Home » Tecnologia » Drone

Drone

Il drone, altro non è che un oggetto volante controllabile da remoto mediante appositi radiocomandi. Le sue applicazioni nella nostra quotidianità sono davvero parecchie ed a molte di esse ormai non sapremmo più rinunciare.

Inutile dire che quest’invenzione ha un retrogusto, per così dire, militare: il suo debutto infatti risale all’epoca della prima guerra mondiale quando questo aggeggio veniva utilizzato soprattutto per portare a termine missioni di spionaggio o, purtroppo, per monitorare le aree da bombardare.

Fortunatamente, dopo qualche tempo, questa invenzione è stata destinata anche e soprattutto ad usi civili, all’intrattenimento di grandi e piccini e, perché no, alla ricerca scientifica: al giorno d’oggi infatti il drone viene ampiamente utilizzato per eseguire dei sopralluoghi geografici, per andare alla ricerca di persone scomparse o disperse, per realizzare stupendi servizi fotografici, per semplice svago o, ancora in ambito poliziesco, per controllare territori notoriamente popolati dai criminali.

Il progressivo adeguamento di questo oggetto a mansioni meno bellicose rispetto alle originarie ha sdoganato il drone nella quotidianità e, dato che questo ha contribuito notevolmente ad aumentare la domanda, i prezzi di questo dispositivo sono via via diventati più abbordabili. Ecco il perché di questa guida: in quanti altrimenti saprebbero come scegliere il loro drone?

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Drone: come sceglierlo?

Come si fa a scegliere un drone? Sicuramente gli appassionati di elettronica, di tecnologia e di fotografia se lo saranno chiesti centinaia e centinaia di volte. Diciamoci la verità però: ancora adesso non sono in molti gli utenti capaci di compiere delle scelte in tal senso consapevoli e mirate anche perché quello in esame è un oggetto che soltanto recentemente è entrato a far parte della quotidianità dell’uomo comune.

Per rassicurare chi legge diremo che scegliere un drone non è in fin dei conti un’operazione tanto difficile, basta infatti prestare la giusta attenzione ad alcune semplici caratteristiche che l’oggetto in questione dovrebbe possedere. Quali? Queste:

Facilità d’uso

I droni, una volta alzatisi in volo, sono soggetti a facile rottura o a smarrimento. Questo perché se non pilotati correttamente possono rimanere impigliati in sporgenze ed ostacoli difficilmente raggiungibili, possono cadere e per giunta in un punto lontano dal pilota, possono urtare superfici dure e quant’altro. Diventa quindi importante interrogarsi sulla facilità d’uso e di pilotaggio di questo utile oggetto e, soprattutto, sulla possibilità di acquistare dei droni che siano in qualche modo proporzionati alle proprie abilità da pilota.

Per valutare questo parametro si dovrà quindi tenere in considerazione innanzitutto la natura del comando da remoto. In genere il drone può essere controllato da radiocomando o da app. La prima soluzione è la più comune, l’altra, un tempo tipica dei prodotti di migliore fattura, non è poi tanto rara da reperire. Il controllo da app, sebbene programmato per poter scegliere tra un numero ridotto di comandi, consente di accedere a funzioni utili alla realizzazione di foto e video panoramici.

Il suggerimento è comunque quello di scegliere un modello dotato di telecomando se si è ancora inesperti o se si ha qualche problema a coordinare i movimenti. L’uso di questi telecomandi è particolarmente semplice dato che essi funzionano esattamente come i controller delle console che tutti siamo ormai abituati ad utilizzare. Altro elemento da tenere in considerazione quando si parla di facilità d’uso è senza dubbio la tipologia di comandi accettati dal sistema.

Normalmente essi sono almeno quattro e servono a regolare le velocità delle eliche e quindi a spingere il drone sempre più in lato (throttle), a dirigere il macchinario in avanti o indietro (pitch), a muoverlo verso la sua destra o verso la sua sinistra (roll) o a far sì che ruoti su sé stesso (yaw). A questi comandi, almeno nei modelli più evoluti, può aggiungersene uno che regoli l’esatta inclinazione del drone (trim).

