Idropulsore dentale

Mai pensato ad acquistare un idropulsore dentale? L’igiene del cavo orale, si sa, è importantissima e per curarla al meglio spesso spazzolino e dentifricio non sono sufficienti.

Sarà capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di lavare i denti e nonostante tutto sentire che in bocca ci sono ancora dei residui di cibo, che l’alito mantiene l’odore degli alimenti appena ingeriti o che serrando le mascelle sembra di poter masticare qualche briciola.

Ebbene: queste sono le prove tangibili che molti di noi, affidandosi semplicemente a spazzolino e dentifricio, commettono un grosso errore. Qualcuno allora, consapevole di ciò, perde qualche minuto in più in bagno utilizzando il colluttorio o pulendo gli interstizi tra un dente e l’altro con del filo interdentale. Sicuramente in questo caso l’igiene del cavo orale sarà più curata, ma ancora insufficiente.

Negli ultimi anni quindi, non a caso, si sono diffusi degli strumenti adatti a mantenere alti gli standard, per così dire, della nostra igiene dentale e sempre più somiglianti, ancora una volta non a caso, a quelli utilizzati dai professionisti del settore. Un esempio? L’idropulsore dentale.

Dato che non si tratta di un oggetto ancora di uso comune e che sicuramente in molti faticherebbero a sceglierne uno di buona qualità (proprio perché ancora si ha scarsa esperienza in materia) si è pensato di compilare una piccola guida all’acquisto: buona lettura!

i-migliori-prodotti-in-vendita-online-prezzi-recensioni,consigli,offerte promozionali

Cos’è un idropulsore dentale?

Un idropulsore dentale è un apparecchio per l’igiene del cavo orale che da qui a qualche tempo soppianterà del tutto l’uso del filo interdentale. Esso infatti, a differenza di quanto avviene utilizzando quest’ultimo strumento (a dire il vero un po’ fastidioso) è capace di garantire non soltanto l’igiene dei vari interstizi che separano i denti, ma anche di gengive e bocca in generale.

Nello specifico, per chi non avesse mai avuto l’opportunità di vederne uno, diremmo che esso ha la forma di una pistola molto piccola dalla quale fuoriesce un potente getto d’acqua. In sostanza, a rifletterci bene, tutti abbiamo visto ed utilizzato un idropulsore: il dentista, proprio mentre sottopone i suoi pazienti ad una accurata pulizia dei denti, lo usa spesso nelle sue varianti ad aria ed ad acqua.

Questo non significa che per pulire bene i denti sarà necessario acquistare degli strumenti professionali e spendere quindi un occhio della testa: gli idropulsori per uso domestico sono infatti un po’ meno pregiati, come del resto è giusto che sia, ed hanno un costo sostenibilissimo vista anche la loro generale aspettativa di vita.

Il piccolo elettrodomestico in esame inoltre può essere utilizzato anche da chi porta delle protesi, delle corone oppure ancora dei ponti, anzi, dovrebbe soprattutto essere adoperato da questi soggetti proprio perché la particolare condizione della loro bocca li espone maggiormente all’attacco di virus e batteri determinando quindi l’insorgenza di una lunga sequela di malattie e la formazione di carie, tartaro o placca.

Per chi non lo sapesse infine è forse meglio precisare che il getto dell’apparecchio va diretto in prossimità dei bordi delle gengive e poi degli spazi che separano i denti gli uni dagli altri. Tale getto, ovviamente, non deve mai essere eccessivamente violento.

