Estattore di succo o centrifuga?

Centrifuga o estrattore di succo? In quanti si pongono questa domanda una volta giunti in negozio per acquistare uno dei due macchinari? Il dubbio nasce probabilmente dal fatto che in molti sostengono che il succo di frutta o di verdura ricavato per mezzo degli estrattori sia non solo migliore dal punto di vista del gusto, ma anche consigliabile dal punto di vista della salute perché più ricco di tutte quelle vitamine, quegli enzimi e quelle sostanze nutrienti contenute nei vegetali che tanto bene fanno al nostro corpo.

Per quanto possa essere vero che un estrattore sia capace di preparare sul momento una bevanda con tutte queste caratteristiche, è anche vero che ancora oggi, checché ne possano dire gli esperti o i presunti tali, nessuno studio scientifico ha effettivamente sancito il primato della centrifuga sull’estrattore e quindi di un succo sull’altro.

Insomma a questo punto per dare un consiglio sensato a chi legge non resta altro da fare se non affidarsi alle prove empiriche ed agli esperimenti condotti in prima persona. Nelle prossime righe allora esprimeremo la nostra personalissima opinione in merito alla domanda “centrifuga o estrattore di succo: cosa scegliere?”.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Centrifuga vs estrattore: quale scegliere?

Partiamo dal presupposto che tanto la centrifuga, quanto l’estrattore di succo vengono utilizzati per ottenere la stessa identica cosa: un trito più o meno liquido di frutta e verdura. Quello che ne viene fuori insomma altro non è che una bevanda sana e rinfrescante particolarmente adatta a coloro i quali volessero concedersi uno spuntino light, ai vegani ed ai crudisti, agli sportivi oppure ancora ai bimbi che notoriamente non hanno poi tanta passione per i vegetali.

I succhi così ottenuti sono molto simili, se non altro per ricchezza nutritiva e salubrità, ma non possono dirsi del tutto uguali. Le differenze tra l’uno e l’altro risiedono innanzitutto nella densità della bevanda (lo spremiagrumi elettrico ci consegna in genere un beverone molto più corposo) e nella temperatura (dall’estrattore di succo, contrariamente a quanto accade utilizzando l’altro elettrodomestico, si ottiene sempre una bibita fresca).

A cosa si devono queste differenze? Beh, sicuramente al criterio con cui i due robot da cucina sono stati progettati ed ai meccanismi responsabili del loro funzionamento. La centrifuga infatti è stata ideata per lasciar girare ad alte velocità delle lame parecchio affilate le quali, dopo qualche rotazione, iniziano a spezzettare gli ingredienti introdotti nel corpo macchina scindendo quindi il succo dalla polpa.

La forza, per l’appunto centrifuga, che agisce in questo piccolo elettrodomestico convoglia la parte fibrosa di frutta e verdura verso dei cestelli a sé stanti. Questo prodotto, diciamo di scarto anche se tale non è, può essere buttato via o, in alternativa, essere riutilizzato in cucina in mille modi differenti (magari per la preparazione di contorni, frullati, sughi e quant’altro). Contemporaneamente la parte liquida ottenuta durante la lavorazione va a finire in un altro serbatoio o nel bicchiere che l’utente avrà piazzato in corrispondenza di un apposito beccuccio (molto dipende dal modello di centrifuga acquistato).

L’estrattore si avvale invece di un paio di lame, in genere di grosse dimensioni, che funzionano un po’ come delle viti: esse girano in continuazione seguendo un asse orizzontale o verticale (anche in questo caso molto dipende dai modelli) pressando gli ingredienti introdotti nel corpo macchina e, a furia di pigiare la frutta o la verdura, traendo un ottimo succo dagli ingredienti in lavorazione. E’ chiaro che nel primo caso il prodotto finito sarà il risultato dell’azione di un robot che spezzetta gli ingredienti ma non li trita, cosa che aumenta la corposità del succo.

Tra l’altro la centrifuga, lavorando sempre ad alte velocità (le lame possono compiere anche 18 mila giri al minuto), riscalda la vaschetta in cui stazionano gli ingredienti e, non sorprende quindi che consegni all’utente una bevanda che non può essere mai fresca. In virtù del suo stesso principio di funzionamento, per contro, l’estrattore non lascia residui corposi nel succo che è quindi puro al 100%, non riscalda la bevanda (sono appena 100 le rotazioni che è in grado di compiere in un minuto, rotazioni del tutto insufficienti a sviluppare calore nel corpo macchina) e produce una bibita dal sapore un po’ meno gommoso rispetto a quella consegnata dalla centrifuga.

Salute: meglio i centrifugati o i succhi ricavati dall’estrattore?

opinioni migliore centrifuga in commercio

A questo punto la domanda nasce spontanea, soprattutto tra gli utenti che hanno deciso di acquistare l’uno o l’altro macchinario qui in esame per meglio prendersi cura di sé stessi e della propria salute: i succhi ricavati dall’estrattore sono più salubri rispetto ai centrifugati o è vero il contrario?

