Metal detector

Il metal detector può essere utilizzato per diversi scopi, alcuni dei quali sorprendenti agli occhi dei profani. In molti, ad esempio, cercano nel sottosuolo o tra la sabbia antichi reperti storici o monete abbandonate da tempo immemore, altri tentano di rilevare piccoli e grandi sedimenti metalliferi cogliendo l’occasione per stare un po’ all’aria aperta e svolgere anche dell’esercizio fisico, altri ancora sperano di poter rivendere quanto eventualmente riportato alla luce e trarne ovviamente un vantaggio economico. In poche parole non è raro che il possessore di un metal detector sia un archeologo mancato o un collezionista incallito.

Ma non è tutto. Il cercametalli può essere utilizzato anche in maniera un po’ più svagata, per così dire, magari semplicemente per trovare qualche spicciolo ancora in corso perso qui o là nella battigia, nel sottobosco o in luoghi in cui non è facile scovare quello che potrebbe caderci dalle tasche. In alcuni casi infine i possessori di metal detector possono essere chiamati anche a collaborare con la giustizia, ovviamente però ciò avverrà soltanto in particolari circostanze e soltanto nel caso in cui la persona prescelta abbia una certa dimestichezza con questa pratica.

Utilizzare o scegliere un metal detector, ci sembra giusto specificarlo a priori, non è semplice ed elementare come tutti potrebbero credere. Chi compra questo attrezzo deve preventivamente compiere una valutazione di base delle proprie competenze, definire i risultati che spera di ottenere ed attenersi ad un preciso codice deontologico prima di operare.

Dato che per molti quanto detto sinora potrebbe avere il sapore della novità, nelle prossime righe cercheremo di dare tutte le informazioni di base utili all’approccio con i cercametalli e con l’affascinante mondo del metal detecting.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Usare un metal detector: cosa bisogna sapere?

La domanda a questo punto sorge spontanea: dove ci è concesso utilizzare il metal detector? L’abbiamo visto mille volte in molti film americani: innanzitutto in spiaggia, vero e proprio classico, quindi all’interno dei confini di una proprietà privata, in boschetti e parchi pubblici.

Quello che dalle pellicole non abbiamo mai appreso, ma che con un po’ di buon senso è comunque intuibile, è che per poter utilizzare un metal detector dobbiamo avere permessi ed autorizzazioni speciali, a meno che non si voglia rischiare di incappare in severi provvedimenti giudiziari o non si agisca su aree già in proprio possesso.

Per tale motivo, soprattutto se si pratica questo particolare hobby in luoghi pubblici, è sempre bene verificare di continuo di non calpestare una zona improvvisamente diventata privata o statale. Attenzione quindi a cartelli segnalatori, alla presenza di transenne e recinti spinati e, una volta in spiaggia, all’inizio dell’area di pertinenza di lidi e possedimenti statali.

Non vogliamo inoltre spaventare o scoraggiare nessuno, ma è ovvio a questo punto che probabilmente per evitare di incorrere in equivoci e multe salatissime l’opzione più sicura diventa quella di farsi autorizzare dal proprietario di un dato appezzamento di terra a lavorare sulle aree da lui possedute.

Nella migliore delle ipotesi quest’ultimo saprà anche dirci dove cercare e non si dovrà temere la presenza di eventuali concorrenti. Sebbene in questi casi sia sufficiente ottenere un permesso verbale, il suggerimento è comunque quello di agire soltanto dopo aver messo le mani su un’autorizzazione scritta.

Ciò è a maggior ragione vero soprattutto quando si agisce su suolo pubblico. Inutile dire poi che il permesso ottenuto dovrà, almeno sino alla fine delle operazioni, essere gelosamente custodito in tasca, pronto insomma per essere sguainato non appena qualcuno dovesse contestare la nostra presenza ed il nostro lavoro su una data superficie.

Ma come si fa ad ottenere un’autorizzazione ufficiale per scorazzare con il metal detector su una qualsiasi proprietà pubblica o privata? Beh, non c’è alternativa se non quella di chiedere il consenso dei diretti interessati o degli enti preposti alla tutela di una data porzione della città (la spiaggia, la foresta, ecc.).

L’importante è pattuire a monte che qualsiasi oggetto perso di evidente proprietà del possessore del lotto verrà restituito al legittimo proprietario mentre tutto il resto finirà nelle mani del cercatore. Attenzione poi a lasciare in ordine le zolle di terra eventualmente rimestate: tutto, una volta finita la ricerca, deve ritornare esattamente così come l’abbiamo trovato.

