Forni a microonde

Il forno a microonde è uno degli elettrodomestici in assoluto più presenti nelle nostre cucine. Il suo successo si deve, senza ombra di dubbio, alla velocità con cui riesce a cuocere e riscaldare svariati cibi nonché al basso consumo energetico che esso è in grado di garantire. Questo dispositivo inoltre consente di scongelare all’ultimo momento un piatto gelosamente custodito in freezer e di sopperire alle funzioni del normale forno elettrico o della cucina a gas.

Il dispositivo in esame, non a caso, consente infatti all’utente di scegliere tra la funzione grill, ventilata e la normale regolazione di potenza. I modelli più evoluti poi offrono anche dei programmi innovativi non presenti in altri forni di più vecchia concezione. In poche parole insomma le mansioni di più elettrodomestici si sono fuse e condensate in un unico marchingegno capace di assicurare a chi lo possiede un grande risparmio di tempo, spazio e denaro.

Unico accorgimento richiesto? All’interno di questo utile elettrodomestico andranno collocati soltanto contenitori specifici per i forni a microonde e, soprattutto, non verranno mai posizionati oggetti in metallo che, in quanto capaci di riflettere le microonde presenti nel dispositivo, possono intaccare le varie componenti elettroniche qui presenti danneggiando irreparabilmente questo gioiellino per cucine.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Le funzioni del forno a microonde

Il forno a microonde, come si accennava già in precedenza, può essere programmato in svariate modalità consentendo così agli utenti di cucinare al suo interno qualunque genere di cibo e pietanze. Vediamo quindi nel dettaglio quali sono le proposte contemplate di default:

Funzione grill

La funzione grill consente di grigliare i cibi esattamente come si farebbe con un forno tradizionale. Il microonde in questo caso è stato modificato infatti in modo da consentire ai tecnici di installare anche un dispositivo in grado di erogare raggi infrarossi, gli stessi che vengono normalmente utilizzati per dorare o gratinare la crosta degli alimenti. Il risultato finale? Ottimo!

Funzione crisp

Probabilmente non sono in molti a conoscere questa funzione anche perché essa è presente soltanto nei forni di più moderna concezione. In sostanza essa fonde, è proprio il caso di dirlo viste le temperature raggiunte, la cottura grill, quella a forno ventilato ed il potere del semplice microonde. Cosa se ne ricava? Una cucina molto gustosa e saporita e dei piatti spesso impreziositi da un’adorabile crosticina croccante!

Ma esaminiamo più dettagliatamente gli effetti che i vari tipi di cottura contemplati nella funzione crisp hanno sugli alimenti. Iniziamo col dire che grazie al programma di ventilazione i cibi si disidratano uniformemente ma soltanto negli strati più superficiali. Ciò serve a mantenere umido l’interno delle pietanze. Grazie al grill invece la parte più esterna del piatto forma la saporita crosticina di cui sopra mentre il microonde accelera i tempi di cottura (cosa che contribuisce a ridurre notevolmente gli sprechi energetici e viene ovviamente incontro alle esigenze di chi va sempre di fretta).

Perché la funzione crisp possa essere attivata però è necessario utilizzare la speciale teglia in dotazione con il forno, il cosiddetto piatto crisp, interamente realizzato con composti anti aderenti che convogliano il calore sviluppato all’interno dell’elettrodomestico sugli alimenti diffondendolo sempre in maniera omogenea. L’accessorio abbinato a questa funzione consente inoltre di far lievitare i composti e persino di friggere le pietanze: scusate se è poco!

Funzione ventilata

Al pari dei forni elettrici, anche il forno a microonde consente di optare per il programma con ventilazione. Ciò avviene grazie all’azione di una ventarola montata sul corpo dell’oggetto e posta in genere nella parete speculare allo sportellino. Questa funzione consente di utilizzare l’apparecchio esattamente come si farebbe con un normale forno elettrico ma comunque sfruttando tempi di lavoro molto ridotti rispetto al solito.

Il programma in questione poi permette all’utente di cuocere gli alimenti in modo che si formi una patina croccante che avvolga l’intera superficie dei cibi (e quindi non più soltanto gli strati superiori). Il microonde con funzione ventilata quindi ben si adatta soprattutto alla preparazione degli arrosti, della carne in genere, del pesce, della pasta e di vari contorni a base di verdure. Questo sistema di cottura però non è per niente consigliato nel caso in cui si desideri cuocere qualche alimento che contenga del lievito (anche se paradossalmente questa regola non vale per i biscotti).