Funzioni

Le funzioni inserite di default nei sistemi operativi della maggior parte dei droni sono essenzialmente due; il ritorno automatico e la cosiddetta headless mode. Nel primo caso si tenga presente che il drone può memorizzare le coordinate geografiche del luogo da cui è partito soltanto se dotato di GPS integrato. In questa evenienza, a prescindere dalle abilità tecniche del pilota, il macchinario farà sempre ritorno a casa.

La headless mode invece comunica al drone la necessità di muoversi solo ed esclusivamente in relazione alla posizione del pilota. Serve forse a questo punto un ulteriore chiarimento: dato che ciascuna macchina ha una parte anteriore ed una parte posteriore, i comandi, qualora questa funzione non venga inserita, saranno interpretati dal velivolo in modo tale da orientarsi sempre verso la sua stessa destra, la sua stessa sinistra, e così via.

A funzione inserita invece il pilota non dovrà ricordare che probabilmente la sua sinistra non corrisponde a quella del velivolo: il mezzo infatti si orienterà basandosi sulla posizione di chi lo comanda. Tale funzione, spesso presente nei modelli meno pregiati e paradossalmente non in quelli più evoluti, è utilissima (sicuramente più di quanto un lettore inesperto possa credere in questo momento).

Rara è poi la funzione follow me che consente al pilota di farsi letteralmente affiancare dal drone che si manterrà da lui ad una distanza sempre costante. Ovviamente più funzioni avrà il drone acquistato e migliori saranno la sua resa e la sua spendibilità (di contro però aumenterà di certo anche il suo prezzo).

Autonomia

Un altro aspetto molto importante per assicurarsi di acquistare un buon drone è la valutazione della sua capacità di autonomia. Partiamo dal presupposto che i droni non possono rimanere in funzione per lunghi periodi di tempo: in linea di massima infatti le loro performances non durano più di una trentina di minuti nel caso dei migliori modelli presenti sul mercato. I più scadenti invece restano attivi per circa una decina di minuti.

Perché un’autonomia tanto bassa? Semplice: i motori dei droni consumano davvero molta energia e le pile che li alimentano si esauriscono quindi abbastanza velocemente. Nella voce qui esaminata rientra poi anche un altro parametro ossia la cosiddetta distanza di volo. Solitamente i piccoli droni ad uso civile consentono ai loro piloti di spaziare in un’area compresa tra i 300 e gli 800 metri. Quando si acquista un modello dotato di GPS integrato inoltre è addirittura possibile pianificare punto per punto la rotta da tenere e, grazie al pilota automatico, arrivare a percorrere persino 50 chilometri in totale autonomia.

Sebbene la distanza di volo sia un criterio selettivo abbastanza importante, all’atto della scelta si dovrebbe sempre tenere presente che le leggi italiane prevedono che i droni non si allontanino mai dal campo visivo del loro pilota e che, soprattutto nel caso in cui si desideri realizzare delle riprese cittadine, si dovranno preventivamente ottenere tutti i permessi del caso. Ciò per dire che, a meno che chi legge non debba utilizzare il drone per motivi professionali, la distanza di volo è un fattore importante da tenere in considerazione, ma sicuramente non il prioritario.

Batterie

Come devono essere le batterie del drone ideale? Tanto l’apparecchio quanto il telecomando necessitano di pile, spesso alcaline. Esse apparterranno alla tipologia Li-Po o al massimo alla variante Li-Ion, saranno quindi leggere ed ultraperformanti. Per quanto riguarda il voltaggio invece molto dipende dalle dimensioni del marchingegno: un piccolo drone supporterà batterie a basso voltaggio (vale a dire sui 3-4 V), un velivolo più grosso invece necessiterà di voltaggi più elevati (14 V o più).

Un discorso simile varrà anche per l’amperaggio. Da tenere comunque sempre in considerazione sono poi i tempi di ricarica delle batterie, chiaramente nel caso in cui si opti per una scelta un po’ più ecologica rispetto alle normali usa e getta. Le pile ricaricabili ad alto amperaggio possono metterci un po’ a tornare utilizzabili e viceversa le meno potenti si caricheranno in tempi relativamente brevi.

