Macchina fotografica

La macchina fotografica ci permette di conservare i nostri più cari ricordi in un fotogramma, di creare piccole e grandi forme d’arte da incorniciare a parete o da riporre negli album, di liberare insomma il nostro estro creativo e di esprimere la nostra personalità.

La fotografia quindi è in qualche modo catartica, ma è anche un ingrediente che al giorno d’oggi fa sempre più parte della nostra quotidianità: chi non ha mai pubblicato uno scatto sfizioso sui social, magari ritraendo il mega gelato mangiato appena qualche ora prima o qualche strana espressione del proprio animale domestico?

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Chi non scatta qualche fotografia nel giorno del compleanno di un proprio caro? Chi, incantato da un tramonto o da una città in cui ha trascorso le vacanze, non ha l’istinto di fermare il tempo su un’istantanea?

Qualcuno però potrebbe controbattere che ormai tutto ciò è fattibile anche grazie agli smartphone e che per immortalare contesti, situazioni ed attimi di vita vissuta non è più necessario portarsi dietro la macchina fotografica.

Vero, verissimo. Peccato però che la resa, numero di pixel a parte, sarà sempre diversa: professionale, artistica e quasi passionale l’una, ben fatta, realistica, ma un po’ meno estrosa e qualitativa l’altra.

Comunque quando si parla di macchina fotografica bisogna dire anche che il mercato relativo a questo oggetto offre agli utenti davvero molte possibilità, poco importa che si tratti di neofiti, appassionati o professionisti veri e propri: ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Ma in quanti di noi potrebbero dire con certezza che giunti davanti allo scaffale di un negozio dedicato saprebbero comprare la loro macchina fotografica scegliendo tra tanti il modello che più si adatta alle loro esigenze? In quanti sarebbero in grado di distinguere tra un buon prodotto ed un oggetto dozzinale? Impariamo insieme qualche trucchetto utile.

