Friggitrici elettriche

La friggitrice elettrica è un elettrodomestico che non dovrebbe mai mancare in casa, soprattutto se si amano particolarmente determinati tipi di cibi. Grazie a questo apparecchio infatti è possibile friggere patatine, pietanze surgelate e quant’altro in maniera uniforme, senza eccedere con l’olio e, soprattutto, gustando dei piatti che niente hanno da invidiare alle preparazioni di bar, ristoranti, gastronomie e così via.

Detto ciò, il problema è semmai quello di scegliere la giusta friggitrice, quella che oltre a garantire un certo livello qualitativo, sappia anche venire incontro a tutte le esigenze dell’utente. Diciamo sin da subito che sotto questo punto di vista la decisione non è semplice ed immediata come si potrebbe credere: esistono infatti friggitrici elettriche professionali o semi professionali, modelli dotati di cestello statico e modelli corredati da cestello dinamico e rotante, friggitrici ad olio e friggitrici ad aria e chi più ne ha più ne metta.

Insomma dato che questo elettrodomestico ha riscosso negli anni un sempre crescente successo e che conseguentemente ha subito modifiche e reinterpretazioni continue tanto da funzionare oggi con le più svariate tecnologie, ci è sembrato utile fornire a chi legge qualche dritta che possa tornare utile per la scelta della sua nuova friggitrice.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Friggitrici: le tipologie esistenti

La friggitrice, come si accennava poco prima, è presente ormai sul mercato in svariati assetti. Dato che non è il caso di dilungarsi più di tanto su questo aspetto, possiamo in generale affermare che esistono due diverse tipologie di elettrodomestico: la variante, per così dire, classica e la più innovativa.

Nel primo caso si tratta di articoli che già nel design rivelano un certo legame con il passato: essi hanno di solito forma a parallelepipedo e richiamano alla mente i macchinari da fast-food che tutti conosciamo. Questo genere di friggitrice è normalmente dotato di cestello estraibile in senso verticale e spesso manca di coperchio.

Per quanto sfoggi un design ed una tecnologia un po’ retrò, tale macchinario non è esattamente il più semplice da utilizzare: esso ben si adatta infatti agli utenti che possano vantare una certa pratica nel settore, che non necessitino di strumenti accessori (p.es. il termostato) per capire quando cessare la cottura e così via.

La friggitrice classica inoltre richiede una manutenzione di norma più complessa dato che molte sue parti non sono rimovibili (e quindi facilmente ripulibili). Infine questo tipo di macchinario si caratterizza per un livello di sicurezza inferiore rispetto ai pari genere più moderni: esso infatti essendo come già detto sprovvisto di coperchio, non è in grado di contenere gli schizzi di olio, olio che, come se non bastasse, va spesso utilizzato in questi casi in grandissime quantità.

Tra le vecchie e le nuove friggitrici, lo vedremo a breve, c’è un abisso. Le più moderne macchine hanno infatti un design più piacevole alla vista, sono provviste di un utilissimo coperchio dotato di oblò (risolto il problema degli schizzi quindi) e montano in genere un cestello rotante obliquo. Vero è che normalmente la loro capienza è ridotta (un aiuto per la linea?), ma esse consentono di impostare diversi programmi in funzione della pietanza che si intende cuocere.

Esse inoltre sono corredate da tutti gli accessori possibili ed immaginabili (ad esempio non manca mai il filtro per gli odori) e prevedono una manutenzione semplice e sbrigativa.

Friggitrice: come scegliere la migliore?

Fatta questa necessaria premessa, bisognerà imparare a scegliere la friggitrice ideale. Ecco quali caratteristiche essa dovrebbe possedere:

Capacità

E’ bene non cadere in questo caso in un errore molto comune, ossia quello di credere che le grandi capacità siano da privilegiare rispetto a quelle più contenute. Un buon criterio di valutazione è semmai quello di rapportare la dimensione della friggitrice al numero di persone per cui si cucina abitualmente. La capacità viene normalmente indicata sulle schede tecniche di accompagnamento valutando il quantitativo dei litri di olio necessari per il corretto funzionamento del cestello oppure i chili per tipo di alimento che la macchina è capace di contenere.

E’ consigliabile comunque prestare maggiore attenzione alle scale di misurazione in litri. Questo parametro decade, per così dire, se la friggitrice è stata studiata per utilizzare quantità ridotte di olio: in quel caso la valutazione dovrà essere effettuata sulla base delle caratteristiche del cestello. In linea di massima, tanto per agevolare chi legge, diremo comunque che le friggitrici possono avere capacità piccole (1,2 litri, adatta a 4 persone), medie (fino a 2,3 litri, adatta a 6 persone) e grandi (fino a 4 litri, adatta ad 8 persone).