Non bisogna però illudersi: nella migliore delle ipotesi le batterie ricaricabili su descritte impiegheranno circa 90 minuti a recuperare lo smalto perduto, nella peggiore invece saranno necessarie almeno tre ore per ottenere lo stesso risultato. Attenzione infine ai droni con batteria integrata: questi, presentano l’enorme svantaggio di non dare modo all’utente di caricare delle pile di scorta in quanto, al pari dei moderni smartphone, l’alimentazione non può essere rimossa.

Questo significa che, finita la carica, il drone atterrerà e non sarà utilizzabile per un periodo di tempo compreso tra i 90 minuti e le 3 ore. Il suggerimento, proprio per questo motivo, è quello di preferire sempre dei droni in cui sia possibile sostituire le batterie scariche.

Fotocamera

La fotocamera è ovviamente una parte importantissima del drone e come tale deve rispondere a precise caratteristiche. Consapevoli della necessità di molti utenti di utilizzare il macchinario per la realizzazione di riprese video o di suggestive fotografie, molte case produttrici offrono oggi ai clienti la possibilità di sostituire la fotocamera in dotazione con una più performante, come ad esempio una action cam.

Per portare a termine questa operazione in maniera semplice ed intuitiva e garantirsi comunque dei buoni risultati è necessario verificare a monte la facilità di montaggio della fotocamera sostitutiva. Essa tra l’altro deve essere in grado di cambiare angolazione all’occorrenza. I prodotti in tal senso migliori sono in genere dotati di stabilizzatore o sono stati assemblati in maniera tale da poterne montare almeno uno supplementare.

Gli stabilizzatori, torna utile saperlo, possono anche essere dotati di motore. La loro presenza si rivela spesso importantissima, soprattutto per fotografi, registi et similia: la qualità delle riprese infatti migliora, la possibilità di selezionare l’inquadratura diventa molto più alta del normale, i video scorrono in maniera fluida e senza grossi scossoni ed il lavoro finale è davvero degno di nota.

A prescindere da ciò, per avere comunque la certezza di acquistare un modello capace di regalarci molte soddisfazioni, bisogna esaminare anche la risoluzione della macchina fotografica. In linea di massima i modelli ad uso civile montano marchingegni le cui prestazioni non si discostano poi molto dalle semplici fotocamere digitali che ormai tutti possediamo. In genere la risoluzione per gli obiettivi installati sui droni varia dai 2 Mp ai 20 Mp.

Soprattutto i modelli più economici poi non prevedono specifiche relative all’ISO oppure all’angolo visuale delle lenti. Per poter usufruire di fotocamere di buon livello e che offrano la possibilità di un settaggio professionale è quindi necessario acquistare dei droni di fascia alta. Un discorso simile a quello fatto sinora vale anche per la risoluzione video.

In questo caso sarà utile però controllare in particolare la definizione e la quantità dei fotogrammi al secondo (fps). Inoltre si tenga presente che al giorno d’oggi anche i modelli più scadenti offrono la possibilità agli utenti di avviare riprese in Full HD o in 4 K. Ancora una volta comunque è necessario sottolineare che per ottenere dei video di buona qualità non si può far altro che acquistare droni di fascia alta.

Completano la stima della qualità della fotocamera anche alcuni parametri di più semplice valutazione come la memoria e l’integrazione mobile. Nel primo caso si tenga presente che se è vero che spesso nel package viene inclusa anche una scheda di memoria, è anche vero che questa ha in genere dimensioni eccessivamente ridotte (2 o 4 GB in genere). Il suggerimento in questo caso è quello di comprare in separata sede una Micro SD tenendo comunque in considerazione le indicazioni relative alle dimensioni massime supportate dal sistema.

Si consideri poi che ad oggi, pur acquistando un top di gamma, i droni montano al massimo Micro SD da 128 GB. Per quanto riguarda l’integrazione mobile infine dobbiamo qui precisare che si tratta di un particolare programma che, mediante l’installazione di un’apposita app, consente di visualizzare sul proprio smartphone, sul tablet o su apparecchi similari le riprese effettuate dal drone.

Esse possono essere gustate, per così dire, anche in tempo reale: ciò consente, se serve, di correggere le inquadrature o focalizzare la propria attenzione su un luogo anziché un altro. L’integrazione mobile inoltre permette anche di condividere foto e video sui social, di inviarli ad altri utenti e così via.