Le migliori macchine fotografiche professionali 2021: recensioni, prezzi

ORA IN OFFERTA1
Canon EOS 2000D + EF-S 18-55 mm DC III Fotocamera, 24.1 megapixel Sensore APS-C, Nero
  • 24.1 megapixel Sensore APS-C
  • Scena Smart Auto Inquadra e scatta
  • Mirino ottico con messa a fuoco automatica a 9 punti
  • Filtri creativi Applica effetti straordinari
  • EOS Movie Formato cinematografico a 1080p
ORA IN OFFERTA3
Kodak Astro Zoom AZ401 Fotocamera Bridge 16,15 MP 1/2.3' CCD 4608 x 3456 Pixel Nero
985 Recensioni
Kodak Astro Zoom AZ401 Fotocamera Bridge 16,15 MP 1/2.3" CCD 4608 x 3456 Pixel Nero
  • Risoluzione video: hd 720p
  • Massima distanza focale: 172
  • Stabilizzazione d'immagine: yes
4
AbergBest Fotocamera digitale 2,7" schermo LCD Videocamera digitale in HD per...
  • Ultimissimo aggiornamento software. Gli usi per questa fotocamera digitale...
  • Lo schermo LCD da 2,7" mostra i vostri video in modo vivido, supportato da...
  • Risoluzione da 21 Mega pixel per buoni scatti, 720P HD per registrazioni....
  • Anti tremolio, Individuazione facciale, Cattura sorriso, Scatto continuo,...
  • Formula soddisfatto o rimborsato. Se il nostro prodotto non vi piace vi...
5
YunLone ToyZoom Macchina Fotografica per Bambini 24MP Fotocamera Digitale 1080P HD...
6.825 Recensioni
YunLone ToyZoom Macchina Fotografica per Bambini 24MP Fotocamera Digitale 1080P HD...
  • 【Macchina fotografica per bambini】 schermo LCD da 2.4 pollici, video HD...
  • 【Materiale in Silicone Sicuro e Antiurto】Materiale in silicone morbido...
  • 【Funzioni Multiple】 Questa fotocamera per bambini multifunzionale...
  • 【Miglior regalo per ragazzi e ragazze】 Foto più nitide e video vivaci,...
  • 【Videocamera per bambini con accessori】 La fotocamera per bambini offre...
6
Canon EOS 4000D 18-55 SEE Fotocamera, Nero
195 Recensioni
Canon EOS 4000D 18-55 SEE Fotocamera, Nero
  • 30-1 / 4000 sec. (passi 1/2 o 1/3), modalità bulb (intervallo di tempo di...
  • L'intervallo disponibile varia in base alla modalità di acquisizione)
  • Cattura momenti indimenticabili
  • Compatto, facile da usare, portalo ovunque
  • Fotocamera eos 4000d bk 18-55 see
ORA IN OFFERTA7
Panasonic DC-FZ82 Fotocamera 4K, 18.1 Megapixel, Obiettivo zoom 20-1200 mm, Nero
1.863 Recensioni
Panasonic DC-FZ82 Fotocamera 4K, 18.1 Megapixel, Obiettivo zoom 20-1200 mm, Nero
  • Sensore MOS ad alta sensibilità da 18.1 Megapixel
  • Dinamico zoom ultra grandangolare 20-1200 mm
  • Funzioni 4K Photo e 4K Video
  • Mirino di precisione LVF (Live View Finder) 1.170.000 pixel
ORA IN OFFERTA8
GlobalCrown Fotocamera Bambini,Mini Ricaricabile Fotocamera Digitale per Bambini...
  • Funzioni multiple e facile da usare: La nuova fotocamera digitale bambini...
  • 8.0 megapixel e video HD 1080p: La Fotocamera per bambini ha una...
  • Batteria incorporata e fotocamera per bambini ricaricabili: Batteria al...
  • Materiale in silicone e antiurto sicuro: Utilizzare il materiale non...
  • Giocattolo e regalo per la crescita dei bambini: regalo perfetto per i...
ORA IN OFFERTA9
Nikon Coolpix B500 Fotocamera Digitale Compatta, 16 Megapixel, Zoom 40X, ISO 125 -...
  • Funzionamento semplice e intuitivo con una qualità superiore dell'immagine
  • Zoom ottico 40x
  • Sistema VR (riduzione vibrazioni) a elevate prestazioni
  • SNAPBRIDGE: permette di mantenere una costante connessione a bassa potenza...
  • Coolpix B500 nera, Cinghia della fotocamera, 4 batterie alcaline LR6/L40...
ORA IN OFFERTA10
Fotocamera Digitale, 1080P FHD Macchina Fotografica Digitale 36 MP 2,4 Pollici, Zoom...
51 Recensioni
Fotocamera Digitale, 1080P FHD Macchina Fotografica Digitale 36 MP 2,4 Pollici, Zoom...
  • ❤【Full HD 1080P & 36MP】 Con la risoluzione dell'immagine Full HD...
  • ❤【Vlog Record & Webcam】 La fotocamera ha un microfono incorporato per...
  • ❤【16X Digital Zoom & 2.4" TFT LCD schermo】Questa fotocamera digitale...
  • ❤【Piccole dimensioni, Grande divertimento, Multifunzione】Pesa solo...
  • ❤【Migliori regali, supporto professionale】Compleanni, Natale, festa...

La giusta macchina fotografica

La prima cosa in assoluto che bisogna fare dopo aver preso la decisione di comprare una macchina fotografica è quella di valutare un po’ sé stessi ed il proprio grado di competenza in materia (ovviamente agendo con estrema onestà) oltre che il tipo di esigenza che l’oggetto dovrà soddisfare.

Insomma: siamo alle prime armi ed al massimo tireremo fuori la macchina fotografica in occasione di qualche compleanno? Bene, inutile acquistare un top di gamma: sarebbero soldi sprecati. Se invece il proprio hobby è la fotografia la situazione cambia.