 

Il forno a microonde: meglio sceglierlo da appoggio o da incasso?

Al giorno d’oggi molti mobilifici propongono ai loro clienti delle cucine con apposito scasso per microonde. Tuttavia, prima di cedere alle lusinghe delle mode attuali, è sempre meglio riflettere sui pro ed i contro legati alle proprie decisioni. In queste poche righe quindi aiuteremo chi legge a risolvere definitivamente il dilemma.

Partiamo dal presupposto che i forni da appoggio hanno spesso dimensioni molto contenute e che sono quindi particolarmente adatti ad essere trasferiti da un luogo all’altro della cucina o, perché no, prestati ad amici e parenti che ne abbiano momentaneamente bisogno. Normalmente, tanto per farsi un’idea un po’ più precisa, questi forni hanno una capacità compresa tra i 18 ed i 30 litri. Ciò significa che consentono la cottura di una quantità ridotta di alimenti.

Essi in sostanza ben si adattano alle esigenze dei singles o delle giovani coppie. Quanto sinora affermato è un limite o un vantaggio? Beh, in questo caso sarà l’utente a propendere per l’una o l’altra opzione in funzione delle sue esigenze personali. In ogni caso, prima di pronunciarsi, bisogna sottolineare che la dimensione dei forni da appoggio e la facilità con cui questi piccoli elettrodomestici possono essere trasportati non sono le uniche caratteristiche da tenere in considerazione all’atto dell’acquisto.

I dispositivi in esame infatti devono poter essere posizionati sempre in maniera tale che tra il forno e le pareti ci siano almeno 5cm di distanza e, soprattutto, che al di sopra dell’elettrodomestico non ci sia niente o, quanto meno, che almeno i primi 30cm che sovrastano l’oggetto siano liberi da ingombri di ogni genere e tipo.

I forni a microonde studiati per essere incassati invece sono ovviamente meno soggetti a restrizioni riguardanti la vicinanza ad altri oggetti o alle pareti: essi infatti vengono installati proprio in un’apposita nicchia scavata nella cucina. I forni da incasso hanno normalmente dimensioni un po’ più grandi rispetto ai dispositivi free standing prima descritti: di solito infatti essi hanno una larghezza stimata in circa una sessantina di centimetri, mentre la loro altezza si aggira sui 30 o al massimo 35 centimetri.

La capacità di questi dispositivi, gioco forza, è quindi superiore rispetto a quella vantata dai forni da appoggio e si aggira sui 35 litri. In poche parole quindi essi sono più adatti a chi non ha grossi problemi di spazio ed alle famiglie medio-grandi.

Per quanto riguarda le funzioni, i programmi e le prestazioni queste due tipologie di forno a microonde possono dirsi in tutto e per tutto equivalenti. In poche parole insomma non è possibile affermare che una variante sia indiscutibilmente migliore rispetto all’altra. A questo punto quindi, fatta eccezione per criteri di scelta basati sulla valutazione degli spazi disponibili e sulle esigenze degli utenti (altro è cucinare per un single, altro per una famiglia numerosa), la discriminante tra forno portatile e da incasso è tutta nel gusto personale.

Come funziona un forno a microonde?

Un forno a microonde funziona chiaramente in maniera molto diversa rispetto ad un forno tradizionale: non si spiegherebbe altrimenti la differenza di prestazioni tra questi due oggetti. Nel caso in esame le microonde prodotte dall’apparecchio sono in grado di penetrare all’interno di qualsiasi pietanza e, fatto ciò, di agire sulle molecole di acqua intrappolate al suo interno. I liquidi presenti nei cibi iniziano così a sobbollire regalando all’utente un piatto che abbia una cottura interna più che omogenea.

Questo genere di cottura somiglia un po’ a quella che si ottiene lessando un qualsiasi alimento in pentola con l’unica differenza che le sostanze nutritive qui contenute non si disperdono nel recipiente ma restano incamerate nei cibi e quindi ingerite. All’esterno invece non è raro, in base al programma per la cottura selezionata, che si formi una patina croccante derivante dalla sostanziale disidratazione delle parti più superficiali degli alimenti.

