Home » Complementi » Materassi a molle

Materassi a molle

I migliori materassi a molle: ecco un esempio pratico di un prodotto un po’ datato che, nonostante l’avvento di tecnologie sempre più moderne ed all’avanguardia, ancora oggi riscuote un discreto successo. Un buon articolo infatti può garantire un sonno sereno e riposante tanto quanto i pagliericci di ultima generazione. Contrariamente a quanto ritengono in molti infatti anche il materasso a molla ha saputo rimodernarsi ed adattarsi alle nuove esigenze di confort e benessere. Vediamo tutto nel dettaglio.

Materasso a molle: perché comprarne uno?

I migliori materassi a molle, quelli per intenderci più moderni ed attenti alle esigenze del grande pubblico, possiedono un ampio ventaglio di caratteristiche utili a garantirci un buon sonno ristoratore. Innanzitutto si tratta di supporti estremamente comodi e di prodotti che molto offrono in termini di igiene e sicurezza. La struttura, del tutto cava all’interno, è infatti altamente traspirante, cosa che consente il filtraggio dell’aria ed il dissipamento del calore prodotto dal corpo.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Particolare di poco conto? Per niente se si considera che evitare il ristagno di sudore o la formazione dei cattivi odori garantisce un ottimo controllo del microclima tanto nei periodi più freddi dell’anno quanto in quelli più caldi. Ma non finisce ancora qui. I materassi a molle sono anche in grado, almeno per quanto riguarda i prodotti migliori sul mercato, di offrire a chi li utilizza delle zone di portanza differenziata, vale a dire un adeguato sostegno della colonna vertebrale che non soltanto non sprofonda nel materasso ma perdipiù non assume posizioni scorrette.

Questo particolare è molto importante tanto per gli adulti tormentati da continui mal di schiena e spesso costretti, per studio o lavoro, a mantenere tutto il giorno posizioni che mettono a dura prova la colonna vertebrale, quanto per i più piccoli che per evitare problemi ortopedici dovrebbero essere educati sin da subito a mantenere una buona postura un po’ in tutti i contesti del vivere quotidiano.

Un altro aspetto molto interessante legato all’acquisto di un materasso a molle di ultima generazione è la certezza della lunga aspettativa di vita di questo prodotto. Infine tra le ultime ma non meno vantaggiose ragioni che dovrebbero spingerci a considerare l’acquisto di questo articolo dobbiamo citare la sua estrema adattabilità a qualsiasi tipo di rete ed i costi più che abbordabili da sostenere in caso di acquisto.

Migliori materassi a molle singoli, mezza piazza e matrimoniali 2021

1
Mentor - Materasso Molle & Memory Med H3...
409 Recensioni
Mentor - Materasso Molle & Memory Med H3...
  • 100% MENTOR - Materasso con...
  • OFFERTA LIMITATA - 1000 micro...
  • Fodera traspirante...
2
Mentor - Materasso Molle & Memory Med H3...
326 Recensioni
Mentor - Materasso Molle & Memory Med H3...
  • 100% MENTOR - Materasso H29 a...
  • OFFERTA LIMITATA - 1000 micro...
  • Tessuto con Silver/Aloe,...
3
Materassimemory.eu - Materasso Molle insacchettate...
79 Recensioni
Materassimemory.eu - Materasso Molle insacchettate...
  • Materasso molle insacchettate...
  • Spedito arrotolato sottovuoto...
  • Rivestimento ed imbottitura in...

Materasso a molle: le tipologie

Sono essenzialmente due le tipologie di materasso a molle presenti sul mercato e tra cui l’utente interessato all’acquisto si troverà prima o poi costretto a scegliere: abbiamo infatti una variante tradizionale ed una a molle insacchettate. Nel primo caso abbiamo a che fare con il classico modello a molle Bonnell, perfetto per tutti gli utenti che amano dormire su supporti relativamente rigidi.

Qui le molle hanno una forma che ricorda approssimativamente quella di una clessidra: le parti estreme sono infatti larghe e piatte, la centrale è invece assottigliata. Ciascuna molla infine in questo caso viene montata in modo da agganciarsi a quelle immediatamente vicine, cosa che ovviamente contribuisce a rendere migliore il sostegno offerto e superiore la resistenza del materasso.