Partiamo dalla prima delle due differenze riscontrate tra un prodotto e l’altro: la corposità. Iniziamo col dire che il succo, paradossalmente, contiene di certo quantitativi di vitamine inferiori rispetto alla polpa. Sotto tale punto di vista quindi non possiamo che assegnare la vittoria alla centrifuga.

Tra l’altro, oltre all’elemento salutistico, in questo caso bisogna tenere conto anche di fattori contingenti come le naturali preferenze dell’utente: ad alcuni piace ad esempio sentire in bocca la consistenza della polpa, ad altri un po’ meno. In ultimo, per quanto riguarda la corposità del succo diremo anche che prima di scegliere tra l’una e l’altra macchina è sempre bene valutare quale possa essere l’uso che si intende fare di questi due elettrodomestici: soltanto lo spremiagrumi elettrico offre la possibilità infatti di scindere polpa e succo ricavando dalla prima dei contorni o degli ottimi piatti e dall’altro una buona bevanda o una base perfetta per un cocktail.

L’altra differenza sostanziale tra il succo ricavato dalla centrifuga e quello ottenuto dall’estrattore risiede, come abbiamo visto, nella temperatura delle due bevande. Alcune teorie scientifiche vorrebbero che il calore disgregasse le vitamine, gli enzimi e tutte le sostanze nutritive presenti in frutta e verdure. Sebbene il mondo della scienza non abbia mai espresso pareri universalmente concordi in proposito, potremmo dire che in questo caso l’estrattore di succo ha la meglio sulla centrifuga. Praticamente 1-1 e palla al centro…

Ulteriori differenze: centrifuga contro estrattore di succo

prezzi miglior estrattore di succo a freddo

Adesso che abbiamo scandagliato tutte le caratteristiche tecniche che differenziano le due macchine qui in esame, che ne abbiamo scoperto i principi di funzionamento e che abbiamo confrontato i loro prodotti finali, possiamo passare al vaglio le diversità che caratterizzano i due dispositivi da un punto di vista un po’ più empirico. Dopo questa ulteriore analisi potremo finalmente pronunciarci ed indicare a chi legge se, almeno a nostro modesto parere, i due elettrodomestici si equivalgano o se uno predomini sull’altro.

Iniziamo quindi ad esaminare le caratteristiche funzionali di questi prodotti:

  • Potenza: se le centrifughe arrivano ai 1000W, gli estrattori in genere hanno una potenza compresa tra i 200 ed i 400W. Questo significa che nel primo caso il succo sarà pronto in 5 minuti al massimo, nell’altro ne occorreranno una quindicina circa. Non necessariamente però l’estrattore consumerà meno della centrifuga: molto dipende infatti dai tempi d’azione e dallo sforzo sostenuto dal motore. La potenza, come è già stato accennato in precedenza, incide insieme alla velocità sulla temperatura finale della bevanda e quindi sulle sue caratteristiche organolettiche.
  • Velocità: sono circa 15 mila se non di più i giri al minuto compiuti mediamente da una centrifuga, vanno da 40 a 100 quelli realizzati invece da un estrattore. Quest’ultimo, almeno secondo alcune teorie, proprio grazie alla sua lentezza, produrrebbe succhi più salubri.
  • Capacità estrattiva: mediamente l’estrattore ricava circa il 20% in più di succo rispetto alla macchina, per così dire, rivale. Ciò si potrebbe anche tradurre in un risparmio economico se in un giorno si necessitasse di ingenti quantitativi di bevanda. Sul mercato comunque sono state recentemente lanciate delle centrifughe ad alta resa che si caratterizzano per la loro capacità di ridurre notevolmente questo divario. Esse infatti permettono all’utente di recuperare circa il 10% del succo che sarebbe andato perduto utilizzando macchinari similari ma meno performanti.
  • Sapore: meglio corposo o liquido? Da questo punto di vista l’unico parametro di giudizio è il gusto e quindi la preferenza individuale: non esiste insomma una macchina capace di produrre una bevanda universalmente più apprezzata o apprezzabile.
  • Fibre: la centrifuga, al contrario dell’estrattore, distrugge un alto quantitativo di fibre in virtù del suo stesso principio di funzionamento. In ogni caso però in percentuale tali sostanze sono contenute nei due succhi in quantità pressoché paragonabili. In ogni caso, per tutelare al meglio la propria salute, sarebbe consigliabile non solo bere frutta e verdura, ma anche inserire questi vegetali nell’alimentazione quotidiana pure nella loro forma solida.
  • Manutenzione: l’estrattore, soprattutto se a lama orizzontale, non è proprio semplicissimo da tenere pulito. La centrifuga, sebbene smontabile in ogni sua parte, richiede un bel po’ di tempo per portare a termine la stessa operazione. La scelta al lettore.
  • Comodità di utilizzo: in via generale possiamo dire che la centrifuga consta di meno pezzi e, se il boccaglio ha la giusta dimensione, consente di introdurre gli ingredienti senza sbucciarli e senza ridurli in piccole parti. Inoltre esso è solitamente più semplice da tenere pulito. L’estrattore invece presenta qualche difficoltà in più nel momento in cui si necessita di montarlo o smontarlo e tra l’altro molti scarti restano spesso incuneati nelle viti. Anche in questo caso la scelta tra le due macchine resta incombenza del lettore.
  • Silenziosità: dobbiamo dire a priori che ad oggi sul mercato non esiste una centrifuga silenziosa, ma è semmai possibile trovare prodotti meno rumorosi di altri. Gli estrattori invece sono solitamente capaci di funzionare senza produrre il minimo rumore.

