recensioni batteria ricaricabile migliore
Home » Elettronica » Batterie ricaricabili

Batterie ricaricabili

Batterie ricaricabili: perché usarle? Moltissimi oggetti di uso quotidiano sono alimentati a pile: dai vecchi mouse ai telecomandi, dalle fotocamere ai giocattoli dei bambini. L’uso frequente di questi aggeggi e le cattive abitudini (ad esempio lasciare in posa le batterie anche durante lunghi periodi di inutilizzo) determinano il frequente scaricamento delle suddette e l’altrettanto noiosa prassi di dover uscire a comprarle. Come evitare tutto ciò? Dato che eliminare del tutto le pile dalla quotidianità è difficile, è forse meglio optare per l’individuazione e l’acquisto di alcune tra le migliori batterie ricaricabili presenti sul mercato.

Prendere questa decisione significa infatti avere sempre in casa delle pile di ricambio, soprattutto se si ha la buona abitudine di tenerne delle piccole scorte di diversa forma e potenza. In secondo luogo utilizzare delle batterie ricaricabili significa anche risparmiare notevolmente sulle spese annuali legate proprio al loro acquisto: si stima che mediamente un utente potrebbe spendere in tal senso il 35% in meno rispetto al solito.

Tra l’altro anche gli elettrodomestici, se utilizzati sempre con batterie ad alti livelli di carica, funzionano meglio e si usurano di meno. Ultima, ma non per questo meno importante, motivazione che dovrebbe spingere il consumatore a preferire sempre delle ricaricabili è l’ecologia. Lo smaltimento delle pile esauste infatti è ad oggi un enorme problema: gli acidi in esse contenuti costituiscono dei rifiuti speciali e, comunque si decida di eliminarli, essi inquinano irrimediabilmente un pianeta già eccessivamente compromesso.

Durata delle pile ricaricabili

Le batterie ricaricabili, anche le migliori, ad un certo punto diventano comunque inutilizzabili e quindi merce buona per la discarica. Ciò, per fortuna, avviene in tempi notevolmente più lenti rispetto a quanto accade con le pile normali (diversamente dove starebbe la convenienza nell’acquistarle pagandole anche ad un prezzo più alto rispetto alle alcaline?). Per essere precisi è bene specificare che l’unità di misura con cui viene in genere valutata la durata di una ricaricabile è il ciclo di ricarica.

Questo significa che sulla confezione verrà trascritto il numero di volte che l’oggetto potrà essere del tutto scaricato e, successivamente, completamente ricaricato. Le migliori batterie ricaricabili di categoria AA possono essere riutilizzate circa 3000 volte: in relazione all’oggetto che andranno ad alimentare quindi potrebbero durare persino degli anni! Inferiore, ma comunque considerevole, è la durata delle pile alimentate al nichel metallo idruro (NiMH) che, se di buona qualità, possono supportare sino a 600 cicli.

Già questo parametro basta ad evidenziare la differenza tra una batteria di buona qualità ed una più scadente: queste ultime infatti non superano quasi mai i 50 cicli. Le pile agli ioni di litio invece, a prescindere dal loro effettivo utilizzo, restano in vita, per così dire, per un periodo non superiore ai 3 anni: in questi casi quindi la misurazione a cicli è poco applicabile. Ma come garantirsi la massima durata delle proprie pile? Sicuramente è necessario mettere in pratica qualche piccolo accorgimento. In generale è possibile affermare che esse non dovrebbero mai, con buona pace di chi diffonde costantemente alcune leggende metropolitane, venire scaricate del tutto prima di essere sottoposte a ricarica.

Tale comportamento infatti sarebbe addirittura lesivo per la pila che finirebbe alla lunga per esaurire il suo ciclo vitale con largo anticipo. In genere quindi, funzione che i più moderni elettrodomestici possiedono già di default, la carica delle batterie andrebbe sfruttata per un buon 90%, rimuovendole perciò dai loro alloggi soltanto quando resta appena il 10% di carica. Ciò è vero soprattutto per le batterie al litio.

