Kit di sopravvivenza

Portarsi dietro un kit di sopravvivenza ben congeniato può fare la differenza tra benessere e disagio, vita e morte. Utili in vacanza, in campeggio, quando ci reca a caccia o a pesca, se si ha l’hobby delle scalate e persino durante le più banali gite all’aria aperta, gli oggetti che lo compongono permettono di far fronte a qualunque imprevisto ed a qualunque emergenza.

Del resto gli inghippi sono sempre dietro l’angolo già in condizioni normali, figuriamoci quando ci si avventura in montagna o si passa la notte fuori all’addiaccio! Ma che cosa contiene un buon kit di sopravvivenza? Come si usa e come si individua il migliore tra quelli presenti sul mercato? A breve, qui in calce, troverete tutte le risposte ai vostri quesiti.

opinioni classifica completa dei 10 migliori prodotti

Cosa contiene il kit di sopravvivenza?

Il kit di sopravvivenza, per definizione, deve contenere degli oggetti che consentano, per l’appunto, di sopravvivere anche in condizioni di pericolo. Se insomma ci si dovesse perdere per i boschi, ci si dovesse fratturare un arto in alta montagna e via discorrendo, quest’oggetto darà modo  al malcapitato di turno (ed a chi lo accompagna) di rimanere in vita sino all’arrivo dei soccorsi.

Inoltre, avendo con sé lo zainetto delle emergenze, sarà possibile anche eseguire delle medicazioni di fortuna, somministrare delle cure di base oppure ancora affrontare una notte lontani da casa in condizioni disagevoli ed impreviste.

Strumenti per la caccia, la pesca ed il reperimento di acqua potabile

Dopo questa piccola premessa, potete facilmente intuire che all’interno del kit di sopravvivenza deve innanzitutto essere presente qualche strumento utile a procurarsi acqua e cibo. Questi oggetti possono, non è difficile capirlo, fare la differenza tra la vita e la morte.

Pensate, tanto per dirne una, che un organismo umano disidratato potrebbe lentamente andare incontro ad un generale stato di debolezza e quindi perdere conoscenza. In quello stato l’individuo non sarà di certo in grado di proteggersi o di decidere dove e come ripararsi. Una volta svenuto poi rimarrà alla mercé di animali, delle condizioni climatiche avverse e così via.

Per questo motivo nel kit di sopravvivenza sono ad esempio incluse delle pastiglie utili a purificare l’acqua. Può capitare infatti di rimanere intrappolati laddove ci siano delle pozzanghere o dell’acqua probabilmente non potabile. Diventa necessario allora arrangiarsi con quello che si ha. I prodotti più completi contengono anche un barattolo di metallo da mettere su un falò di fortuna per bollire e quindi purificare ulteriormente l’acqua.

Ovviamente il fuoco non si accenderà da solo ed altrettanto ovviamente non tutti hanno letto il Manuale delle Giovani Marmotte. Per questo motivo nel kit sono spesso inclusi anche un accendino o una pietra focaia. Lo stesso contenitore comunque, all’occorrenza, può essere utile anche per scavare delle buche o per fungere da esca fuoco.

Procuratisi l’acqua poi, sarà necessario fare altrettanto con il cibo. Da qui la presenza di un nutrito gruppo di attrezzi per la pesca e di qualche cavetto di rame da adoperare per realizzare rudimentali trappole per la selvaggina. Inutile dire che anche il coltellino svizzero rientra nel novero degli oggetti compresi in un buon kit di sopravvivenza. Vi servirà per provvedere al vostro nutrimento, ma anche per assolvere a decine di funzioni pratiche di altra natura.

Kit di sopravvivenza: come integrare il comparto utile al reperimento dei viveri

Prima di ricorrere all’approvvigionamento di emergenza, e quindi di aprire il kit, cercate di avvalervi sempre di altri ritrovati che possano permettervi di affrontare qualche ora di difficoltà. Ci riferiamo per esempio a delle semplici bustine di zucchero o, meglio ancora, di destrosio concentrato.

Fareste meglio a portare con voi questi ingredienti da cucina a prescindere dalla completezza del vostro kit di sopravvivenza. Tale tipologia di zuccheri vi garantirà infatti la possibilità di attingere a piccole riserve energetiche velocemente assimilabili dall’organismo. Sappiate anche che lo zucchero è una sorta di antibatterico naturale e che può essere utile per cicatrizzare le ferite.

Anche il sale marino o, ad andar male, i dadi da utilizzare per il brodo possono essere utilissimi. Ciò perché l’eccessiva sudorazione o la minzione potrebbero debilitare l’organismo. Queste funzioni corporali si accompagnano spesso infatti ad una progressiva perdita di sali minerali che, alla lunga, determina spossatezza, disidratazione e quindi sfinimento.