Migliori idropulsori dentali 2021

1
Oral-B Oxyjet Idropulsore con Sistema di Pulizia in...
14.800 Recensioni
Oral-B Oxyjet Idropulsore con Sistema di Pulizia in...
  • Idropulsore Oxyjet di Oral-B, la marca di...
  • Aiuta a migliorare la salute delle gengive...
  • Pulizia degli spazi interdentali: rimuove...
2
Idropulsore Dentale Portatile Pulizia Denti profonda...
  • Idropulsore Dentale pulizia denti profonda:...
  • 5 regolabile Pressione: La pressione dell'acqua...
  • 7 ugelli rotanti intercambiabili a 360 °: questo...
3
Idropulsore Dentale Portatile, Irrigatore Orale...
1.532 Recensioni
Idropulsore Dentale Portatile, Irrigatore Orale...
  • 🛒 [Proteggi la tua salute dentale] Idropulsore...
  • 🛒 [4 modalità di pulizia] 4 modalità di...
  • 🛒 [Doppio design impermeabile IPX7 e ugello...
4
Idropulsore Dentale Professionale,TUREWELL Irrigatore...
4.530 Recensioni
Idropulsore Dentale Professionale,TUREWELL Irrigatore...
  • [Rimuovi la placca dentale e riduci la gengivite]:...
  • [8 punte per getto d'acqua dentale per uso...
  • [10 impostazioni regolabili della pressione...
5
Idropulsore Dentale Professionale, LUOWAN Irrigatore...
119 Recensioni
Idropulsore Dentale Professionale, LUOWAN Irrigatore...
  • RINUOVE 99% PLACCA: il flusso d'acqua ad impulsi...
  • SERBATOIO DI 800ML: Il serbatoio garantisce...
  • 10 REGOLAZIONI DELLA PRESSIONE: Dispone di un...
6
Idropulsore Dentale con 8 Beccucci Multifunzione,...
7.576 Recensioni
Idropulsore Dentale con 8 Beccucci Multifunzione,...
  • Pulizia Efficace: questo idropulsore dentale...
  • Pressione regolabile (10 impostazioni): la...
  • Ampia capacità: è dotato di un serbatoio da...
7
Idropulsore Dentale portatile, TUREWELL Irrigatore...
  • 【PULIZIA PROFONDA】 Con impulsi ad acqua ad...
  • 【3 MODALITÀ DI FLUSSO】 Modalità normale,...
  • 【BATTERIA RICARICABILE】 Batteria al litio...
ORA IN OFFERTA8
Panasonic EW-1311 Idropulsore senza Fili a Tripla...
  • Pulizia completa di: superficie dei denti, spazi...
  • 2 tipologie di getti d'acqua: potente solo con...
  • Ampio serbatoio dell'acqua (130 ml)
ORA IN OFFERTA9
Idropulsore Dentale Portatile 300ml Professionale con 4...
2.982 Recensioni
Idropulsore Dentale Portatile 300ml Professionale con 4...
  • 🔮【PULIZIA PROFONDA E ALTA POTENZA】...
  • 🔮【3 MODALITÀ E 4 UGELLI】 Idropulsore...
  • 🔮【 USB RICARICABILE E PORTATILE】...
10
Idropulsore Dentale Portatile Uvistare,5 Modalità 6...
1.036 Recensioni
Idropulsore Dentale Portatile Uvistare,5 Modalità 6...
  • 🍧【5 Modalità di Pulizia】🍧: Questo...
  • 🍧【6 Ugelli di Ricambio】🍧: Del pacchetto...
  • 🍧【Design Unico】🍧: Solo premere il...

Idropulsori dentali: cosa c’è da sapere?

L’idropulsore dentale è normalmente composto da tre parti, tutte aventi una discreta importanza nell’economia del funzionamento di questo utile oggetto. Vediamole nel dettaglio:

Serbatoio

Ci sono serbatoi di varia grandezza e dotati di diverse qualità. In linea di massima si suggerisce di preferire i serbatoi che abbiano una discreta capacità, soprattutto se si intende pulire in maniera scrupolosa l’intero cavo orale. I serbatoi troppo piccoli infatti possono contenere poca acqua e costringere gli utenti a dover fare il pieno, per così dire, più e più volte prima di concludere l’operazione.

Questa eventualità, oltre che noiosa, può far perdere molto tempo a chi lava i denti, cosa che alla lunga spingerebbe l’utente medio ad accantonare definitivamente l’uso di questo utile apparecchio. In ogni caso si consiglia di non lasciare mai il serbatoio pieno dopo l’uso: l’acqua infatti potrebbe ristagnare ed una volta spruzzata in bocca fare più danno che altro.