Le molle insacchettate o cilindriche invece si allontanano un bel po’ da queste logiche. Innanzitutto esse hanno forma per l’appunto cilindrica ed in secondo luogo ciascuna di queste è avviluppata in un piccolo sacco costruito con filati anallergici. Questo genere di tecnologia assicura agli utenti la presenza di zone a portanza differenziata offrendo infatti un maggiore sostegno a tutte quelle aree del corpo ritenute più pesanti di altre.

L’insacchettamento tra l’altro evita l’usura a breve termine e garantisce al materasso in questione davvero una lunga aspettativa di vita. Un simile prodotto va tenuto in considerazione soprattutto se si ama dormire sul fianco e se, magari in procinto di intraprendere un percorso di coppia, si cerca una soluzione che possa permettere ad entrambi i partner di dormire indisturbati, anche se uno di loro si agita di continuo nel sonno.

Il movimento infatti in questo caso non si ripercuote sull’intero sistema offrendo a tutti un buon riposo. Inoltre torna utile sapere che i modelli a molla insaccata possono, su richiesta, essere dotati di uno strato di memory spesso dai 2 ai 6 centimetri. Questo espediente fa sì che l’utente trovi più agevolmente la posizione ideale per dormire. Un materasso a molla insacchettata infine può anche essere corredato da coprimaterasso sfoderabile, cosa che in alcun modo può accadere con tecnologie più tradizionali.

Materasso a molle: come sceglierlo?

Resta a questo punto da capire come procedere per individuare tra tutti quelli presenti sul mercato il materasso a molle che faccia al caso nostro. E’ inutile dire che la scelta di questo genere di oggetti obbedisce tanto a criteri oggettivi quanto a parametri soggettivi: per quanto si possano fornire delle indicazioni di massima su un materasso sarà sempre l’utente a testarlo in prima persona ed a decidere se il prodotto vale o meno la pena di un esborso in denaro. Cerchiamo allora di individuare delle caratteristiche standard che tutti i materassi a molle dovrebbero possedere e di elencarle nella breve lista sottostante:

Numero di molle

Si tratta di un importante criterio di selezione da utilizzare per compiere una prima scrematura tra i prodotti presenti in negozio. Ogni fabbrica sceglie, sulla base di precisi test qualitativi, il numero di molle di cui dotare i propri materassi: questo significa che non tutti gli articoli sono tra loro uguali. Per quanto riguarda i modelli singoli si consiglia di non andare mai al di sotto delle 400 unità, 700 per i materassi matrimoniali (si tenga comunque conto che un top di gamma può contenere anche 5000 molle).

Il numero di molle presenti in un materasso può determinare la qualità intrinseca dell’oggetto dato che ad un numero maggiore di spirali corrisponde un’aumentata capacità dell’articolo di reggere anche pesi di una certa rilevanza. Inoltre un discreto numero di anelli garantisce resistenza e longevità al materasso in questione.

E’ quindi chiaro anche che a questo criterio selettivo si abbini anche quello del costo: più molle ci sono a disposizione e maggiore sarà l’esborso. Molte aziende infine hanno l’abitudine, per così dire, di alternare molle rigide a spirali più elastiche. Questo modus operandi serve a garantire quella rigidità differenziata di cui abbiamo tanto parlato in precedenza.

Dimensioni

Chiaramente un altro elemento da valutare è il numero di piazze di un materasso. Distinguiamo così i singoli (80-90 centimetri di larghezza e 90-120 centimetri di lunghezza), i matrimoniali (160-170 centimetri di larghezza e 190-200 centimetri di lunghezza), una piazza e mezzo (larghezza pari a 120 centimetri e lunghezza pari a 190 centimetri) ed i materassi alla francese (140 centimetri di larghezza e 190 centimetri di lunghezza). Importante è anche l’altezza del materasso. In genere i migliori prodotti a molle ad oggi in commercio hanno uno spessore compreso tra i 21 ed i 30 centimetri.

Rivestimenti

Potendo scegliere tutte le parti in fibra tessile dovrebbero essere ricavate da materiali naturali, cotone e lana su tutti. Essi infatti traspirano meglio, impediscono il ristagno di liquidi e la formazione di cattivi odori e sono facilmente lavabili. Sì poi alle soluzioni sfoderabili e per questo più semplici da nettare (soprattutto se il materasso è destinato ai più piccoli che bagnano ancora il letto).