Centrifuga o estrattore di succo: chi vince?

Ed eccoci finalmente giunti al paragrafo finale di questo breve articolo, paragrafo in cui esprimeremo il nostro personalissimo parere su quale elettrodomestico tra l’estrattore di succo e la centrifuga possa essere considerato migliore rispetto all’altro. Iniziamo precisando che prima di mettere mano al portafogli è sempre bene chiedersi se l’acquisto di uno dei due robot sia finalizzato a scopi ben precisi che vadano oltre la preparazione di una semplice bevanda.

In particolare quindi sarebbe bene chiarirsi le idee in merito alla volontà di ricavare dei semplici succhi o degli estratti genuini, di destinare all’acquisto un budget piuttosto che un altro, di ottenere delle bevande a base di frutta o anche di verdure, di destinare l’apparecchio ad un uso domestico o professionale e quant’altro.

A questo punto, anche alla luce di tutte le informazioni fornite nel corso dell’articolo, riteniamo che la sfida tra le due macchine possa chiudersi in pareggio: entrambe infatti garantiscono ottime prestazioni, preparano succhi che per un verso o per un altro fanno bene alla salute, assicurano all’utente una durevolezza più o meno interessante e quant’altro.

Per scegliere insomma se acquistare una centrifuga o un estrattore chi legge dovrebbe esclusivamente basarsi su criteri selettivi personali, verificati magari leggendo la precedente parte dell’articolo o provando entrambe le bevande in prima persona.

Migliori estrattori e centrifughe 2021

ORA IN OFFERTA1
Centrifuga Frutta e Verdura, Estrattore di Succo con...
2.644 Recensioni
Centrifuga Frutta e Verdura, Estrattore di Succo con...
  • ✔ Sano Delizioso Succo - Estrae fino al 26% di...
  • ✔ Scivolo largo da 65mm e facile pulizia - Si...
  • ✔ Modalità a tre velocità per frutta e verdura...
2
Centrifuga Frutta e Verdura, 600W Estrattore di Succo a...
2.074 Recensioni
Centrifuga Frutta e Verdura, 600W Estrattore di Succo a...
  • 【Nuova Versione Aggiornata】2020 La lama per...
  • 【Grande Risparmio Di Tempo E Facile Da...
  • 【Velocità Di Succo Professionali】Le...
3
Centrifuga Frutta e Verdura, 800W Estrattore di Succo...
  • 【Potente 800W Centrifuga】➤Rispetto ad altri...
  • 【Risparmia Tempo】➤Centrifuga frutta e...
  • 【Facile da Pulire】➤Centrifuga di succo...
4
Centrifuga Frutta e Verdura, Estrattore di Succo Freddo...
  • 🍎【Potente 800W Centrifuga】➤Rispetto ad...
  • 🍈【Risparmia Tempo】➤Centrifuga frutta e...
  • 🍉 【Facile da Pulire】➤Centrifuga di succo...
5
AICOOK Centrifuga Frutta e Verdura, Estrattore di Succo...
  • [Perché scegliere AICOOK estrattore di succo]...
  • [2 velocità per frutta e verdura] "I" bassa...
  • [Facile da pulire e assemblare] Lo spremiagrumi...
ORA IN OFFERTA6
Philips HR1836/00 Centrifuga per Frutta e Verdura dal...
1.782 Recensioni
Philips HR1836/00 Centrifuga per Frutta e Verdura dal...
  • Centrifuga fino a 1.5 l per volta
  • Tecnologia QuickClean con setaccio liscio e...
  • Pulizia rapida grazie all'assemblaggio...
ORA IN OFFERTA8
Centrifuga Frutta e Verdura, Aicook 2021 Estrattore di...
542 Recensioni
Centrifuga Frutta e Verdura, Aicook 2021 Estrattore di...
  • 【Perché Scegliere Aicook Centrifuga】Estrae...
  • 【Risparmia Tempo】Si adatta alla frutte e...
  • 【3 Velocità】"P" per massima velocità , "I"...
ORA IN OFFERTA9
Moulinex JU3701 Frutelia+, Estrattore di Succo a...
1.863 Recensioni
Moulinex JU3701 Frutelia+, Estrattore di Succo a...
  • Ampia apertura per inserire pezzi di grandi...
  • Facile da pulire: componenti amovibili e lavabili...
  • Potenza: 350 W
10
Twinzee Centrifuga Frutta e Verdura Professionale -...
1.456 Recensioni
Twinzee Centrifuga Frutta e Verdura Professionale -...
  • BANCHETTATE MIGLIORANDO LA VOSTRA SALUTE - La...
  • TRAETE IL MEGLIO DA OGNI FRUTTO E VERDURA -La...
  • GUADAGNATE TEMPO - Usate nella centrifuga dei...