Pompa idraulica

Si tratta chiaramente di una parte a dir poco fondamentale dell’idropulsore dato che senza di essa difficilmente si avrebbe un getto d’acqua continuo da poter dirigere in bocca. Questa sezione dell’apparecchio è chiaramente molto delicata e per mantenerla sempre funzionante sarebbe il caso di introdurre nel serbatoio soltanto acqua veramente pulita (e preferibilmente non calcarea) o, in alternativa, del colluttorio, oppure ancora una miscela dei due liquidi.

Questi ultimi, una volta introdotti nel piccolo deposito, attraversano ad ogni utilizzo la pompa idraulica e non rispettare i suddetti suggerimenti significherebbe alla lunga rovinarne le pareti e, di conseguenza, l’intero apparecchio.

Compressore

Ed ecco il compressore, la parte di questo piccolo dispositivo per l’igiene dentale deputata a spingere fuori dall’ugello il potente getto d’acqua che assicurerà all’utente una corretta igiene dentale. Questo sistema funziona grazie all’azione di un semplice pressostato che viene attivato premendo un apposito pulsante

L’igiene del cavo orale: non tutti sanno come si lavano i denti…

L’igiene del cavo orale è importante, forse più di quanto si immagini. Non si tratta infatti soltanto di una pratica atta a conservare i denti per una porzione abbastanza lunga della propria vita o di poter sfoggiare un sorriso invidiabile in foto e selfie: dalla salute del cavo orale dipende anche quella dell’organismo e, in molti casi, il benessere psicologico dell’individuo.

A questo proposito torna utile puntualizzare che per mantenere sempre in salute i propri denti bisogna innanzitutto procedere adoperando il classico spazzolino ed un piccolo quantitativo di dentifricio. Ultimata questa procedura, sarebbe bene passare all’uso del filo interdentale: sì, si tratta di uno strumento che in molti casi provoca disgusto e fastidio al punto tale che se proprio non si è in grado di sottoporsi a questo trattamento è possibile bypassare tale step.

Fatto ciò, si può finalmente far uso dell’idropulsore che, come già detto altrove, irrorerà il cavo orale di acqua o di una soluzione composta da acqua e colluttorio. Nel serbatoio comunque andranno sempre introdotti dei liquidi a temperatura ambiente. Ultimata anche questa fase, non resta che fare qualche sciacquo con il semplice colluttorio. Quella appena descritta è sicuramente una procedura un po’ più lunga rispetto all’iter che tutti siamo abituati a compiere quotidianamente, ma darà i suoi frutti già nel breve tempo.

Il suggerimento in ogni caso è quello di, a prescindere dallo step in fase di esecuzione, non focalizzare mai la propria attenzione su una porzione della bocca in maniera prolungata e continuata: spazzolino, filo interdentale ed idropulsore dentale vanno mossi sempre con una certa costanza e, se necessario, riportati ai punti critici più di una volta.

Perché tutto questo? Perché così facendo si eviterà di stressare i denti e soprattutto le gengive o di non pulire altrettanto accuratamente le altre parti della bocca. Insomma: un uso sapiente dell’idropulsore non soltanto eviterà la permanenza di pezzi di cibo all’interno del cavo orale, ma eliminerà il sanguinamento gengivale e, soprattutto nei casi di dolori e fastidi, potrà addirittura rivelarsi un ottimo massaggiatore per gengive.

Il cibo tra i denti: perché danneggia il sorriso?

Il cibo incastrato tra i denti, c’è poco da fare, è tra le prime cause di carie e perdita dei denti in età adulta. Se non adeguatamente rimosse queste particelle alimentari si annidano infatti negli interstizi presenti tra i denti o tra questi ultimi e le gengive, avviluppano gli apparecchi ortodontici e si incastrano persino nelle protesi.

Lo spazzolino, poco importa che si tratti della sua variante tradizionale o di quella elettrica, da solo non riesce a rimuovere tutti questi residui. Essi, intanto, fermentano in bocca ed attirano germi e batteri responsabili della formazione di placca, tartaro e carie ed, alla lunga, dell’indebolimento delle gengive o della morte dei denti.

Un getto d’acqua potente invece, direzionato diligentemente e senza eccessiva insistenza, può risolvere il problema già sul nascere.

Idropulsori: come scegliere il migliore?