E’ chiaro che si cercherà di acquistare un oggetto non proprio scadente, ma è anche chiaro che si comprerà una nuova attrezzatura ogni qualvolta si riscontrerà un significativo upgrade, per così dire, delle proprie competenze.

Del resto comprare a priori un prodotto costosissimo non avrebbe senso nemmeno in questo caso: questi oggetti sono complessi e delicati e rischiare di romperli prima ancora di aver capito come funzionino non è una scelta saggia. Meglio farsi prima le ossa, come si suol dire, e poi mirare in alto.

Le macchine di alta fascia infine sono ovviamente dedicate ai professionisti che necessitino di sostituire il loro ferro del mestiere, vecchio o danneggiato che sia, ed ai veri esperti che amano stare al passo con i tempi e le tecnologie (e che possano permettersi tale lusso).

Macchine fotografiche: tipologie in commercio

Non tutte le macchine fotografiche possono dirsi uguali e non soltanto per un discorso di pregio, accessori o componentistica. Questo oggetto consta infatti di tre distinte varianti sul tema adatte ad un uso anziché ad un altro, ad una tipologia di utente invece che ad un’altra.

A distinguere tali prodotti concorrono anche elementi quali il prezzo, le dimensioni del corpo macchina, il tipo e la qualità dei sensori. Per chi non lo sapesse insomma sul mercato esistono le cosiddette macchine compatte, le bridge e le reflex. Vediamo di capire nel dettaglio quali siano le differenze tra questi oggetti:

Compatte

Le compatte sono le macchine più in uso tra gli utenti meno ferrati nel settore fotografico ed anche le più economiche in assoluto. Esse hanno in genere un ingombro minimo (altrimenti non le avrebbero chiamate compatte), e possono tranquillamente essere infilate nella tasca dei jeans. La qualità delle foto realizzate con una simile macchina fotografica è sicuramente migliore rispetto a quella che possiamo aspettarci da uno smartphone di fascia media, ma non è comunque eccelsa.

Le compatte hanno di norma anche un flash integrato mediamente potente e consentono, spesso a differenza dei telefonini, di poter gestire con facilità anche situazioni in cui si sia totalmente al buio o l’illuminazione sia fioca ed insufficiente. Molte di queste macchine fotografiche sono anche automatiche, capaci insomma di dar modo anche agli utenti poco pratici di scattare delle foto di discreta qualità anche quando non si ha idea di come settare il prodotto.

Sebbene quella delle compatte sia senza dubbio la categoria di macchina fotografica meno prestigiosa in assoluto, possiamo comunque affermare che nel gruppo rientrino prodotti di qualità differente. Le macchine compatte di fascia alta, distinguibili non tanto grazie al cartellino del prezzo quanto per la presenza di comandi manuali, offrono ovviamente prestazioni migliori ma richiedono un minimo di competenza in più da parte dell’utente.

Bridge e reflex

Bridge e reflex possono tranquillamente condividere il nostro paragrafo esplicativo per la semplice ragione che sono davvero molte le caratteristiche che le accomunano, a partire dal form factor. Una sostanziale differenza tra questi due modelli però esiste, ed è anche ovvio, e sta in una particolarità ottica. Entrambe le macchine hanno infatti un range focale di tutto rispetto.

Quando però l’utente attiva lo zoom, la nitidezza dell’immagine tende a scemare. Questo è vero soprattutto per le bridge che hanno componenti ottiche installate in modo tale da non poter essere sostituite o adattate alle circostanze. Per ovviare al problema chi acquista questa tipologia di macchina tende spesso a comprare a priori un modello di fascia alta la cui risoluzione è ovviamente di per sé migliore.