Metal detector e ricerca responsabile

In pochi lo sanno, ma utilizzare un metal detector significa anche attenersi ad un preciso codice comportamentale stabilito a monte da coloro i quali praticano questo hobby o si avvalgono di tale strumento per usi professionali.

In particolare le regole elaborate impongono di rispettare qualsiasi appezzamento di terra: la ricerca non deve infatti mai tradursi in opera di devastazione! Ovviamente poi si agirà soltanto previo consenso dei diretti interessati, cosa che del resto ci appare abbastanza corretta e che d’altra parte avevamo già accennato in precedenza.

Il cercatore, anche in questo caso siamo di fronte ad un principio incontestabile, è tenuto tanto a sottostare alle leggi locali in materia di scavi quanto ad informare gli enti preposti nel caso di ritrovamenti di interesse archeologico, culturale e produttivo (metalli) nonché, se specificamente richiesto, ad aiutare con i suoi mezzi le forze dell’ordine nel caso di eventuali ricerche volte allo sviluppo di indagini.

Chi usa il metal detector deve anche garantire la sua volontà di non causare danni di sorta alle zone battute, quindi assicurare di riempire nuovamente tutte le buche scavate nonché di non approfittarne per gettare rifiuti e quant’altro. Ma non finisce qui.

Di norma su proprietà la cui area sia pari o inferiore agli 8000 metri quadri sarebbe giusto utilizzare un coltello da scavo manuale di piccole dimensioni. Su superfici più grandi invece sarà consentito al cercatore di avvalersi di utensili un po’ più voluminosi.