Stabilità

Per intuire quale possa essere la stabilità di un drone è necessario soffermarsi su diversi sottocriteri di giudizio ed esaminare quindi i rotori, gli assi e le generali dimensioni del sistema. Per meglio comprenderci iniziamo a precisare che con il termine “stabilità” in questo caso si indica essenzialmente la capacità del drone di mantenere durante il volo una certa rotta, ovviamente a meno che non gli venga comandato di abbandonarla.

Questo significa che l’apparecchio deve essere tanto leggero da librarsi in volo, ma anche sufficientemente pesante da resistere a vuoti d’aria e simili. Inoltre il suo peso dovrà sempre essere ben bilanciato su tutti i lati. Ma andiamo con ordine ed iniziamo ad esaminare nel dettaglio ciascuna delle componenti del drone citate poco prima: partiamo dai rotori.

Cos’è un rotore? Semplicemente un sistema di pale rotanti che, muovendosi in diversi sensi di marcia, permettono ai piloti di beneficiare della propulsione e del sostentamento di un velivolo. Al giorno d’oggi tutti i droni constano di almeno 4 rotori, scelta che consente di garantire al marchingegno una certa stabilità.

Il problema intimamente connesso a questo tipo di drone, detto anche quadricottero, è che nel caso in cui alcune eliche venissero accidentalmente danneggiate durante il volo, l’oggetto diventerebbe praticamente impossibile da controllare. Proprio per questo motivo i prodotti di fascia media constano di sei rotori abbastanza grandi.

Questo basta non soltanto a conferire al velivolo maggiore stabilità, ma anche a renderlo più potente e sicuramente più governabile in caso di guasti alle parti meccaniche o di improvvise condizioni climatiche avverse. Non mancano poi i droni ad otto rotori, chiaramente costosissimi, spesso caratterizzati da dimensioni considerevoli e perlopiù impiegati nell’ambito della produzione cinematografica.

Importanti ai fini del mantenimento della stabilità sono anche gli assi. Queste parti hanno la funzione di comunicare la propria posizione nello spazio al marchingegno che, come visto in precedenza, dovrà orientarsi sulla base dei comandi ricevuti dal pilota o dei programmi impostati prima della partenza. Gli assi in particolare comunicano informazioni al velivolo riguardo alla sua altitudine, alla posizione della testa, alla direzione della spinta di accelerazione e così via.

In genere le case produttrici progettano ormai modelli dotati di almeno sei assi allo scopo di rendere il volo dei loro droni quanto più stabile possibile. Un numero inferiore di assi, in passato molti progettisti non credevano che nel velivolo ne servissero più di tre, rende oltremodo problematico governare l’oggetto in presenza di forti folate di vento e comunque fa sì che esso si ribalti con un’eccessiva facilità anche in condizioni non esageratamente proibitive.

In ultimo, passando alle dimensioni, diciamo che esse hanno in qualche modo delle ripercussioni sul peso e, conseguentemente, sulla stabilità del mezzo in generale. Il discorso dimensioni comunque si collega anche al problema della portanza: quando questo valore è particolarmente elevato i droni possono raggiungere altezze maggiori e, soprattutto, muoversi velocemente e mantenere un certo equilibrio una volta in funzione.

La portanza è in qualche modo determinata dalla grandezza delle pale che, ovviamente, è sempre proporzionata alle dimensioni del velivolo: tutto torna insomma…

Materiali

Questa lunga lista di caratteristiche che un drone dovrebbe possedere per essere considerato di qualità non è ancora giunta al termine (ma ci siamo quasi). Uno degli elementi da tenere in considerazione sotto questo punto di vista è infatti il materiale di realizzo. Esso, chiaramente, determina il peso dell’oggetto, fattore che a sua volta ha una sua importanza e di cui abbiamo già discusso abbondantemente.

In linea generale tanto il telaio quanto la scocca ed ancora le eliche saranno sempre costruiti in materiale leggero: plastica per quanto riguarda i modelli più scadenti e fibra di carbonio nel caso in cui si abbia a che fare con un prodotto di una certa qualità. Urge a questo punto una piccola precisazione: la plastica oltre che meno performante è sicuramente anche più fragile rispetto alla fibra di carbonio.

