Lucidatrice per pavimenti Hoover PU F38PQ 011

Per recensire la lucidatrice per pavimenti Hoover PU F38PQ 011 dobbiamo innanzitutto soffermarci sul design del prodotto. Benissimo: iniziamo dalla sua cappa. La parte in questione ha dimensioni medie ed è stata forgiata in robusto acciaio cromato. L’aspetto d’insieme dell’elettrodomestico suggerisce quindi l’idea di solidità e compattezza.

Tuttavia questa lucidatrice è anche capace di muoversi con una certa agilità e poco importa che la superficie da pulire sia pressoché sgombra o piena di mobili, anfratti e rientranze: la maneggevolezza è assicurata. A questo contribuisce senza dubbio la dotazione di un’asta estendibile, e quindi regolabile in proporzione all’altezza dell’utente. La stessa asta poi è anche reclinabile sino al raggiungimento dei 90°, e perciò compatibile con le varie posture adottate da chi utilizza il prodotto o con i piccoli spazi residui tra mobili e pavimento.

Ancora qualche dettaglio sul design

Ma, prima di esprimere un giudizio sull’efficienza del prodotto, c’è ancora qualche dettaglio relativo al design da tenere in considerazione. In particolare ci pare utile osservare che sotto la cappa è prevista la presenza di 3 spazzole rotanti, intorno alla parte invece trova spazio un utile paraurti gommato. Positivo è poi il giudizio sull’impugnatura dell’asta che risulta comoda e pratica da afferrare e maneggiare.

Il sacchetto allegato al nostro articolo ha una capienza di circa 3,5 litri ed è stato realizzato in cotone lavabile. Si tratta, a ben vedere, di una scelta economica ed ecologica dato che il contenitore potrà essere all’occorrenza rimosso dal suo alloggio, svuotato, lavato e riutilizzato. Una pecca rilevata nel design di Hoover PU F38PQ 011? Beh, i progettisti hanno scelto di privare gli acquirenti di un sistema di rilevazione del grado di riempimento del sacchetto, cosa poco pratica ed un po’ fastidiosa.

Hoover PU F38PQ 011: ottime prestazioni

Passiamo adesso alla valutazione delle prestazioni garantite dalla lucidatrice. Beh, su questo punto abbiamo davvero poco di cui lamentarci. Iniziamo col dire che Hoover PU F38PQ 011 è un articolo che ben si presta al trattamento delle superfici dure in genere, ma anche del delicatissimo parquet. Il congegno può fungere tanto da apparecchio utile per la lucidatura quanto da semplice aspirapolvere. Questo pratico 2 in 1 permette di affaticarsi un po’ di meno durante le normali operazioni di pulizia della casa, nonché di risparmiare tempo e spazio.

Relativamente al fabbisogno energetico di Hoover PU F38PQ 011 possiamo dire poi che esso si attesta sugli 800 Watt, elemento questo che contribuisce a farci valutare positivamente il prodotto. Ogni medaglia però ha il suo rovescio, rovescio che in questo caso possiamo individuare nell’assenza di un sistema per il controllo elettronico della velocità. Ciò significa che quando l’utente metterà in funzione la sua Hoover PU F38PQ 011 non potrà mai regolarne l’intensità di aspirazione né tanto meno avere voce in capitolo sui giri al minuto compiuti dalle spazzoline rotanti.

Praticità d’uso

La lucidatrice per pavimenti Hoover PU F38PQ 011 può, in linea di massima, essere considerata come un elettrodomestico discretamente versatile, non fosse altro che per la sua capacità di adattarsi ad un gran numero di superfici. Purtroppo però, complice la scelta di realizzare la cappa in acciaio cromato, il peso del nostro gingillo si aggira sui 7,5 chili (accessori inclusi), cosa che può renderne un po’ difficile il trasporto o che, alla lunga, potrebbe stancare chi utilizza il dispositivo.

C’è da dire però che questa lucidatrice per pavimenti si muove bene tanto sugli spazi aperti che tra gli ostacoli. Il cavo elettrico infine ha una lunghezza pari a 5,5 metri. Certo, in commercio esistono prodotti similari dotati di un filo decisamente più lungo. Tuttavia quello qui in dotazione basta a garantire agli utenti una discreta autonomia di movimento.

Gli accessori in dotazione ad una Hoover PU F38PQ 011

La lucidatrice per pavimenti Hoover PU F38PQ 011 non è sicuramente corredata da un sontuoso parco accessori, anzi. Al pari di alcuni competitors di un certo livello, essa porta in dote agli utenti soltanto il minimo sindacale. Nel dettaglio:

  • pad per superfici dure (3)
  • feltrini grigi (3)
  • feltrini bianchi da adattare alle superfici delicate (3)
  • sacchetto per la raccolta dei rifiuti aspirati (1)

A questo punto torna utile ricordare che valutare con attenzione il numero e la tipologia di accessori inclusi nel packaging può rivelarsi molto importante. Ciò perché tale disamina dà modo all’acquirente di comprendere quale sia l’effettiva versatilità del suo futuro elettrodomestico, ma anche di stimarne l’efficacia e, perché no, la capacità di assicurare risultati validi e durevoli nel tempo.