Inoltre gli ingredienti di cui sopra possono essere sciolti nell’acqua piovana debitamente depurata dato che senza questi elementi sarebbe, paradossalmente, non adatta a dissetare. Avvaletevi però di sale e dadi da cucina soltanto se non avete particolari problemi di salute che vi impediscano di bere parecchio.

Strumenti per l’orientamento e l’esplorazione del territorio

Un’altra necessità vitale per chiunque dovesse rimanere impelagato in situazioni poco gestibili, è quella di farsi un’idea di base del posto in cui ci si trova. Ciò significa avere a propria disposizione innanzitutto degli strumenti per l’esplorazione e l’orientamento. Tra questi non può mancare una buona torcia.

Il dispositivo in questione dovrà essere in grado di garantire almeno 200 metri di campo visivo. Sarebbe bene poi che la stessa torcia disponesse di luce regolabile, meglio ancora se dotata di funzione stroboscopica. Sappiate peraltro che la possibilità di beneficiare di una luce led nelle tonalità del rosso è ideale in caso di emergenza notturna.

Certo non meno utile è la bussola, soprattutto quando il GPS del cellulare decide di dare forfait. Attenzione però ad un piccolo particolare: in commercio esistono anche delle bussole di rame. Non è difficile immaginare perché, per poter funzionare correttamente, sia necessario tenerle ben distanti da ogni possibile campo magnetico. Altrettanto facile è intuire il motivo per il quale una bussola con ghiera fluorescente sia molto più utile di altri dispositivi similari, soprattutto di notte o in generiche condizioni di scarsa visibilità.

Consigliabile è infine includere nel kit anche una candela di sego. Questo materiale non soltanto “brucia” ma è persino commestibile. Adoperate l’oggetto per accendere il fuoco o avere a disposizione una pratica torcia notturna. Esso può tra l’altro servire anche a sigillare qualcosa o a rendere impermeabili alcune superfici.

Strumenti per affrontare condizioni climatiche avverse e costruire un riparo di fortuna

Può anche capitare che ci si trovi in situazioni in cui si sia del tutto impossibilitati a muoversi da un dato luogo. Come se non bastasse, le condizioni climatiche potrebbero rivelarsi anche avverse. In quel caso, una volta allertati i soccorsi, non resta altro da fare che trovare un riparo. Una prima soluzione proposta dai kit di sopravvivenza è quella della coperta termica.

Si tratta di un oggetto leggerissimo ma capace di mantenere la temperatura corporea per un buon 90%. Insomma: non sarà come dormire accoccolati sotto al piumone ma almeno non morirete assiderati. Inoltre le coperte migliori sono realizzate con materiali adatti ad isolare il corpo dal terreno, a proteggerlo dal vento e dalla pioggia nonché dalla possibile umidità.

I kit di sopravvivenza di qualità sono poi corredati anche da un piccolo sacco a pelo in TPE utile ad evitare gli effetti nefasti di un’eccessiva esposizione alla calura o possibili episodi di ipotermia. Alcuni prodotti, indirizzati più che altro a veri e propri esperti della sopravvivenza in condizioni estreme, offrono anche l’opportunità di utilizzare il Paracord.

Si tratta di una particolare tipologia di corda caratterizzata da un’incredibile resistenza ed utile a far fronte a svariate emergenze. Grazie a questo filato i provetti MacGyver potranno costruire infatti delle rudimentali canne da pesca e quindi potenziare la funzionalità del comparto reperimento viveri oppure ancora dar vita a dei rifugi in piena regola.

Nei kit di sopravvivenza di un certo livello inoltre viene di solito aggiunto un seghetto a corda d’acciaio. Questo strumento vi permetterà di procurarvi della legna, ovviamente si tratterebbe soltanto di piccoli rami o di tronchi ancora giovani ed esili, ma meglio di niente. Grazie a questo espediente potrete accendere un fuoco che vi terrà al caldo, allontanerà molti animali potenzialmente pericolosi per la sopravvivenza e sarete in grado anche di cucinare qualcosa da mettere sotto i denti.

Strumenti per prestare soccorso

Le condizioni in assoluto peggiori sono quelle che si verificano quando qualcuno si ferisce o cade preda di un qualsiasi tipo di malanno. Inutile dire che bisognerà eventualmente intervenire subito: chissà se e quando arriveranno i soccorsi! Da qui la necessità di includere nel kit di sopravvivenza anche un piccolo kit per il pronto soccorso. Ovviamente potrete far fronte così soltanto ad emergenze di base: le cure vere e proprie le presteranno comunque i professionisti.

