Home » Guide » Epilatore laser o luce pulsata: quale utilizzare?

Epilatore laser o luce pulsata: quale utilizzare?

Epilazione definitiva: laser o luce pulsata? Quale delle due tecniche potrebbe garantire risultati migliori? Se lo chiedono molte donne, stufe di provvedere mensilmente alla ceretta o di imbracciare il rasoio due volte a settimana. Vediamo allora di mettere a confronto queste due opzioni entrambe contraddistinte da un lungo periodo di efficacia.

Epilazione definitiva laser o luce pulsata: un confronto

Epilazione definitiva laser o luce pulsata: il confronto è spontaneo, quasi istintivo nella mente di molte donne che da tempo raccolgono informazioni sulle due opzioni. In effetti la confusione si origina dalla somiglianza tra le due tecniche epilatorie. In entrambi i casi infatti siamo dinnanzi a soluzioni che funzionano grazie al ricorso ad un fascio di energia luminosa che riesce a trasformarsi in energia termica.

A distinguere una soluzione dall’altra è soltanto la lunghezza d’onda del raggio di luce emesso dalle diverse apparecchiature. Nel caso del laser i macchinari producono un solo tipo di luce che quindi ha una lunghezza d’onda stabile e ben definita. Tale luce viene prontamente assorbita dalla melanina che giace su ciascun bulbo pilifero rendendo più facile il processo di epilazione.

Nel caso della luce pulsata invece il raggio luminoso utilizzato si compone di tutte le lunghezze d’onda possibili, filtrate per ottenere dei risultati validi dal punto di vista estetico. Tanto al laser quanto alla luce pulsata ci si accosta sempre dopo aver accuratamente pulito la zona da trattare e dopo aver preventivamente depilato la parte grazie a tecniche tradizionali. Ciò perché il fascio di luce di cui sopra  per poter produrre dei risultati dovrà raggiungere il follicolo e la presenza di peluria più o meno rada potrebbe ostacolare il processo.

In linea generale perciò le estetiste ti raccomanderanno di non procedere all’eliminazione dei peli superflui per circa un mese. Nei due giorni che precedono l’appuntamento con la specialista provvederai ad una rasatura blanda delle zone interessate. Dopo esserti sottoposta al trattamento però per circa un mese sarà necessario rinunciare all’idea del mare e della tintarella.

Pelle delicata o abbronzata

Chi ha una pelle delicata non può fare a meno di chiedersi se un dato trattamento sia o meno adatto alle esigenze della sua cute. Nel caso dell’epilazione laser, così come in quello della luce pulsata, non esistono controindicazioni di sorta. Ciò perché i macchinari presenti nei saloni estetici permettono di calibrare la potenza del raggio di luce emesso in funzione della reattività mostrata dalla cute.

Chi invece ha una pelle che tende a macchiarsi deve sottoporsi ad entrambi i trattamenti con una certa cautela. Iniziamo dal caso dell’epilazione laser. Questi fasci di luce possono essere prodotti da alessandrite o dal cosiddetto neodimio yag. La prima opzione meglio si adatta ai fototipi particolarmente chiari, l’ultima ai fototipi molto scuri. La luce pulsata invece è una tecnica tendenzialmente meno indicata per proteggere la pelle dal pericolo di iperpigmentazione e quindi dalla formazione di antiestetiche macchie scure.

Ad incrementare ulteriormente la possibilità che la cute si tinga di piccole chiazze è poi l’esposizione indiscriminata ai raggi del sole, magari immediatamente dopo aver subito il trattamento. Ciò vale per entrambe le tecniche epilatorie. Per quanto riguarda la pelle abbronzata infine diciamo che non esistono particolari controindicazioni, né nell’uno né nell’altro caso. Il trattamento più efficace però è quello basato sull’uso del laser al neodimio yag.

Durata delle sedute

Epilazione definitiva tramite laser o luce pulsata: quanto dura una seduta? Beh, dipende. Nel caso del laser il trattamento è in genere più veloce. Ciò perché il fascio di luce penetra la cute e raggiunge il follicolo pilifero sino ad incenerirlo o, quanto meno, ad inaridirlo. Questo accade perché la melanina contenuta nel pelo attira ed assorbe il laser permettendogli di raggiungere il bulbo nel breve termine. Da qui la maggiore efficacia del trattamento sui soggetti che presentano peli grossi e scuri o su zone quali l’inguine e le ascelle. Va da sé che, per lo stesso motivo, un fototipo chiaro dovrà insistere un po’ di più per potere ottenere dei risultati apprezzabili.

La luce pulsata invece viene assorbita tanto dal pelo quanto dalla cute. Al fine di evitare scottature e danni dermatologici, il fascio di luce viene quindi depotenziato. In linea di massima perciò il laser consente, soprattutto in presenza di determinate caratteristiche genetiche, di sottoporsi ad un trattamento decisamente più rapido ed efficace.

Epilazione definitiva laser o luce pulsata: qualche dettaglio

Il laser sconfigge il problema dei peli superflui in 8/12 sedute, mentre avvalendosi della luce pulsata sarà necessario recarsi dall’estetista per una quindicina di volte prima di poter scorgere dei risultati soddisfacenti. Se poi sei un uomo sappi che la luce pulsata potrebbe non riuscire a produrre sul tuo corpo tutti gli effetti sperati: meglio allora ricorrere al laser. Attenzione poi ad un piccolo particolare: i peli più duri a morire andrebbero trattati dal medico e non dall’estetista.

La prima categoria professionale ha infatti la possibilità di maneggiare apparecchi decisamente più potenti e, come tali, pensati per poter meglio fronteggiare le sfide ardue. Rivolgendosi a priori al medico estetico quindi sarà anche possibile ridurre il numero di sedute necessarie a completare il trattamento.

Se invece vuoi sapere quante sedute ti occorrerebbero per risolvere il problema tramite l’impiego di apparecchi laser o a luce pulsata per uso domestico, sappi che non si tratta di un numero quantificabile. Questi gingilli infatti non ti permetteranno mai di ottenere un’epilazione permanente. Ciò perché, per legge, la potenza del fascio di luce utilizzato è in questi casi molto ridotta rispetto a quella adoperata dall’estetista e, soprattutto, dal medico estetico.  Infine vorrai sapere forse se l’epilazione definitiva laser o luce pulsata siano molto dolorose. Per fortuna no, ma entrambe possono arrecare qualche fastidio soprattutto nelle zone più delicate del corpo o quando arriva il ciclo.