Altro utile accorgimento è poi quello di evitare di lasciare questi preziosi oggetti troppo vicini, e per periodi di tempo eccessivamente prolungati, a fonti di calore. E’ poi bene prestare particolare attenzione alle etichette delle batterie: non è raro che le case produttrici raccomandino di non tenere le pile sotto carica per un periodo di tempo che sfori un determinato monte ore. Contravvenire a questa indicazione potrebbe in qualche modo danneggiare il prodotto.

Chiaramente tale parametro può variare, anche dinnanzi a batterie tutto sommato simili, in relazione alle specifiche tecniche dell’azienda costruttrice. Utile è infine anche optare sempre per caricabatterie appropriati, possibilmente della stessa marca delle pile. E cosa fare invece per preservare il più al lungo possibile le pile in uno stato di carica? Fermo restando che i tempi del ciclo di ricarica variano ovviamente in relazione alla potenza che il dispositivo deve erogare e alla frequenza di utilizzo, è buona norma, come detto sopra, rimuovere le pile dall’elettrodomestico o dall’oggetto che alimentano se quest’ultimo non verrà utilizzato per molto tempo.

Inoltre alcuni piccoli accorgimenti, quali diminuire le intensità di illuminazione di eventuali display, la chiusura di applicazioni al momento non utilizzate e la disattivazione di reti di collegamento wi-fi o bluetooth, possono rivelarsi in tal senso una vera e propria manna dal cielo.

Ricaricabili: criteri per l’acquisto

Come individuare le migliori batterie ricaricabili presenti sul mercato? Fermo restando che in molti casi un ruolo importante in tal senso giocano le esigenze e le pretese dell’utente, è possibile affermare che esistono dei criteri di massima a cui attenersi se ci si vuole assicurare di acquistare un buon prodotto. Ecco quali:

  • Velocità di ricarica: seppure appartenenti alla stessa tipologia di pile, molti dispositivi per ricaricarsi possono impiegare tempi alquanto diversi. Ovviamente i migliori modelli di batterie ricaricabili presenti sul mercato sono, in questo senso, quelli che ultimano il processo in tempi più rapidi.
  • Materiale di realizzo: come specificato in precedenza, le batterie ricaricabili funzionano grazie a diversi materiali di realizzo. In generale non si può affermare con certezza che una tecnologia sia migliore di un’altra: in tal senso infatti un ruolo importante giocano le esigenze dell’utente che difficilmente pretenderà di utilizzare le più che performanti batterie al litio per alimentare il telecomando mentre, viceversa, non si affiderà alla generica AA per alimentare il flash di una compatta…
  • Cicli di ricarica sostenibili: anche questo parametro riveste una certa importanza. Ovviamente maggiori saranno i cicli di ricarica sostenibili, ed implicitamente la durata delle pile, migliore sarà il prodotto.
  • Reperibilità di caricabatterie ad hoc: tale informazione, come visto in precedenza, ha una certa importanza. Molte pile ricaricabili infatti hanno prestazioni più o meno soddisfacenti in relazione all’apparecchio utilizzato per effettuare il ciclo.

Quanto costano?

In relazione alla marca, al modello, al package che si desidera comprare, alla potenza, alla presenza o meno delle suddette caratteristiche, al negozio fisico o virtuale in cui si sceglie di fare acquisti, agli oggetti in dotazione (in molti casi le pile vengono vendute insieme al loro caricabatterie) e alla generica qualità, questi oggetti possono avere costi anche abbastanza differenti.

Solitamente con un esborso di 12/25 euro ci si porta a casa un buon prodotto. E’ proprio questo un aspetto fondamentale da tenere sempre in considerazione: spendere cifre notevolmente inferiori a questo range significa acquistare de gli articoli scarsamente performanti, poco durevoli nel tempo o, peggio ancora, pericolosi per la salute o genericamente non sicuri.
opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Soprattutto se le pile sono destinate a dispositivi costosi, pregiati, a cui si tiene in maniera particolare o spesso affidati alle mani dei più piccoli quindi è bene non badare troppo a spese, tanto le batterie ricaricabili hanno in genere una lunga durata.

