire. Iniziamo quindi a distinguerne le varie tipologie:

  • Ad asse verticale: questo oggetto ha la base forata. Tale espediente serve a non soffocare i batteri e a permettere loro quindi di decomporre i rifiuti. Proprio qui trova alloggio anche la cosiddetta campana, ossia la parte deputata ad accogliere l’immondizia. Essa è dotata di aperture che consentono all’utente il necessario rimestaggio della spazzatura o di accedere al compost ormai maturo.
  • Ad asse orizzontale: consta di due scomparti, ma il funzionamento è pressoché uguale a quello appena descritto.
  • Ad uso domestico: questa tipologia chiaramente ha dimensioni molto ridotte rispetto alle altre. Essa è in genere congeniata in maniera tale da non rilasciare spiacevoli odori o non versare liquami sul pavimento. Purtroppo però queste sue caratteristiche rendono la raccolta del compost un po’ complicata. In molti casi tali oggetti sono dotati anche di biotrituratore

Fatta chiarezza sui vari modelli di compost converter, è il momento di dare a chi legge qualche dritta abbastanza utile sul loro utilizzo. Ad esempio, soprattutto se si ha intenzione di produrre direttamente in giardino il proprio compost, è meglio posizionare l’oggetto su un piccolo ammasso di rami ormai secchi che isoli in qualche modo il contenitore.

In ogni caso poi, ovviamente, è meglio posizionare la compostiera laddove non possa essere facilmente raggiunta dalla pioggia o dall’eccessivo calore dei raggi solari. Inoltre è bene sapere che all’interno del contenitore deve in qualche modo circolare dell’ossigeno. Qui potrete gettare, facendo bene attenzione ad alternare i diversi strati, qualsiasi tipo di rifiuto organico e pezzettini di cartone, oppure ancora paglia o fogliame ormai secco utile per non creare eccessiva umidità.

Piccolo trucco: quando dalla compostiera arriva un pessimo odore significa che i livelli di azoto o carbonio non sono tra loro in equilibrio. Lo stesso dicasi per una produzione davvero lenta di compost. Per evitare problemi quindi cercate di alternare gli strati secondo quanto suggerito in precedenza e di trovare un bilanciamento tra le percentuali dei rifiuti.

In genere sappiate che fogliame, paglia e cartone contengono più carbonio che altro, mentre i rifiuti organici veri e propri sono colmi di azoto. In ultimo ricordate sempre che lo strato superiore di immondizia deve sempre essere composto da foglie secche o, in alternativa, da paglia.

Compost: cosa c’è da sapere?

Se producete del compost sicuramente lo fate per fertilizzare i vostri spazi verdi. Le procedurea questo punto sono due: o si lascia fermentare l’immondizia per circa sei mesi, ottenendo il cosiddetto primo compost o, si lavora per ottenere il compost maturo, pronto dopo circa dieci mesi. La prima tipologia si adatta in genere al travaso di vegetali con zolla oppure ancora alla preparazione del terreno prima della consueta semina primaverile.

L’altra invece va in genere lavorata con sabbia e terra o terriccio e viene impiegata per particolari piante fiorite o per i prati. Tali differenze derivano essenzialmente dalle diverse percentuali di azoto presenti in ciascuna tipologia di compost.

Le caratteristiche ideali di una compostiera da giardino o da balcone

Sono poche le caratteristiche che una compostiera da balcone o giardino deve possedere, ma sono anche imprescindibili. Nel dettaglio:

  • Compattezza: è chiaro che la mole di rifiuti domestici, così come la possibilità di sfruttare spazi, è in questo caso abbastanza ridotta. Una buona compostiera da balcone è quindi molto compatta.
  • Praticità: un simile prodotto deve essere facile da montare e smontare, deve permettere all’utente di aprire facilmente il coperchio per rimestare il contenuto ed essere facilmente lavabile.
  • Materiali: i materiali saranno sempre resistenti, refrattari all’assorbimento di odori e liquami nonché estremamente traspiranti.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Prezzi compostiere

Il prezzo di una compostiera domestica può variare in relazione a determinati parametri da tenere sempre in considerazione. La capacità, la qualità generica dell’oggetto, l’acquisto in un negozio fisico o virtuale e quant’altro possono ad esempio notevolmente influire sul prezzo finale del prodotto.

In linea di massima comunque il costo di un compost converter ad uso domestico può oscillare tra le 10 e le 20 euro per i modelli basic, per così dire, e le 900/1000 euro per i prodotti più funzionali, accessoriati e capienti.