I migliori metal detector professionali 2021: per oro e altri metalli

ORA IN OFFERTA1
Metal Detector Oro, Ginour Metal Detector Professionale, Modalità di Pinpointer,...
20 Recensioni
Metal Detector Oro, Ginour Metal Detector Professionale, Modalità di Pinpointer,...
  • 【Tre Modalità di Rilevamento】 Il metal detector ci sono tre pulsanti...
  • 【Scopri Le Sorprese nella Vita】Il metal detector ha una bobina di...
  • 【Sensibilità Regolabile e Lunghezza Regolabile】La modalità SENS può...
  • 【Schermo LCD Retroilluminato】Il rivelatore di metalli ha uno schermo...
  • 【Riceverai】 metal detector (da montare), pala pieghevole multiuso (con...
2
ETE ETMATE Metal detector impermeabili con LCD e jack per auricolari, 2 modalità,...
20 Recensioni
ETE ETMATE Metal detector impermeabili con LCD e jack per auricolari, 2 modalità,...
  • 【2 modalità di rilevamento 】: la modalità all metal può identificare...
  • 【Sufficiente per multi-adattamento】: bobina di ricerca impermeabile da...
  • 【Display LED】: modalità di visualizzazione del puntatore, il valore è...
  • 【Portatile e facile da usare】: il peso del metal detector è di soli 2...
  • 【Sport all'aria aperta】: con jack per cuffie universale da 3,5 mm, è...
ORA IN OFFERTA3
Garrett ACE 250 Metal Detector, Display LCD, Giallo/Nero
  • 3 diversi programmi di ricerca pre-impostati (All-metal, coins e jewerly)
  • Indicazioni tramite display sul tipo di metallo e sulla profondità
  • 3 distinti toni di rilevazione (in base al tipo di metallo)
ORA IN OFFERTA4
Aneken Metal Detector, Metal Detector 3 modalità Sono opzionali, Bobina di Ricerca...
  • 🎁Modalità: il metal detector ANEKEN ha tre modalità: ①La modalità...
  • 🎁Alta sensibilità e precisione: il metal detector Aneken ha 12...
  • 🎁Schermo LCD / volume / jack per cuffie: il metal detector Aneken...
  • 🎁Impermeabile / regolabile in altezza: l'altezza del metal detector...
  • 🎁Tutorial sul servizio / utilizzo: i metal detector ANEKEN hanno una...
ORA IN OFFERTA5
SUNPOW Metal Detector, Metal Detector Professionali, Rilevatore di Matelli...
125 Recensioni
SUNPOW Metal Detector, Metal Detector Professionali, Rilevatore di Matelli...
  • 【Tre modalità operative】SUNPOW Metal Detector fornisce 3 funzioni per...
  • 【Si diverte in ogni angolo】Materiale impermeabile IP68 è...
  • 【Forte anti-interferenza】Contenuto di metalli in tracce in diversi...
  • 【Forte sicurezza】Collegando le cuffie, lo Si può godere anche in...
  • Riceverà: 1x SUNPOW OT-MD02 Metal Detector, 1x Pala, 1x Borsa per...
ORA IN OFFERTA6
Pinpointer Metal Detector - SUN POW impermeabile portatile a 360° con luce LED e...
  • Pinpointer Sonda a 360 gradi e tre modalità d’allarme: il sensore di...
  • Design completamente impermeabile: in qualsiasi condizione atmosferica o...
  • Profondo e Sensibile: il metal detector pinpointer SUNPOW Pinpointer può...
  • Funzionamento semplice con un pulsante: Pinpointer metal detector il...
  • Fornitura: 1 * metal detector Pinpointer, 1 * batteria da 9V, 1 * borsa in...
ORA IN OFFERTA7
DR.ÖTEK Leggero Metal Detector per Adulti & Bambini, Pinpointer, Sensibilità e...
134 Recensioni
DR.ÖTEK Leggero Metal Detector per Adulti & Bambini, Pinpointer, Sensibilità e...
  • TOP METAL DETECTOR PER ADULTI e la migliore della linea deluxe DR.ÖTEK....
  • Ampio display LCD ha un grande schermo da 3 pollici x 2,2 pollici che è...
  • 9.8 "wide search coil è così potente che può individuare un quarto di...
  • Profondità e sensibilità regolabile. Regolare l'indicazione di...
  • Leggero e facile da trasportare questa è una scelta eccellente per...
8
WingFly Pinpointer Metal Detector - Rilevamento Pinpoint Impermeabile Portatile a...
407 Recensioni
WingFly Pinpointer Metal Detector - Rilevamento Pinpoint Impermeabile Portatile a...
  • Alta sensibilità: il metal detector pinpointer può colpire l'oggetto in...
  • Vibratore audio: la vibrazione automatica e l'audio assicurano di non...
  • Puntatore a 360 °: area di rilevamento della scansione laterale a 360 °....
  • Facile da usare: operazione con un solo tocco. Il nostro rilevatore...
  • Metal Detector impermeabile: la sonda pinpointer è impermeabile e può...
9
Metal Detector, GJCrafts Metal detector Impermeabile professionale identifica tutto...
22 Recensioni
Metal Detector, GJCrafts Metal detector Impermeabile professionale identifica tutto...
  • 【Modalità di rilevamento multiple】 Modalità tutto metallo: identifica...
  • 【Bobina di ricerca impermeabile precisa】 La bobina di ricerca grande da...
  • 【Display a LCD:】 modalità di visualizzazione del puntatore, il valore...
  • 【Portatile e facile da usare】 il peso del metal detector è di soli 2...
  • 【Buona scelta per gli sport all'aria aperta】 il metal detector ha un...
10
Diealles Shine Pinpointer, Impermeabile Pinpointer Metal Detector con Luce LED e...
  • 💰 Pinpointer impermeabile è un kit completo, che include un puntatore,...
  • 💰 La batteria non è inclusa. il nostro metal detector pinpointer...
  • 💰 Quando Pinpointer Portatile rileva il metallo, non solo emette un...
  • 💰 Rilevatore Metalli Portatile è facile da usare, basta premere il...
  • 💰 Il nostro metal detector portatile può rilevare vari tipi di oggetti...

Cosa fare quando si trovano dei reperti?

Il buon cercatore è di norma equipaggiato con uno speciale marsupio a due tasche: nella prima riporrà la spazzatura trovata durante il suo percorso, nella seconda gli oggetti di interesse. Certo, questo va bene sin tanto che si trovi qualche spicciolo, qualche gioiello di poco conto e simili.

Quando però abbiamo a che fare con pezzi pregiati il suggerimento è quello di riporli in una speciale borsa da ricercatore interamente imbottita con batuffoli di cotone utili ad evitare che il materiale possa subire danni di sorta.

In relazione al tipo di ritrovamento poi decideremo se pulirlo con uno spazzolino a setole morbide, con del detergente per piatti o semplicemente con dell’acqua calda. Quello che è certo è che prima di procedere nell’operazione bisognerebbe un attimo fermarsi a riflettere.

Molti numismatici, ad esempio, deprezzerebbero una moneta che è stata ripulita, altri ancora non ammettono l’uso dell’elettrolisi per rimuovere dai reperti cancro e ruggine. Vale quindi la pena, una volta ritrovato un bottino in monete antiche di procedere alla pulizia delle stesse?