Le migliori batterie ricaricabili al litio AA e AAA

Per meglio orientarsi nel complesso mondo del rapporto qualità-prezzo, ecco una piccola lista di pile ricaricabili da poter prendere in seria considerazione al momento degli acquisti.

AmazonBasics

Le batterie AmazonBasics sono delle precaricate al Nichel Metallo Idruro studiate per offrire al cliente la possibilità di usufruire di un prodotto a bassa autoscarica. Leggerissime (180 grammi) e precaricate ad energia solare, dimostrano una certa resistenza al freddo anche se l’ideale sarebbe conservarle ad una temperatura che si aggiri intorno ai 20°.

Le AmazonBasics, prodotte in Giappone, si ricaricano molto velocemente, sopportano 1000 cicli, non perdono potenza se non utilizzate, mantengono la loro funzionalità inalterata anche in caso di sovraccarico e sono particolarmente adatte all’alimentazione di dispositivi per il cui funzionamento è necessario erogare parecchia energia.

Disponibili nella versione AA ed AAA e nei package da 4, 8, e nella confezione mista composta da 8 stilo e 12 ministilo, il costo del prodotto, anche in relazione al tipo di confezione prescelta, varia dalle 8/10 euro alle 30/35 euro. Il rapporto qualità prezzo, in questo caso, è tra i migliori.

AmazonBasics - Pile Ricaricabili Stilo AA Ni-MH,...
1.357 Recensioni
AmazonBasics - Pile Ricaricabili Stilo AA Ni-MH,...
  • Migliore tasso di riduzione della carica per inutilizzo
  • Ricaricabili molto più velocemente
  • Eccellente performance anche in sovraccarico
  • Precaricate a energia solare
  • Made in Japan

Odec Pile Ricaricabili

Le pile ricaricabili Odec sfruttano la tecnologia al Nichel Metallo Idruro capace tra l’altro di assicurare al cliente una bassa autoscarica. Si tratta di batterie AAA con capacità di 1000 mAh ed aventi tensione pari ad 1,2 V perfette per alimentare la maggior parte degli oggetti di normale uso quotidiano. Dotate poi di certificazione UL e CE, supportano circa 1200 cicli. Le pile, così raccomanda la casa produttrice, andrebbero tenute in attività almeno una volta al mese (diversamente si rischierebbe di comprometterne la funzionalità o la durata).

Inoltre dovrebbero essere sempre risposte in luoghi non umidi, freschi e a discreta distanza dagli oggetti metallici.
Tutti i prodotti di questa marca sono soggetti, in caso di generale insoddisfazione da parte del cliente, ad un rimborso entro i 30 giorni dall’acquisto. Le pile ricaricabili Odec AAA vengono vendute in confezioni da 16 per un prezzo compreso tra le 15 e le 20 euro.

Odec Pile Ricaricabili AAA NiMH, 1,2V Batteria di...
121 Recensioni
Odec Pile Ricaricabili AAA NiMH, 1,2V Batteria di...
  • UL e CE certificata, verificata dal costruttore in base...
  • Elevata capacità di 1000mAh, non si mai preoccupa...
  • Odec le pile ricaricabili Ni-MH vantano una tecnologia...
  • Custodia della batteria consente di memorizzare le...
  • Delle pile ricaricabili Ni-MH, si prestano a essere...

Varta Batteria Ricaricabile

Le batterie ricaricabili Varta sono state concepite secondo la filosofia del “ready to use” esse infatti possono essere utilizzate appena acquistate. A differenza di molti altri prodotti disponibili sul mercato, queste batterie possono poi essere ricaricate con tutti i caricatori. Le pile in questione hanno una bassissima autoscarica e, di riflesso, una durata davvero molto lunga: si pensi, a riprova di ciò, che esse sono in grado di conservare una carica del 75% nonostante trascorra un anno intero prima che vengano utilizzate.