Nel vostro borsello per le emergenze non dovranno mancare perciò delle garze sterili, dei punti di sicurezza, dell’alcool o un qualsiasi altro tipo di disinfettante, delle fasce da utilizzare in caso di emorragia o di frattura e persino un bisturi, degli stimolanti o dei colliri. Sicuramente dovrete portare con voi anche dei banali cerotti, ovviamente di vari formati, dei farmaci lenitivi del dolore, aspirina, antidiarroici, lacci emostatici, sapone per le mani, cardiotonici ed antipiretici.

Inutile dire poi che in presenza di soggetti allergici sarà bene munirsi di antistaminici e possibilmente di mascherine. Vi sembrerà stupido, ma in caso di escursioni in luoghi particolarmente caldi e soleggiati dovreste portarvi dietro anche delle buone creme solari nonché dei prodotti repellenti per zanzare. Un consiglio: verificate sempre la scadenza di tutti i dispositivi medici presenti nel kit.

Inoltre aggiungete all’elenco eventuali farmaci utilizzati quotidianamente. Attenzione: un buon kit di sopravvivenza contiene anche dei profilattici. Sicuramente però l’uso che eventualmente dovrete fare di questi dispositivi medici non sarà quello consueto. Essi possono servire infatti per trasportare dell’acqua o per proteggere le dita.

Strumenti per richiedere i soccorsi

Una volta stabilizzata un’eventuale situazione d’emergenza, è d’obbligo chiamare i soccorsi. Nelle criticità è infatti meglio evitare inutili eroismi o pensare di essere dei novelli Rambo e cercare semmai di venirne fuori sani e salvi ed il prima possibile. Ecco perché un buon kit di sopravvivenza contiene anche degli elementi utili a mettersi in contatto con i soccorritori.

Tra questi citiamo il trasmettitore di localizzazione. Ovviamente la sua funzione è quella di indicare agli addetti ai lavori il punto esatto in cui si è rimasti bloccati. Nel pacchetto sono inclusi anche fischietti e portachiavi di segnalazione nonché degli specchi da utilizzare per riflettere la luce e farsi trovare immediatamente. Ma non è ancora tutto.

Un buon prodotto vi darà anche la possibilità di utilizzare torce a fiamma o dei puntatori laser e persino qualcosa per scrivere. In tal modo lascerete dei segni visibili del vostro passaggio in un determinato punto. Attenzione però: le penne in dotazione, almeno nel caso dei prodotti migliori, non servono solo a scrivere. Esse possono persino rompere dei vetri particolarmente resistenti. Alcune, ad esempio, sono efficaci sugli infissi o sui parabrezza. In alcune circostanze ciò basta a rendere più facili e veloci eventuali fughe.

Un suggerimento: portate con voi anche un buon cellulare, possibilmente un dispositivo secondario rispetto a quello che utilizzate tutti i giorni e con cui magari scatterete foto sin tanto che le cose andranno bene. Se sarete fortunati, in caso di emergenza, avrete con voi un dispositivo a piena carica con cui chiamare i soccorsi o inviare la vostra posizione (sperando che ci sia campo).

Se poi sarete veramente fortunati avrete anche accesso ad internet. Questo significa che magari troverete degli utili suggerimenti per fronteggiare eventuali emergenze. Ed a proposito di suggerimenti: controllate, ovviamente prima della partenza, lo stato di carica di tutte le pile che alimentano i dispositivi contenuti nel kit di sopravvivenza. Se siete impossibilitati a farlo, portate con voi anche delle batterie di ricambio.

Kit di sopravvivenza: qualche piccolo consiglio

Se non avete mai visto un kit di sopravvivenza è bene spendere qualche parola per descrivervelo. Sappiate che tutti gli oggetti elencati sinora saranno contenuti in astucci di stoffa richiusi da cerniere o in scatole di latta di piccole dimensioni. Quando andrete in negozio per acquistare il vostro oggetto salvavita evitate sempre di aprirlo. Ciò perché, una volta compiuta questa operazione, vi sarà davvero molto difficile richiudere il contenitore.

Gli oggetti sopra elencati sono infatti stipati al suo interno in modo da ridurre al massimo l’ingombro del prodotto. Onde evitare le ire funeste del  commesso di turno, limitatevi perciò a leggere le etichette che accompagnano il kit. Qui troverete delle indicazioni circa il materiale contenuto all’interno dell’astuccio, le sue caratteristiche tecniche e la modalità di impiego. Se nemmeno l’etichetta appagasse tutte le vostre curiosità, chiedete lumi al venditore: sarà ben lieto di aiutarvi.