Molto probabilmente no, soprattutto se si intende rivendere il proprio tesoro. L’unica cosa che in questi casi ci è concesso fare è quindi soffiare via la sabbia o la terra stando attenti a non graffiare la superficie del prezioso reperto.

Infine ci sembra giusto precisare che, ammesso anche che si decidesse di ripulire il bottino strappato via al sottosuolo, bisognerebbe sempre procedere non utilizzando detersivi o metodi particolarmente aggressivi.

Comprare un cercametalli: varie ed eventuali

Ammettiamolo: il metal detector è un oggetto che ha un suo fascino e, prima o poi, tutti abbiamo pensato di comprarne uno nella speranza di arricchirci. Tuttavia non si tratta di un arnese che si acquista tutti i giorni e, probabilmente, molti di noi non saprebbero nemmeno a chi rivolgersi per accaparrarsene un esemplare.

Per fortuna a toglierci dall’empasse, come sempre più spesso accade, c’è internet: in poche parole possiamo scegliere di comprare online il nostro gingillo o, quanto meno, di documentarci in proposito apprendendo che per chi vuole acquistare nel mondo reale sarà necessario rivolgersi a grossi negozi di bricolage, a ferramenta particolarmente forniti, alle armerie o, in alternativa, ai rivenditori specializzati nella commercializzazione di materiale per soft-air o di componentistica elettronica.

Ma che caratteristiche dovrà avere il nostro cercametalli? Iniziamo col dire che non è possibile affermare che in questo ambito esistano prodotti in assoluto migliori di altri. Certo, un articolo da oltre 2000 euro offrirà prestazioni al limite del fantascientifico se confrontato con uno che non raggiunge nemmeno il tetto del centinaio di verdoni, ma questa è tutta un’altra storia.

I cercametalli andrebbero acquistati più che altro tenendo conto di alcuni punti nodali: il luogo in cui si vive, il tipo di reperti che si intende trovare, il fondo cassa a disposizione (se esiguo si potrebbe anche considerare l’idea di optare per un prodotto di seconda mano) ed il grado di confidenza con questo oggetto nonché con la tecnologia in genere. Ma non è ancora tutto.

Quando si compra un metal detector è sempre consigliabile accertarsi che sia ben accessoriato o che quanto meno offra la possibilità in futuro di corredarlo con un migliore equipaggiamento. Immancabile tra gli oggetti da abbinare ad un buon cercametalli è il pinpointer.

Quest’ultimo altro non è che una sorta di MD portatile capace di definire con maggiore precisione il punto dello scavo, ovviamente soltanto dopo che lo strumento principale avrà individuato la macroarea in cui lavorare. Il suo impiego ci permetterà di agire velocizzando quindi tutte le operazioni del caso.

A corredo di un cercametalli bisognerebbe poi procurarsi dei coltelli da scavo di varie dimensioni, delle palette da sabbia e dei picconcini. Inoltre nel package dei prodotti di migliore fattura troveremo anche delle cuffie che permettano di meglio sentire i segnali audio inviati dal dispositivo (non sempre è possibile guardare con attenzione il monitor LCD integrato) senza percepire alcun segno di inquinamento acustico (rombo di auto, vocio di persone e quant’altro) o altri rumori ambientali potenzialmente fastidiosi (vento, onde, fruscio delle foglie, e via discorrendo).

Utili alle missioni del cercatore sono anche il salvapiastra, perfetto per preservare il prodotto da ogni genere di danno, un ricco armamentario di sacchetti, zaini e borsette per il trasporto, qualche piastra supplementare ed oggetti per l’eventuale pulizia in loco dei reperti.

Inoltre, dato che spesso ci si avventurerà per boschi e sentieri poco battuti, sarebbe meglio portare con sé anche un buon kit per il pronto soccorso (medicinali da banco, bende, garze, cerotti, disinfettante, cotone emostatico e quant’altro), qualche batteria di scorta, un’efficace crema solare (ovviamente soprattutto durante le giornate più calde e per le ricerche in spiaggia in genere), guanti, coltellini, fischietti (alcuni modelli sono pensati per emettere delle frequenze particolari che infastidiscono ed allontanano animali potenzialmente pericolosi come ad esempio gli orsi) e repellente per insetti.

Un suggerimento valido è infine quello di procurarsi un abbonamento ad una discreta rivista di settore, soprattutto se quello del metal detecting non è più un gioco o un hobby ma un interesse semi professionale.