C’è da dire comunque che insieme alla qualità del prodotto in questi casi lievita anche il prezzo dello stesso e che quindi la scelta va sempre ben ponderata ancora una volta tenendo conto delle proprie competenze ed esigenze. Detto ciò, passiamo a descrivere le caratteristiche che accomunano entrambi i prodotti.

Tanto le reflex quanto le bridge richiedono da parte dell’utente un minimo di attenzione: a differenza di quanto avviene con la compatta infatti per ottenere foto di buona qualità o particolari effetti è sempre necessario tarare un po’ l’attrezzatura. In entrambi i casi poi siamo davanti ad un prodotto il cui corpo macchina è molto solido, perfetto per scattare anche in modalità manuale e capace di girare dei video (anche le compatte possono far ciò, ma con risultati sicuramente più scadenti).

La reflex però, evoluzione di quella che un tempo chiamavamo fotocamera analogica ed oggi capace di funzionare secondo comandi esclusivamente digitali, ha in rapporto alle bridge un costo decisamente meno contenuto ed in certi casi anche abbastanza elevato.

Per quanto riguarda le fotocamere digitali reflex poi esistono delle varianti di fascia alta che vantano ovviamente una certa qualità, ma che sono sicuramente inferiori, ed anche di molto, rispetto ai prodotti reflex destinati ai professionisti.

Come accennavamo in precedenza infine questa variante di macchina, offre ai suoi possessori la possibilità di cambiare ottica, particolare che come abbiamo visto ha una sua importanza nell’economia della valutazione del prodotto. I bravi fotografi approfittano di questa chance per comprare, magari nel tempo, diversi pezzi e quindi per potersi assicurare la possibilità di scattare fotografie in ogni contesto e situazione.

Il suggerimento in questi casi è però quello di acquistare sempre e soltanto pezzi marchiati dalla stessa casa produttrice della macchina fotografica. Ciò vale anche se l’alternativa è quella di acquistare un pezzo immesso sul mercato da una grande azienda concorrente: ogni strumento ha il suo corredo e per un corretto utilizzo del dispositivo o per essere sicuri di poter scattare foto di qualità è bene non dar vita a cocktails tecnologici…

Come gestire i video

Come abbiamo detto in precedenza, alcune macchine fotografiche consentono anche di girare dei video più o meno brevi e qualitativi. Non è raro del resto che chi compri l’oggetto qui in esame desideri non solo scattare delle foto, ma anche produrre piccole sequenze da tenere in memoria nel PC o, perché no, da pubblicare sui social o su Youtube.

Al giorno infatti non sono certo in pochi a girare dei video da postare in rete per avere dei followers, per diventare degli influencer, per pubblicizzare prodotti o servizi o per semplice interesse personale. Chiunque volesse dare un consiglio di getto a chi legge direbbe forse che a questo scopo meglio sarebbe avvalersi direttamente di una videocamera.

A pensarci bene però, sostituendo quest’ultima con una macchina fotografica, magari una fotocamera digitale reflex, il budget da mettere a disposizione sarebbe pressoché identico e, paradossalmente, acquistando una videocamera si avrebbe lo svantaggio di non poter scattare delle foto, mentre comprando l’oggetto qui in esame sarebbe possibile soddisfare più necessità. Insomma: a meno che non si lavori come cameraman professionisti forse è comunque meglio orientarsi a priori sulla macchina fotografica.

Anche per quanto riguarda il video chiaramente un buon parametro di valutazione del prodotto è quello della risoluzione: allo stato attuale il mercato ci propone articoli capaci di raggiungere persino il Full HD o l’HD Ready se non di meglio. Spendendo un po’ di più si potrebbe acquistare poi un gioiellino tecnologico all’ultimo grido, capace di girare in 4K, nuovissima frontiera della risoluzione video.

L’utente medio, per essere certo di acquistare un prodotto di buona qualità, non dovrebbe al momento scendere sotto la soglia del Full HD, tenendo comunque presente che come spesso avviene in fatto di tecnologia, da qua a qualche tempo sarà possibile reperire sul mercato prodotti migliori alla stessa cifra (meglio aspettare quindi qualche mese se non si hanno urgenze o necessità particolari).