Il forno a microonde in sostanza è quindi un elettrodomestico in grado, grazie alla sua tecnologia, di restituire dei piatti dal sapore intenso e gustoso. Proprio le microonde però hanno negli anni insospettito alcuni studiosi i quali, a seguito di alcuni programmi di ricerca e di svariati esperimenti condotti, sostengono oggi che il dispositivo possa essere dannoso per la salute se non addirittura cancerogeno.

Le microonde utilizzate infatti sono le stesse impiegate per effettuare delle radiografie ed alla lunga potrebbero influire negativamente, così dicono gli esperti, sul benessere degli utenti. Non è questa ovviamente la sede per disquisire su tale ipotesi. Spetta infatti a chi legge il compito di eseguire tutte le ricerche del caso, di valutare la situazione e di prendere la sua decisione: il nostro compito invece è solo quello di informare.

Prezzi

Un forno a microonde, al pari di tutti gli altri elettrodomestici che popolano le nostre cucine ed in generale di tutti i prodotti presenti sul mercato, può avere un costo diverso in relazione a differenti discriminanti prese in considerazione. Una prima variabile è chiaramente la marca di quest’oggetto: i brand blasonati immetteranno sul mercato dispositivi sicuramente meno economici rispetto a quelli prodotti da aziende ancora sconosciute.

Il problema in questi casi è però che a fronte di un risparmio nell’immediato, scegliendo chiaramente un articolo non di marca, si rischia di avere a che fare con un oggetto di scarsa qualità o di incappare nel solito problema dell’irreperibilità dei centri assistenza dedicati o degli eventuali pezzi di ricambio nel tempo necessari.

Fortunatamente chi vuole risparmiare qualcosa non per forza dovrà optare per un forno a microonde di dubbia provenienza e di scarsa qualità. Molte grosse aziende attive nel settore dell’ideazione, della produzione e della commercializzazione di elettrodomestici infatti hanno ormai adottato stabilmente la politica della differenziazione dei loro stessi prodotti.

In poche parole un grosso marchio spesso lancia sul mercato la linea economica e la linea deluxe di uno stesso oggetto. Acquistando un prodotto di marca, ma comunque economico, si ha sicuramente qualche garanzia in più rispetto al caso sopra illustrato. Altre discriminanti da tenere in considerazione poi riguardano le generali dimensioni dell’elettrodomestico, le funzioni che esso è in grado di garantire, la dotazione più o meno ricca di accessori, la tipologia di appartenenza e quant’altro.

Influisce infine sul prezzo finale dell’oggetto anche la scelta di acquistare in centri specializzati oppure da rivenditori online (in quest’ultimo caso è più probabile concludere dei buoni affari). Detto ciò, si può tranquillamente affermare che il costo di un forno a microonde oscilla in media tra la cinquantina di euro circa e ben oltre le 250 euro: tutto dipende a questo punto dalle scelte e dalle esigenze dall’utente…