La scelta di un velivolo costruito utilizzando un materiale e non l’altro può in qualche modo avere ripercussioni anche sulla reperibilità e sul costo di alcuni particolari ricambi. Il consiglio da questo punto di vista è quello di accertarsi sempre che, almeno le eliche e le loro protezioni, siano incluse nella confezione.

Marca

Ed ecco, come promesso, il punto conclusivo di questo lungo elenco. La marca di un drone costituisce a sua volta un fattore discriminante che riveste non poca importanza per la scelta del proprio velivolo. Questo criterio di valutazione è fondamentale poi per chiunque decida di acquistare il drone con fini professionali e lavorativi. Quali sono i marchi che garantiscono gli standard più elevati?

Sicuramente DJI, per poi proseguire con Parrot, oppure ancora con 3DR ed infine Yuneec. La marca diventa comunque meno importante se l’utilizzo che si prevede di fare del proprio drone è più hobbystico che altro o se si sceglie di acquistare un prodotto di fascia bassa semplicemente per imparare a pilotare o per prendere confidenza con questi dispositivi. Un ottimo rapporto qualità-prezzo in questo caso è rappresentato da marche quali Hubsan, UDI oppure ancora JJRC.

Drone: quanto costa?

Ed eccoci arrivati al punto dolente della questione: il prezzo del drone. Cominciamo col dire che, esattamente come avviene per tutti gli altri prodotti in commercio, anche questi velivoli possono avere un valore di mercato diverso in relazione a svariati fattori discriminanti: più o meno gli stessi che abbiamo appena finito di elencare.

Ha poi un suo peso nella definizione del prezzo anche la decisione dell’utente di rivolgersi a negozi fisici specializzati o di cercare l’affare online guardando ai principali siti di e-commerce ad oggi conosciuti. Detto ciò, possiamo affermare che il range di prezzi a cui è possibile acquistare un drone varia dalle 40 euro, costo abbordabilissimo, a ben oltre le 1000 euro.

Ad incidere in maniera più evidente sul costo finale dell’oggetto sono soprattutto l’autonomia di volo e la qualità delle batterie, elementi su cui ci siamo già lungamente soffermati. Inoltre a far lievitare il prezzo di questi dispositivi è la presenza di un buon GPS, nonché quella di un braccio pivotante adeguatamente stabilizzato e su cui è possibile installare la videocamera.