Volumi

Il volume occupato da un elettrodomestico finisce per diventare spesso un criterio di valutazione di primaria importanza. Oltre allo spazio richiesto dall’oggetto in sé e per sé bisogna infatti tener conto anche del rapporto tra ingombro esterno ed effettiva capienza interna.

Detto ciò, si consideri che quando la friggitrice è in uso, le più elementari norme di sicurezza prevedono che il piano d’appoggio sia largo a sufficienza per poter garantire all’utente la possibilità di muoversi senza rischiare di urtare il macchinario. In commercio, proprio per venire incontro alle esigenze di chi ha qualche problema in tal senso, esistono anche delle friggitrici ultracompatte.

Cestello

Il cestello è un elemento di valutazione davvero molto importante. In linea di massima, lo abbiamo accennato poco prima, esistono dei cestelli statici e dei cestelli dinamici. Il primo tipo è tradizionalmente presente nelle friggitrici classiche e funziona per immersione verticale. Questo tipo di cestello presuppone che l’utente mescoli e rigiri di continuo gli alimenti immersi nell’olio caldo.

Il cestello rotante invece ha un assetto obliquo e, grazie al suo movimento, rigira da sé i cibi in cottura. Questo significa che l’utente, oltre a potersi dedicare ad altro mentre frigge il cibo, è meno esposto al rischio di scottature e che il macchinario richiede in genere l’uso di minori quantità di olio. Alcuni però sostengono che il sapore della frittura, in relazione al tipo di cestello utilizzato, possa risultare lievemente differente.

Coperchio

Un must per le friggitrici di buona qualità è il coperchio, vero e proprio accessorio di sicurezza. Se proprio si vuole compiere una scelta professionale la soluzione migliore è quella di optare per un coperchio munito di oblò che consenta di monitorare la cottura. Esso inoltre sarà preferibilmente smontabile dal corpo dell’elettrodomestico in modo da facilitare all’utente le necessarie operazioni di pulizia.

Prestazioni

Una friggitrice di buona qualità lavorerà in modo da riscaldare l’olio in tempi ridotti facendo sì che gli alimenti preservino la loro croccantezza. Un buon metodo per garantirsi che ciò accada è quello di scegliere una friggitrice a wattaggio elevato, vale a dire compreso tra i 1400 ed i 2000 W. Il rovescio della medaglia in questo caso riguarda però i consumi in bolletta: è chiaro che ad una potenza maggiore corrisponderà sempre un dispendio energetico più elevato, ma dato che la friggitrice non è un elettrodomestico da utilizzare tutti i giorni e per periodi di tempo particolarmente lunghi il gioco potrebbe valere la candela.

Chi poi desiderasse accelerare ulteriormente i tempi di cottura e riscaldamento dell’olio ed ancora volesse nuocere un po’ meno alla propria linea, potrebbe optare per una friggitrice ad aria. In ultimo, ancora in materia di prestazioni, ci sembra giusto ricordare a chi legge che standard qualitativi più alti non dipendono soltanto dalla macchina in sé.

Per assaporare un’ottima frittura e farsi un po’ meno male è bene utilizzare l’olio un’unica volta (e quindi evitare di riciclarlo) e cuocere pochi alimenti per sessione. Inoltre si tenga ben presente che ciascun tipo di grasso da frittura (olio in tutte le sue varianti, burro e strutto) ha un punto di fumo ben preciso, parametro a cui bisogna prestare una certa attenzione sia per motivi strettamente connessi al gusto che per più importanti ragioni salutistiche.

Programmi

Un altro parametro da tenere in seria considerazione è la presenza o meno di funzioni ed accessori. In particolare si guardi sempre con scrupolo al numero di programmi che il macchinario ha da offrire ed alla presenza di elementi aggiuntivi quali ad esempio il termostato. Un altro elemento a cui prestare attenzione prima di mettere mano al portafogli è la possibilità di cuocere grazie alla friggitrice che si è scelto di acquistare tanto gli alimenti freschi quanto i prodotti surgelati.

Molto in questo caso dipende dalle temperature che la macchina riesce a raggiungere durante la fase di riscaldamento dell’olio. Altre funzioni che concorrono a rendere la friggitrice in esame migliore rispetto a prodotti similari sono la presenza di tasti per l’accensione e lo spegnimento che funzionino in maniera immediata, dei pulsanti che comandino l’apertura dell’oblò e che possibilmente possano essere collocati in maniera tale da non essere premuti accidentalmente mentre l’elettrodomestico è in funzione (o che magari prevedano il contemporaneo blocco di sicurezza del dispositivo), il timer che consente di reperire sul display informazioni utili circa i tempi di cottura di una data pietanza e le spie luminose che possano segnalare all’utente informazioni supplementari quali ad esempio il raggiungimento della temperatura ideale dell’olio per la cottura di un dato alimento.