Le batterie ricaricabili Varta, sono perfette per tutti i dispositivi la cui funzione richiede grosse quantità di energia, non hanno effetto memoria e possono sopportare 4000 cicli durando quindi davvero per moltissimi anni. Disponibili nel formato da 1600 mAh, 2100 mAh, 2400 mAh e 2600 mAh, ed in confezioni da 2, 4 6, o ancora da 4 batterie più un caricatore, hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo: esse infatti, in relazione al package da acquistare, hanno un costo compreso tra le 5/10 euro e le 15/20 euro.

Varta Batteria Ricaricabile AA Stilo, 2600 mAh,...
439 Recensioni
Varta Batteria Ricaricabile AA Stilo, 2600 mAh,...
  • Ni-MH Batterie Mignon ricaricabili senza effetto...
  • Batterie pre-caricate per tutti i caricatori Ni-MH e...
  • VARTA Accu contro sovraccarica,scarica completa;alti...
  • Per applicazioni come lettori MP3,fotocamera digitale...
  • Dotazione: VARTA Accu ricaricabili AA 2600mAh Pronte...

Duracell Recharge Ultra

Le batterie Duracell Recharge Ultra sfruttano una tecnologia al Nichel Metal Idruro e, a differenza di molti altri prodotti similari, possono essere ricaricate con qualsiasi caricatore adatto a questa specifica tipologia di pile. Pensate per poter essere utilizzate subito dopo l’acquisto, rimangono cariche, anche se inutilizzate, per circa un anno. Questa caratteristica unita alla garanzia fornita dalla casa produttrice della possibilità di impiego per almeno 5 anni e 400 cicli, fa delle batterie in questione dei prodotti di alta qualità.

Le batterie Duracell Recharge Ultra sono disponibili in svariati formati adatti a fornire al cliente la possibilità di scegliere il prodotto per i più svariati dispositivi di uso quotidiano e non. L’articolo quindi è disponibile nei più comuni formati AA ed AAA, nonché nei meno diffusi C, D e 9V. Vendute in confezioni da 4,8 e 16, le pile hanno un costo compreso tra le 10/15 euro e le 40/45 euro.

Duracell Recharge Ultra Batterie Ricaricabili, Stilo...
99 Recensioni
Duracell Recharge Ultra Batterie Ricaricabili, Stilo...
  • Le batterie Duracell Recharge Ultra AAA rimangono...
  • Le batterie Duracell Recharge Ultra non usate hanno una...
  • Le batterie Duracell Recharge Ultra sono vendute...
  • Le batterie Duracell Recharge Ultra possono essere...
  • Ottime per controller da gioco wireless, giocattoli,...

Panasonic BK-3HCDE/4BE Eneloop Pro

Le Panasonic Eneloop Pro sono delle batterie ricaricabili di nuovissima concezione e, molto probabilmente, il loro rapporto qualità-prezzo se non il migliore in assoluto è fra i più convincenti. Con una tensione nominale pari a 1.2 V, con una bassissima autoscarica (si pensi che dopo 10 anni di vita esse sono ancora in grado di mantenere il 70% della carica), la garanzia di poter subire 500 cicli di ricarica (esistono sul mercato pile capaci di garantirne un numero maggiore, ma sicuramente non in grado di durare tanto a lungo nel tempo) e con una capacità di 2500 mAh, tali pile sono davvero difficili da eguagliare.

Le Panasonic Eneloop Pro AA o AAA vengono in genere vendute in package contenenti 2 o 4 pile. Il loro costo, ovviamente in relazione al tipo di confezione acquistata, varia dalle 10/12 euro alle 15/17 euro: si tratta in definitiva di un vero e proprio affare!

Panasonic BK-3HCDE/4BE Eneloop Pro Batteria...
553 Recensioni
Panasonic BK-3HCDE/4BE Eneloop Pro Batteria...
  • Capacità 2500 mAh
  • Massimo 500 cicli di ricarica
  • Tensione nominale: 1.2 V

Caricabatterie: cosa c’è da sapere?