Migliori droni con e senza telecamera 2021: prezzi Parrot, Lily, Snaptain

1
SNAPTAIN SP500 1080P Drone con GPS Telecamera FHD, Trasmissione WiFi 5G, modalità...
  • Immagini e video FHD e trasmissione 5G WiFi: telecamera 1080P FHD obiettivo grandangolare a 110 ° con angolo regolabile, che cattura video e...
  • Ritorno automatico con GPS e volo più sicuro: il posizionamento GPS aiuta il drone SP500 a mantenere una altezza certa per catturare immagini...
  • Goditi il tuo volo: può volare a tuo piacimento utilizzando la modalità "Seguimi" o "Traccia un percorso" nello schermo di controllo dell'app...
  • Controllo dei gesti: il controllo gesti ti consente di posare davanti alla telecamera per attivare la presa di scattare foto e iniziare la...
  • Facile da usare e doppia autonomia di volo: è più facile per i principianti, dotato di funzioni come il posizionamento del navigatore...
2
SNAPTAIN A15F 1080P Drone con Telecamera FPV, Quadricottero WiFi con Tecnologia...
1.301 Recensioni
SNAPTAIN A15F 1080P Drone con Telecamera FPV, Quadricottero WiFi con Tecnologia...
  • Catturare i tuoi momenti in modo speciale: la telecamera HD 1080p con angolo regolabile manualmente a 120 ° e la funzione di trasmissione Wi-Fi...
  • Il miglior compagno di viaggio: può essere utilizzato come telecamera portatile per scattare foto / registrare video meraviglioso in modo rapido...
  • Posizionamento del flusso ottico: la tecnologia di posizionamento del flusso ottico è più stabile rispetto alla modalità hovering dei droni...
  • Un drone multifunzionale: il drone A15F ha tre velocità regolabili che puoi regolare alla massima velocità di volo in caso della presenza di...
  • Super portatile: il design del braccio pieghevole rende il drone compatto e facile da trasportare. Basta inserirlo nella borsa e portarlo con te....
3
Potensic Drone con Telecamera Drone GPS Professionale T25 FPV HD 1080P 120 °...
  • 【Drone Dual GPS】Questo drone telecamera professionale con il sistema GPS in dotazione, è possibile ottenere dettagli di posizionamento...
  • 【Con Valigetta da Trasporto】Con una custodia in alluminio argentata, puoi trasportarlo facilmente all'esterno. Due batterie per prolungare il...
  • 【Drone con Telecamera Grandangolare Regolabile】Il quadricottero della videocamera live HD 1080p (l'angolo della telecamera può essere...
  • 【Modalità Seguimi】Il drone con fotocamera traccia e cattura automaticamente ovunque ti muovi. Tenendoti sempre al centro dell'inquadratura,...
  • 【Distanza di Controllo Più Lunga e Volo Più Lungo】La distanza di controllo dal telecomando arriva fino a 300m, la capacità della batteria...
4
SNAPTAIN SP7100 4K GPS Drone con Telecamera UHD per Esperti, Quadricottero Pieghevole...
88 Recensioni
SNAPTAIN SP7100 4K GPS Drone con Telecamera UHD per Esperti, Quadricottero Pieghevole...
  • Telecamera 4K UHD e configurazione aggiornata: la telecamera professionale 4K UHD consente di acquisire immagini più nitide da diverse...
  • Ritorno a casa intelligente: con l'aiuto del posizionamento GPS, il drone tornerà automaticamente ai punti di partenza quando il drone ha perso...
  • Modalità di volo fantasia e più divertimento: SP7100 drone intelligente è dotato di modalità di volo interessanti e avanzate, come punti di...
  • Funzionamento facile e sicuro: il posizionamento del flusso ottico rende la posizione più precisa e il volo più stabile anche in una giornata...
  • Design accurato: telecomando e drone pieghevole rendono il volo all'aperto più conveniente. Il drone si spegnerà automaticamente se nessuna...
5
SNAPTAIN SP650 Drone con Telecamera 1080P FHD, Controllo Vocale, Controllo dei Gesti,...
1.717 Recensioni
SNAPTAIN SP650 Drone con Telecamera 1080P FHD, Controllo Vocale, Controllo dei Gesti,...
  • Drone con telecamera con viste migliori: la telecamera 1080P FHD cattura foto aeree e video 1920 X 1080 @ 25fps in maniera nitida. Telecamera con...
  • Controllo vocale e gestuale intelligente: il SNAPTAIN SP650 drone sono gli unici droni con controllo vocale intelligente e controllo gestuale....
  • Modalità di volo multiple: SP650 è un drone versatile. Può eseguire acrobazie come rotazione a 360 °, volo circolare e rotazione ad alta...
  • Facile da imparare: con un solo tocco, il drone decollerà / atterrerà o tornerà automaticamente indietro. Inoltre, è dotato di funzione...
  • Design più ponderati: per garantire sicurezza e divertimento, il drone SP650 è progettato con tecnologia di protezione fuori controllo e...
6