Quando si sceglie un idropulsore bisogna innanzitutto tenere in considerazione la propria indole ed i tempi che si hanno a propria disposizione: inutile, come già detto prima, comprare un apparecchio dal serbatoio piccolo che ci costringa a prolungare notevolmente le operazioni se normalmente si hanno i minuti contati o se si ha la tendenza a farsi sopraffare dalla pigrizia. Come si può facilmente intuire a questo punto il serbatoio è una delle prime discriminanti da tenere in considerazione in fase d’acquisto.

Chi viaggia molto invece farebbe bene a propendere per un apparecchio portatile a costo di sacrificare un po’ le dimensioni del serbatoio: diversamente infatti rischierebbe di privarsi del suo idropulsore dentale per periodi di tempo eccessivamente lunghi.

Importantissima è anche la potenza generale dell’apparecchio: nel caso in cui essa sia regolabile (soluzione indiscutibilmente migliore rispetto ad altre) sarebbe possibile per l’utente non soltanto dosare il getto d’acqua evitando quindi di farsi male o di danneggiare parte della bocca, ma usare all’occorrenza il dispositivo anche per massaggiare le gengive, cosa che allevia e non di poco i possibili fastidi a carico di questa delicata parte del corpo.

Prezzi

Partiamo dal presupposto che il costo di questo piccolo elettrodomestico, esattamente come accade per centinaia e centinaia di prodotti attualmente in commercio, può dipendere da diversi fattori. Chiaramente un prodotto può rispondere a standard qualitativi differenti, essere di marca o meno, avere particolari optional non presenti in altri oggetti similari, essere realizzato in un materiale anziché in un altro, sfruttare tecnologie più o meno recenti e vantaggiose, venire sponsorizzato o essere prodotto da aziende ancora poco note, essere venduto in package ricchi di accessori e quant’altro.

Importante nella determinazione del prezzo è anche la scelta di acquistare in un negozio fisico o di ispezionare uno dei vari e-commerce che popolano la rete. Detto ciò, possiamo comunque affermare che comprare un idropulsore dentale non richiede in genere esborsi particolarmente esosi: in relazione a tutti i fattori su citati infatti questo apparecchio può avere un costo compreso tra le 50 euro, se ci si accontenta di un modello basic, o pari ad un centinaio di euro o poco più se invece si desidera portarsi a casa un prodotto di qualità indiscutibilmente superiore.

Chiaramente in commercio esistono anche degli idropulsori professionali, ma il loro costo diventa tutt’altro che abbordabile ed, a dirla tutta, il target a cui sono destinati questi prodotti è quello dei dentisti e degli specialisti nell’ortodonzia. I modelli basic, è meglio specificarlo ancora una volta, montano spesso un serbatoio pensato per capienze in genere medio-piccole ed offrono la possibilità di irrorare il cavo orale con spruzzi non continui e di debole intensità: in poche parole non sono esattamente il massimo.

I migliori modelli per uso domestico invece hanno in genere serbatoi grandi, batterie capaci di offrire prestazioni più che soddisfacenti, una serie di utili accessori a corredo ed un ricco ventaglio di optionals da mettere a disposizione dell’utente di turno.

Una precisazione

Per quanto l’uso di un idropulsore dentale, specie se di buona qualità, possa contribuire non soltanto a mantenere in salute l’intero cavo orale, ma anche a diradare gli appuntamenti dal dentista (diciamoci la verità: a nessuno fa piacere sottoporsi a cure ortodontiche), esso chiaramente non è un oggetto sciamanico o miracoloso. Questo significa che, sebbene con una frequenza ridotta, sarà comunque necessario recarsi periodicamente dallo specialista per sottoporsi a delle pulizie dentali professionali e, ovviamente, effettuare tutti i controlli di routine.

Inutile dire che queste raccomandazioni valgono pressoché per tutti, ma che in maniera particolare interessano pazienti costretti ad indossare protesi o apparecchi ortodontici di ogni ordine e grado nonché i più piccoli che necessitano di cure costanti soprattutto in fase di crescita e di sviluppo (periodo in cui tra le altre cose si forma le dentizione definitiva).