Alla ricerca dei metalli e non solo

Ma come si fa a mettersi sulle tracce di un piccolo grande tesoro? Come possiamo individuare a priori un’area di interesse? Beh, le strade ci sono e per fortuna sono anche tante. Qualcuno preferisce affidarsi ad esempio a delle vecchie mappe cittadine.

Se ben consultate esse possono darci delle preziose indicazioni circa l’esistenza di luoghi particolari oggi in disuso o convertiti ad altri impieghi oppure ancora un tempo teatro di eventi storici di un certo rilievo. In quelle zone, è ovvio, la ricerca potrebbe essere spesso più che produttiva.

Queste mappe sono nella maggior parte dei casi reperibili nelle biblioteche locali o nelle sedi di alcune associazioni storiche e culturali in cui tra l’altro potremo far tesoro anche di informazioni a viva voce, spesso più utili di quelle provenienti dalla carta.

Da non trascurare sono anche i vecchi libri di storia locale o le notizie ripescate qui e là su siti internet di cui si è ovviamente verificata l’attendibilità. Inutile dire poi che pure le biblioteche e le emeroteche universitarie potrebbero avere molto da dirci.

A volte però piuttosto che ficcare il naso nei libri, nei giornali o nelle vecchie mappe, si può raggiungere il proprio scopo con una certa velocità semplicemente lasciando che i proprietari terrieri ci raccontino le storie dei loro possedimenti, ci tramandino le vicende di vita vissuta dei loro antenati o ci spieghino per quale motivo sospettino di poter trovare nella loro proprietà qualcosa di interessante.

Infine ci chiediamo: perché una persona non più giovanissima non dovrebbe essere d’aiuto alle nostre ricerche? Magari quest’ultima ha memoria di vecchi edifici adesso difficili da ritrovare o da identificare, magari potrebbe conoscere alcune leggende in cui si nasconde un interessante fondo di verità, magari ancora saprebbe indicarci la presenza in città o appena fuori i suoi confini di posti in cui in passato si sono verificate faccende misteriose e così via. Insomma: prestiamo sempre orecchio alla voce degli anziani, memoria storica di indiscutibile valore.

I costi

Ed eccoci finalmente arrivati ad una informazione che interessa un po’ tutti quelli che hanno avuto la pazienza di leggere sin qui: quanto costa un cercametalli? Il metal detecting è una passione alla portata di tutti o solo di pochi eletti?

La risposta a queste domande è che fortunatamente in commercio esistono ormai prodotti per tutte le tasche, prodotti che come abbiamo visto vanno comunque man mano equipaggiati acquistando anche oggetti non inclusi nel package originale.

Certo, è ovvio che un principiante debba accontentarsi, almeno inizialmente, di un cercametalli meno performante. Questo non tanto perché si vogliano fare delle distinzioni tra neofiti e veterani quanto perché un buon metal detector ha un costo abbastanza elevato, pari a poco più di 8 mila euro. Il suggerimento quindi è quello di verificare che questo hobby sia di nostro interesse e gradimento prima di acquistare prodotti di fascia alta.

Accontentandosi momentaneamente di un oggetto meno qualitativo, tralasciando i prodotti di scarsissimo valore, il budget da investire nell’acquisto del cercametalli si aggirerà invece su 140/350 euro. Esiste poi una fascia media adatta ai non professionisti che vogliano fare il salto di qualità e che spenderanno quindi dalle 350 euro in su.

Sì, alcuni prodotti sono davvero costosi, ma c’è di buono che nella maggior parte dei casi questi non subiscono nel tempo alcun tipo di deprezzamento e che un eventuale disvalore non raggiungerà comunque livelli eccessivamente penalizzanti e che quindi, se si vorrà, si potrà vendere tutta l’attrezzatura accumulata negli anni recuperando buona parte della cifra investita.

Ultima informazione di servizio: vedendo l’ampio ventaglio di prezzi fissato dalle case produttrici per l’acquisto di un cercametalli ci si chiede quali effettivamente possano essere le differenze tra un top di gamma e degli articoli assimilabili a dei giocattoli. In entrambi i casi la funzione di base del prodotto è quella di rilevare nel sottosuolo la presenza di metalli, ovvio no?

Bene, i modelli migliori di metal detector sono però in grado di circoscrivere con maggior precisione la zona su cui intervenire e di rilevare la differenza tra un reperto di una certa importanza ed un ammasso di ferraglia di nessun valore.

Insomma: un buon prodotto velocizza le ricerche e, se vogliamo, le rende anche più proficue, un oggetto di scarsa fattura ci permetterà di trascorrere molte ore all’aria aperta…