Sicurezza

Inutile dire che la friggitrice, al pari di tutti gli altri elettrodomestici che popolano le nostre cucine, debba rispondere a determinati criteri di sicurezza. Del resto questo macchinario di per sé presenta parecchi fattori di rischio connessi al suo impiego: in quanti sanno che venire accidentalmente a contatto con qualche schizzo o con qualche fuoriuscita di olio qui contenuto può, nei casi peggiori almeno, tradursi in gravissime ustioni?

Per evitare che ciò accada la prima cosa da fare, oltre che stare molto attenti, è scegliere una friggitrice dotata di coperchio ed i cui materiali di realizzo, almeno per quanto riguarda la scocca, siano interamente termoisolanti. In particolare quest’ultima caratteristica consentirebbe alla macchina di rimanere fredda all’esterno e quindi eviterebbe il rischio di ulteriori scottature durante il suo utilizzo. Le case produttrici, ormai sempre più attente alla sicurezza dei clienti, in genere dotano le friggitrici di cool touch, ossia di materiali di rivestimento che non trasmettano calore.

Confort

Inutile dire che una buona friggitrice mette l’utente in condizione di utilizzarla con un certo confort. Questo significa che anche chi ha meno dimestichezza con tale macchinario o con la cucina in genere dovrebbe essere in grado di decifrare con una certa facilità i simboli che accompagnano i programmi della friggitrice o i pulsanti che compaiono qui e là sulla scocca. Un discorso simile vale per il display che dovrebbe essere sempre di facile lettura.

Molto utile è poi in questi casi la presenza del già citato oblò che consenta di verificare il comportamento dell’elettrodomestico e la cottura degli alimenti nel caso in cui si abbia qualche dubbio a proposito. In ultimo, non si disdegni l’avvolgicavo a scomparsa: non soltanto esso consente di inglobare l’intero cavo di alimentazione all’interno della macchina (vera e propria soluzione salvaspazio) ma evita che l’utente possa avvolgere il filo alla meno peggio finendo alla lunga per danneggiarlo o romperlo.

Pulizia e manutenzione

E’ chiaro che tra tutti gli elettrodomestici che popolano le nostre cucine la friggitrice è uno di quelli che si sporcano di più e la cui pulizia possa risultare un po’ più lunga e complessa. L’olio infatti, al pari degli altri grassi da frittura, spesso permane sulle pareti nonostante i ripetuti lavaggi effettuati. Una buona soluzione in tal senso è quella di eliminare a monte a questo genere di disagio scegliendo di acquistare un macchinario che possa in qualche modo facilitarci il lavoro.

In particolare quindi si raccomanda di optare per una friggitrice che sia dotata di tubo di drenaggio, ossia di un particolare cavo che possa lasciare defluire comodamente tutto l’olio rimasto all’interno del macchinario dopo aver ultimato la cottura.

Un altro aspetto che in tal senso si dovrebbe sempre tenere in considerazione è la possibilità di smontare tutte le varie parti che compongono la friggitrice in modo da agevolarne la pulizia: vaschetta interna, cestello e coperchio soprattutto devono sempre essere separabili dal corpo della macchina e rimontabili con una certa facilità oltre che lavabili sia a mano che in lavastoviglie.

E’ infine importantissima la presenza di un filtro antiodore sostituibile che possa in qualche modo ridurre il disagio di conservare l’olezzo di frittura all’interno dell’elettrodomestico e, soprattutto, di diffonderlo in giro per casa.

Accessori

L’ultimo punto da tenere sempre in considerazione quando ci si appresta ad acquistare una friggitrice è la presenza o meno nel package di alcuni accessori e, soprattutto, di certi pezzi di ricambio. In particolare si verifichi sempre che nel pacchetto siano inclusi dei filtri sostitutivi. Essi dovranno appartenere a tre diverse categorie: filtri antiodore preferibilmente ai carboni attivi, filtri per olio usato ed infine filtri antischizzi.

In ogni caso in commercio è possibile reperire una vasta gamma di depuratori, originali o compatibili poco importa in questa sede, da utilizzare una volta terminate le scorte trovate all’interno della confezione o per sopperire alla loro assenza. Importante è anche la presenza del tubo di scarico per l’olio di cui abbiamo già parlato diffusamente in altra sede. In ultimo anche l’aggiunta di un buon ricettario non guasterebbe…

Ancora qualche consiglio utile

Nel caso in cui chi legge possieda ancora una friggitrice tradizionale ma non sia interessato a sostituirla, sarebbe comunque consigliabile prestare attenzione alle condizioni di ogni sua singola parte. Nello specifico, se necessario, si consiglia di sostituire il vecchio cestello con un nuovo supporto: i cibi in questa maniera non rischieranno di deteriorarsi a causa delle cattive condizioni in cui ormai probabilmente versa l’oggetto.