Drone con videocamera 4K HD, Stabilizzatore GPS per droni con videocamera...
  • 📷 【Fotocamera 4K 120 ° FOV regolabile a 90 °】 Obiettivo 4K UHD con 120 ° FOV, cattura ogni momento meraviglioso. Il telecomando può...
  • 🎥 【Trasmissione WiFi FPV a 5 GHz】 Il drone può essere collegato tramite WiFi, funziona con l'APP X-GPS, fornisce una trasmissione chiara...
  • 💙 【Volo senza preoccupazioni e drone per principianti】 Quando il drone ha perso il segnale WiFi o la bassa potenza, spegnere direttamente...
  • 💫 【Modalità di volo multiple adatte a più occasioni】 La funzione di mantenimento dell'altitudine garantisce un volo stazionario regolare...
  • 💯 【Precauzioni e miglior servizio di supporto al 100%】: fare riferimento alla Guida rapida e al manuale utente per la calibrazione, la...
7
SNAPTAIN A10 720P Mini Drone con Telecamera HD Pieghevole FPV Controllo Vocale,...
  • 【Immagini e video HD e funzione FPV】 Il mini drone pieghevole dotato di telecamera HD 720P, che cattura video di alta qualità e chiare foto...
  • 【Controllo vocale e gestuale intelligente】 Controlla il tuo drone con comandi vocali semplici come “take off", "landing", "left", "right",...
  • 【Voli divertenti multipli】 SNAPTAIN A10 è un drone multifuzioni, in grado di eseguire acrobazie come rotazione a 360 °, fly circolare e...
  • 【Facile da usare】 Ha la modalità sensore di gravità, la modalità di mantenimento dell'altitudine, la modalità senza testa, la funzione di...
  • 【Design pieghevole e doppia autonomia di volo】 Le lame pieghevoli e flessibili rendono il drone piccolo e portatile, 2 batterie modulari...
8
SNAPTAIN S5C 720P Drone con Telecamera HD FPV, Quadricottero WiFi Un Pulsante Decollo...
  • Telecamera HD e trasmissione FPV in tempo reale: il drone è dotata di una fotocamera 720P, che consente di scattare foto e video...
  • Facile da controllare: il drone Snaptain S5C è un drone eccellente che offre molte funzioni aggiuntive per i principianti. Con solo un pulsante,...
  • Modalità di seguire traiettoria di volo: basta di tracciare percorso di volo sullo schermo del telefono. Il drone S5C si sposterà nella...
  • Il drone ha modalità di hovering (Può scattare immagine e video eccellente), protezione di fuori controllo(Atterra automaticamente dopo la...
  • Protezione completa e batteria extra: con la protezione delle eliche, offrendo una maggiore sicurezza del drone, il materiale elastico in ABS...
9
Asbww | Drone GPS - Drone con Telecamera HD 1080p per Principianti, Quadricotteri RC...
604 Recensioni
Asbww | Drone GPS - Drone con Telecamera HD 1080p per Principianti, Quadricotteri RC...
  • 🔥 【Sistema GPS Avanzato】 -- Questo drone è equipaggiato con un sistema GPS avanzato, che lo fa tornare indietro quando la carica della...
  • 🔥 【Nessun bisogno di attestato né di registrazione】 -- Pesando meno di 250 grammi questi drone è leggero quasi quanto uno smartphone. Si...
  • 🔥 【32 minuti di volo 】 -- Fino a 32 minuti di volo. Il drone GPS, grazie alla sua potente batteria, durerà tre volte di più rispetto ad...
  • 🔥 【Immagini nette e nitide】 -- Io drone GPS monta una video/fotocamera HD1080p in grado di scattare foto e girare video aerei in HD1080p....
  • 🔥 【Garanzia di 1 anno】 -- Offriamo 1 anni di garanzia dopo l’acquisto. Inoltre, nel caso in cui tu non sia soddisfatto del drone saremo...
10
DJI Mini 2 Combo - Drone leggero e pieghevole, Gimbal a 3 assi con fotocamera 4K,...
649 Recensioni
DJI Mini 2 Combo - Drone leggero e pieghevole, Gimbal a 3 assi con fotocamera 4K,...
  • pack leggero, volare libero: a meno di 249 g, pesa circa quanto una mela ed entra nel palmo della mano; compatto e comodo, mini 2 è il vostro...
  • 3 assi gimbal con camera 4k: una telecamera da 12mp nel cielo offre contenuti garantiti per impressionare. insieme al video 4k/30fps e a un...
  • ocusync 2.0 trasmissione video: mini 2 supporta fino a 10 km di trasmissione video hd e ha eccellenti capacità anti-interferenza, dandovi la...
  • prestazioni potenti: con una durata massima della batteria di 31 minuti, dji mini 2 garantisce un tempo più che sufficiente per comporre lo...
  • 4x zoom: non c'è bisogno di avvicinarsi così tanto per lo scatto dei sogni. lo zoom digitale 4x rende più sicuro e comodo il passaggio tra...
  • quickshots: con pochi tocchi, dji mini 2 registra e gira automaticamente video di livello professionale da condividere direttamente sui social...
  • Risoluzione video: 4096_x_2160
Ti è stata utile questa recensione? Metti il tuo voto
[Totale voti]