Andrebbe poi tenuto in considerazione anche il framerate, cioè il numero di fotogrammi che ciascuna macchina riesce a produrre in un secondo. Normalmente questo valore oscilla tra i 30 ed i 60 fotogrammi. Maggiore esso sarà in ogni caso e migliore sarà la resa del video e la sua sostanziale fluidità.

Attenzione alla risoluzione

A prescindere dal fatto che con la propria macchina fotografica ci si voglia limitare a scattare delle foto o che si desideri all’occorrenza girare anche qualche video, un altro parametro da tenere in considerazione prima di mettere mano al portafogli è sicuramente la risoluzione garantita dal prodotto.

Essa dipende dai sensori presenti nel meccanismo, ma anche dal processo di gestione dell’ISO, soprattutto quando quest’ultimo raggiunge valori particolarmente elevati (cosa che normalmente avviene in condizioni di scarsa luminosità, quando l’obiettivo per meglio catturare l’immagine impiega più tempo e resta quindi aperto per qualche secondo in più).

La risoluzione, ossia la possibile nitidezza massima della foto che il meccanismo può garantirci, è il parametro che più di altri serve ad intuire quale possa essere l’effettiva qualità di una macchina rispetto ad un’altra. In genere le fotocamere digitali reflex di alto livello sono in tal senso pensate per offrire una resa di indubbia qualità.

Considerare la suddetta resa in fase di acquisto del prodotto può quindi essere molto importante, soprattutto se si ha l’abitudine di scattare molte foto in serata, in condizioni di buio o penombra o se comunque ci si volesse garantire l’opportunità di lavorare dietro l’obiettivo senza vincoli o limiti di sorta.

Per essere proprio certi di non avere grossi problemi in relazione a ciò si suggerisce anche di comprare appositi accessori che possano sopperire all’eventuale perdita di qualità dell’immagine derivante da un’illuminazione scadente o non adatta.

Una buona gestione della risoluzione consentirà agli utenti di poter creare, a seconda delle situazioni, foto dalle dimensioni più o meno grandi relativamente al numero di pixel contenuti. Ciò significa che il fotografo potrà effettuare dei tagli sull’immagine per migliorarne la resa.

Qualche consiglio

E’ impossibile dire che una ben precisa macchina fotografica sia l’acquisto giusto per tutti. Come abbiamo detto prima e più volte ribadito, l’importante in questo caso è comprare tenendo conto di quello che si sa fare e di quello che si farà con la propria attrezzatura. Il linea generale possiamo però dire che in quest’ambito almeno i costi dei prodotti sono sempre proporzionati alla qualità degli stessi.

Le compatte senza grosse pretese avranno prezzi anche di molto inferiori al centinaio di euro, ma la loro resa ovviamente sarà diversa da quella di una macchina fotografica digitale reflex di alto livello per cui si possono arrivare a spendere anche migliaia di euro, soprattutto se si considera il corredo di accessori di cui essa potrebbe necessitare.

D’altro canto è vero anche che chi compra una macchina fotografica tenta di tenerla in funzione per un discreto numero di anni e che, ammesso anche che si necessiti di un prodotto particolarmente costoso perché magari si esercita la professione di fotografo, il costo dell’attrezzatura verrà presto ammortizzato.

Un ultimo suggerimento infine è quello di tenere in considerazione che, a prescindere dalla marca della macchina, quando diversi prodotti gravitano nella stessa fascia di prezzo è più che possibile che le prestazioni rese siano pressoché identiche.

In quel caso bisognerebbe quindi scegliere affidandosi a parametri un po’ più soggettivi quali il design dell’oggetto, la presenza e la reperibilità sul mercato di accessori, la vendibilità in una fase successiva della macchina fotografica e così via.