Una buona soluzione in tal senso è anche quella di acquistare dei prodotti per la pulizia specifici per questo genere di macchinari. Dato che i ricettari in dotazione nelle confezioni sono spesso un po’ deludenti si suggerisce poi di comprare dei libri scritti appositamente per consigliare agli utenti delle ricette da realizzare esclusivamente mediante friggitrici o, in alternativa, di consultare il web: molte case produttrici offrono anche la possibilità di iscriversi su forum e blog dedicati in cui vengono suggerite ulteriori preparazioni o in cui gli utenti possono scambiarsi dritte e suggerimenti culinari.

Ribadiamo infine che chi frigge di continuo non fa certo una scelta alimentare (e salutistica) saggia: dato che il sapore in questo caso non sembra cambiare più di tanto, il suggerimento per questi utenti è quello di orientarsi su una friggitrice ad aria o, quanto meno, di prediligere un prodotto dotato di cestello rotante obliquo che, come più volte specificato nel corso di questo breve scritto, consente di utilizzare quantitativi ridotti di olio.

Migliori friggitrici elettriche 2021

1
Aigostar Friggitrice 2200Watts, Capacità 3 Litri con...
  • 【POTENZA E GRANDE CAPACITA'】 Riscaldamento...
  • 【CONTROLLO DI TEMPERATURA】 Il sistema di...
  • 【COTTURA FACILE】 La protezione contro il...
ORA IN OFFERTA2
Moulinex AM3140 Super Uno Friggitrice Elettrica,...
3.531 Recensioni
Moulinex AM3140 Super Uno Friggitrice Elettrica,...
  • Friggitrice elettrica ad alta capacità può...
  • Capacità formato famiglia. Porzioni abbondanti...
  • Il filtro a carbone riutilizzabile e sostituibile...
3
Princess Friggitrice Elettrica ad Olio, 3270 Watt, 5...
712 Recensioni
Princess Friggitrice Elettrica ad Olio, 3270 Watt, 5...
  • Offrite a tutta la famiglia patatine fritte e...
  • La zona fredda evita che i resti bruciano, quindi...
  • Tre cestini di frittura inclusi per patatine e...
ORA IN OFFERTA4
RGV Fry Type Friggitrice Elettrica con Rubinetto...
392 Recensioni
RGV Fry Type Friggitrice Elettrica con Rubinetto...
  • Facile pulizia
  • Dispositivo sicurezza
  • Rubinetto scarico olio
ORA IN OFFERTA5
Tristar FR-6946 Friggitrice Elettrica ad Immersione,...
1.990 Recensioni
Tristar FR-6946 Friggitrice Elettrica ad Immersione,...
  • Capiente friggitrice con capacità di 3,0 litri,...
  • La friggitrice può essere pulita facilmente e le...
  • La friggitrice raggiunge la temperatura desiderata...
6
Princess Friggitrice Elettrica Ad Aria Calda Xxl, 1500...
21.440 Recensioni
Princess Friggitrice Elettrica Ad Aria Calda Xxl, 1500...
  • Friggi, inforna e arrostisci: friggi, cuoci al...
  • 4,5 l di capienza: potrai friggere patatine...
  • Meno calorie, più croccantezza: la circolazione...
ORA IN OFFERTA7
Tristar Fr-6937 Friggitrice Doppia Capacita, 2X3 Litri,...
  • Super capiente: ampia friggitrice con capacità di...
  • Facile da lavare: le parti estraibili della...
  • Doppia capacità: puoi facilmente friggere vari...
8
Innsky Friggitrice ad aria 10 Litri, 10 in 1 Forno ad...
  • Delizioso privo di olio rispetto alla cottura in...
  • Innsky Macchina 10 in 1 non è solo una...
  • Facile da usare massima sicurezza toccare l'icona...
ORA IN OFFERTA9
Aigostar Ken 30LEI - Friggitrice con timer, coperchio...
1.699 Recensioni
Aigostar Ken 30LEI - Friggitrice con timer, coperchio...
  • 【Controllo completo】 Impostazione manuale...
  • 【Cottura sicura】 Il coperchio paraspruzzi...
  • 【Cottura veloce】 La potenza di 2000W consente...
ORA IN OFFERTA10
Aigostar Cube 30IBT - Friggitrice ad Aria 5-in-1,...
  • 【Capacità extra-Large da 7L】 Ha un cesto...
  • 【 Pannello LED One-Touch】 7 Scelte già...
  • 【 Men ograssi e più sani 】 La friggitrice...