Potreste, in alternativa, realizzare autonomamente un piccolo kit di sopravvivenza. In questo modo sarete sempre certi di sapere cosa avete a disposizione per fronteggiare le emergenze. Gli oggetti da includere sono praticamente gli stessi che abbiamo elencato poco prima: dal coltello a serramanico al fischietto passando ancora per la coperta di alluminio, la torcia, il rame la treccia di nylon e quant’altro.

Il suggerimento che vi diamo in questo caso è però quello di inventariare ad ogni occasione il vostro kit fatto in casa controllando lo stato di carica delle batterie, la data di scadenza dei farmaci e l’eventuale stato di deterioramento degli altri materiali. Non sarebbe sbagliato inoltre portare con sé in queste circostanze anche delle targhette identificative.

Queste, all’atto pratico collanine di metallo, riporteranno i vostri dati anagrafici, il vostro indirizzo ed informazioni sanitarie di vario tipo. Sarete certi così che, nel malaugurato caso in cui i soccorsi arrivassero quando avrete ormai perso conoscenza, non si creino ulteriori complicazioni.

Migliori kit di sopravvivenza 2021

ORA IN OFFERTA1
Kit di sopravvivenza all'aperto 15 in 1 Set strumento...
1.095 Recensioni
Kit di sopravvivenza all'aperto 15 in 1 Set strumento...
  • 【Kit di sopravvivenza d'emergenza con...
  • 【Leggero e conveniente】 - Tutti gli strumenti...
  • 【mantenere caldo in climi freddi e segnalare ai...
2
EgoIggo 18 PCS Kit Sopravvivenza Professionale Survival...
  • 【18 pcs Kit di Sopravvivenza Multiuso】EgoIggo...
  • 【Durevole & Pratico】 Kit di sopravvivenza di...
  • 【Attrezzatura Esterna Necessaria】survivor kit...
3
Kit Sopravvivenza Militare Professionale di Terza...
  • 🔥 VIVI LA TUA AVVENTURA - Un kit portatile...
  • 🎯 SICUREZZA ed EFFICACIA - Tutti gli strumenti...
  • 🔴 IMPERMEABILE E ROBUSTO - La scatola tascabile...
4
Forehakms Kit di Sopravvivenza Multiuso,14 in 1...
  • UOVO AGGIORNAMENTO COMBO - 14 in 1 kit di...
  • LAMPIAMENTE USATO - Materiale in lega di magnesio,...
  • MULTI-FUNCTION - peso solo 453g. può essere...
ORA IN OFFERTA5
Furado Kit Di Sopravvivenza Professionale 19 in 1, Kit...
  • ➤ Borsa degli attrezzi: kit di sopravvivenza...
  • ➤ La coperta di salvataggio può prevenire...
  • ➤ Sei un amante della natura, un camper e...
6
Jooheli Kit Sopravvivenza 20 in 1 kit di sopravvivenza...
  • 𝙆𝙞𝙩...
  • 𝙍𝙤𝙗𝙪𝙨𝙩𝙤...
  • 𝙈𝙪𝙡𝙩𝙞-𝙁𝙪𝙣𝙘𝙩𝙞𝙤...
7
Homtiky Kit sopravvivenza Multiuso, 18 IN 1 Kit di...
  • 🔥【18 IN 1 KIT Multiuso】Un Homtiky Kit di...
  • 🔥【Materiale di alta qualità】La coperta di...
  • 🔥【Portatile e Leggero】Il kit completo pesa...
8
Proster 18 in 1 Kit di Sopravvivenza con Bussola...
  • 【18 in 1 KIT DI SOPRAVVIVENZA】 Questo Kit di...
  • 【Bussola】Bussola Precisa ti Permette di Poter...
  • 【COPERTA D'EMERGENZA】Fatta di Materiale...
ORA IN OFFERTA9
Kit di Sopravvivenza Strumenti, 18 in 1 Acciaio Inox...
78 Recensioni
Kit di Sopravvivenza Strumenti, 18 in 1 Acciaio Inox...
  • 【COMPAGNO VERSATILE PER ATTIVITÀ ALL'APERTO】:...
  • 【 ALTA QUALITÀ MATERIALI 】: Con design...
  • 【Leggero e Comodo】: Dimensioni di strumento:...
10
Kit di Sopravvivenza 24 in 1, Multifunzione Kit di...
  • 【Kit di sopravvivenza di emergenza 24 in 1】Il...
  • 【Attrezzatura Esterna Necessaria】Perfetto per...
  • 【Kit essenziale da campeggio】Quando ti accampi...

Lascia un commento