Migliori compostiere domestiche, da giardino, da balcone 2019

1
Mattiussi Ecologia S.p.A. COMPOSTER 310 Litri - aeratore...
97 Recensioni
Mattiussi Ecologia S.p.A. COMPOSTER 310 Litri - aeratore...
  • Un composter da 310 lt. che riesce a garantire una concreta riduzione dei costi di...
  • efficace nel processo di riciclaggio domestico;
  • ideale per giardini medio-piccoli; deve stare a contatto con il terreno (non indicato per...
  • estremamente funzionale per la trasformazione dei rifiuti in ottimo fertilizzante.
  • In omaggio l'AERATORE MANUALE per agevolare il rimescolamento del compost e un MINIMAX 7 L
2
Toomax Z651T041 Contenitore Composter, Ambition Line,...
33 Recensioni
Toomax Z651T041 Contenitore Composter, Ambition Line,...
  • Compostiera da giardino per rifiuti organici.
  • Capacità 260L. Tempo di montaggio: 10 min.
  • Dim cm 60x60x73h
3
Compost Converter 776861 - Bidone per compostaggio, 300 l
10 Recensioni
Compost Converter 776861 - Bidone per compostaggio, 300 l
  • Facile montaggio, ca. 300 litri, senza fondo, dimensioni: 83 X 61 X 61
  • La compostiera può essere semplicemente riempita dall'alto. Il colore scuro consente la...
  • Fessure di ventilazione per garantire sufficiente ventilazione e quindi per un ottimale...
  • La compostiera da giardino è ideale per rifiuti da giardino (come fogli trucioli, erba...
4
Compostiera Prosperplast
6 Recensioni
Compostiera Prosperplast
  • Consiste in due composters.
  • Un resistente al gelo, efficiente, struttura resistente.
  • Assemblabile in pochi minuti, senza attrezzi.
  • Aesthetic e user-friendly forma del medicinale aumenta la simbiosi con l "ambiente e dona...
5
Rolan 6080 - Contenitore per L'Organico, 450 Litri
2 Recensioni
Rolan 6080 - Contenitore per L'Organico, 450 Litri
  • 80 x 80 x 81 cm
  • Riciclaggio organico di alta qualità e durata
  • Montaggio in 5 minuti senza attrezzi
6
Toomax Z650R035 Contenitore Composter, Rattan Line,...
36 Recensioni
Toomax Z650R035 Contenitore Composter, Rattan Line,...
  • Compostiera da giardino per rifiuti organici.
  • Decorazione simil-rattan. Capacità 300L. Tempo di montaggio: 10 min.
  • Dim cm 60x60x83h
7
Art Plast BC380 Bio Composter in plastica, Verde
74 Recensioni
Art Plast BC380 Bio Composter in plastica, Verde
  • Prodotto in polipropilene, materiale antiurto, resistente al freddo, alle intemperie, agli...
  • Semplice e veloce da montare, non richiede l'utilizzo di attrezzi
  • Lavabile, non assorbe liquidi e non trattiene l'umidità
8
COMPOSTIERE COMPOSTIERA LT. 420 BRIXO ECOBOX RUGBY 89X89XH80
22 Recensioni
COMPOSTIERE COMPOSTIERA LT. 420 BRIXO ECOBOX RUGBY 89X89XH80
  • Brixo
  • 043112
  • Compostiera Brixo ECOBOX RUGBY Lt. 420
  • Disponibilità Immediata
9
In legno, con doppia per Compost-Compostiera rifiuti da...
1 Recensioni
In legno, con doppia per Compost-Compostiera rifiuti da...
  • Resistente, Realizzato con pino Radiata che significa che questo Compostiera durerà molti...
  • Prodotto facile da montare, consegnato in pacco piatto per facile e rapida da costruzione...
  • Comodo, questo Compostiera ha un pannello base rimovibile per consentire un rapido e...
  • Eco-sostenibili, effetto di aiuto dopo il nostro pianeta per il riciclaggio e il...
10
Keter – Compostiera
23 Recensioni
Keter – Compostiera
  • La struttura sicura e robusta previene l'accesso di piccoli animali ed insetti.
  • Resistente al gelo, costruzione efficiente e durevole.
  • Fino all'80% dei rifiuti domestici può essere trasformato in compost.
Compostiere da giardino o da balcone
Ti è piaciuto l articolo? Dai un voto per favore 🙂