Migliori forni a microonde 2019

1
Candy Microonde CMXG20D - Grill e App Cook-in, 20L, 40 Programmi Automatici, 700 W,...
1.285 Recensioni
Candy Microonde CMXG20D - Grill e App Cook-in, 20L, 40 Programmi Automatici, 700 W,...
  • Cook-in App: applicazione per smartphone e tablet che offre consigli, trucchi, ricette e informazioni sugli alimenti
  • 40 programmi automatici, compresi quelli dedicati agli alimenti per bambini e all'alimentazione sana
  • Possibilità di disattivare i principali suoni del microonde
  • Funzione Eco: modalità risparmio energetico con spegnimento del display
  • Piatto girevole di grandi dimensioni (24,5 cm)
2
Samsung MG23F302TAK Forno a Microonde, 800 W, Grill 1100 W, 23 l, Piatto rotante in...
841 Recensioni
Samsung MG23F302TAK Forno a Microonde, 800 W, Grill 1100 W, 23 l, Piatto rotante in...
  • Ricette pre-impostate: cucina una gran varietà di cibi freschi con le ricette automatiche
  • Grill: come tocco finale, regala una doratura omogenea alle tue pietanze
  • Un forno pulito: tutti I forni Samsung hanno rivestimento interno in ceramica, per essere puliti con semplicità
  • ECO Friendly: grazie alla modalità ECO riduci I consumi e fai bene all'ambiente
  • Extra: Griglia, Funzione ECO, rivestimento in ceramica
  • Piatto rotante in vetro, Ø 28.8 cm
3
SPICE SPP043-W Jalapeno Light Forno Microonde Microwave 20 Litri scongelamento...
124 Recensioni
SPICE SPP043-W Jalapeno Light Forno Microonde Microwave 20 Litri scongelamento...
  • Timer 30 minuti
  • 6 livelli di potenza
  • Programma Defrost -Scongelamento rapido
  • Accessoriato
  • Potenza 700 W
4
Candy CMW2070M Microonde, 20 litri, 700W, colore bianco
1.170 Recensioni
Candy CMW2070M Microonde, 20 litri, 700W, colore bianco
  • Forno a microonde 20 litri
  • Potenza 700W
  • Meccanico con 2 manopole
  • Piatto girevole con diametro 24,5 cm
5
Panasonic NN-E20JWMEPG Forno a Microonde, 20 Litri, diametro del piatto: 25 cm, 800...
123 Recensioni
Panasonic NN-E20JWMEPG Forno a Microonde, 20 Litri, diametro del piatto: 25 cm, 800...
  • Solo MWO
  • Capacità forno: 20L, cavità in acrilico, dimensioni compatte
  • Potenza: 800 W - 5 livelli
  • Piatto rotante in vetro, diametro 25,5 cm
  • 2 manopole per facile regolazione
6
Samsung MC28H5015CS Forno a Microonde Combinato da 900 + 1500 + 2100 W con Grill e...
1.036 Recensioni
Samsung MC28H5015CS Forno a Microonde Combinato da 900 + 1500 + 2100 W con Grill e...
  • Forno a microonde da 28 litri combinato con grill e piatto doratore incluso nella confezione: scegli un modo di cucinare sano e veloce
  • Utilizza tutto lo spazio a tua disposizione, estrai il piatto girevole per introdurre facilmente anche piatti quadrati di grandi dimensioni
  • Scegli tra le 15 modalità di cottura preimpostate e goditi il gusto di una cucina saporita e salutare
  • Gusta lo yogurt fatto in casa in qualsiasi momento; con la funzone di fermentazione avanzata puoi preparare lo yogurt ogni volta che vuoi
  • Con la funzione deodorizzante dì addio agli odori persistenti e sentiti libera di cucinare ciò che vuoi
  • Risparmia energia quando il microonde è in standby, seleziona la funzione ECO e riduci il consumo energetico
7
Candy CMG2071DS Microonde 20L, 700W, Argento
219 Recensioni
Candy CMG2071DS Microonde 20L, 700W, Argento
  • Semplice da utilizzare, adatto ad ogni età
  • Interfaccia digitale intuitiva con orologio e timer di fine cottura
  • Sicuro grazie alla funzione blocco bambino
  • Pratico piatto girevole da 245 mm
9
Samsung MG23F301TCK Forno a Microonde Combinato da 800 W con Grill e Piatto Doratore...
344 Recensioni
Samsung MG23F301TCK Forno a Microonde Combinato da 800 W con Grill e Piatto Doratore...
  • Forno a Microonde da 23 litri combinato con Grill e piatto doratore incluso nella confezione: scegli un modo di cucinare più sano e veloce
  • La potenza di 800 W ed il sistema di tripla distribuzione ti garantiscono sempre una cottura ottimale
  • Goditi il gusto di una cucina più sana con le modalità di cottura preimpostate e dì addio ai piatti pronti
  • Risparmia con la modalità eco quando il microonde è in standby
  • Vano interno smaltato ceramica, facile da pulire e difficle da graffiare
10
Panasonic NN-K10JWMEPG Forno a Microonde, 800 W + Grill 1000 W Quartz, 20 Litri, 46...
102 Recensioni
Panasonic NN-K10JWMEPG Forno a Microonde, 800 W + Grill 1000 W Quartz, 20 Litri, 46...
  • MWO-Grill
  • Capacità forno: 20L, cavità in acrilico, dimensioni compatte
  • Potenza: MWO 800 W (5 livelli) - Grill 1000 W Quartz
  • Piatto rotante in vetro, diametro 25,5 cm e accessorio griglia circolare
  • 2 manopole per facile regolazione