Un elemento che concorre a fare delle batterie ricaricabili dei prodotti altamente performanti è il caricabatterie. Spesso sottovalutato infatti questo oggetto può, se scelto male, causare inefficacia e lentezza di ricarica. Nei casi estremi poi può rendersi responsabile di eventuali esplosioni delle pile. Ciò ovviamente non accade se si utilizzano dei dispositivi appropriati: ma come individuarli?

Partiamo dal presupposto che molte ditte specificano sulla confezione delle ricaricabili che queste andranno rigenerate solo ed esclusivamente con un caricatore della stessa marca. Sebbene qualcuno sospetti che si possa trattare di una manovra di mercato, è meglio obbedire a questi dettami. Specificato ciò, ecco quali sono le caratteristiche generiche da esaminare:

  • Velocità di carica: questa può variare notevolmente da un modello all’altro ed è comunque da mettere sempre in relazione alla marca e al tipo di batteria che si sceglie di acquistare. A prescindere da ciò è chiaro che, pur tenendo presente i suggerimenti di cui sopra, una maggiore velocità di ricarica è sempre preferibile.
  • Voltaggio: anche questo è un fattore da non trascurare mai. Caricare delle pile con un dispositivo che eroga energia in eccesso o in difetto può, come specificato già altrove, danneggiare le pile, determinare un loro malfunzionamento, incidere sulla velocità di ricarica e sulla generica durata nel tempo dell’oggetto in questione.
  • Alloggi: il caricabatterie conta in genere di diversi alloggi in cui riporre le pile (avendo ovviamente cura di disporle in modo da rispettare le polarità). Essi possono essere unicamente adattabili ad un formato (ad esempio le stilo) o ricavati in maniera tale da poter ospitare differenti tipologie di pile (nello stesso alloggio, debitamente lavorato, troveranno spazio stilo e ministilo in base alle esigenze dell’utente). Maggiore è il numero di alloggi disponibile e l’adattabilità degli stessi, migliore sarà il prodotto.
  • Alimentazione: una volta inserite le pile negli appositi alloggi, il caricabatterie va in genere attaccato ad una presa. Queste ultime però erogano potenze diverse all’estero: se quindi si viaggia spesso è bene informarsi a tal riguardo e comprare degli adattatori che proteggano le pile o dei caricabatterie direttamente in loco.
  • Led di segnalazione: i migliori modelli di caricabatterie sono dotati di specifici led di segnalazione in grado di indicare all’utente se la batteria che si intende ricaricare necessita effettivamente di questo trattamento e quando essa deve essere rimossa dal dispositivo (elemento questo che, come visto altrove, può contribuire a preservare nel tempo le pile).

I migliori caricabatterie in commercio

Per facilitare la scelta del caricabatterie più adeguato, si è pensato di proporre in calce una piccola selezione di prodotti che l’utente potrà tenere in considerazione al momento di compiere l’acquisto.

Amazon Basics

Il caricabatterie Amazon Basics è un prodotto di ottima qualità adatto alle batterie con tecnologia Ni-Mh. I suoi alloggi possono ospitare contemporaneamente un numero di pile ricaricabili pari, a seconda dei casi, a 2 o 4 unità (la discriminante è la dimensione delle stesse: l’oggetto è adattabile a stilo e mini stilo). Il dispositivo è stato concepito in maniera da non danneggiare le batterie nel caso in cui si verificasse un’inversione di polarità e rende praticamente impossibile il sovraccarico grazie ad una tecnologia avanzata che interrompe il flusso di corrente alle pile non appena queste raggiungono l’apice della carica (mediamente 4 ore).

A fare di Amazon Basics un prodotto particolarmente interessante contribuiscono infine la possibilità di disporre della funzione di compatibilità integrata adatta ad un uso universale e la presenza di una porta USB. L’oggetto può essere acquistato ad un costo irrisorio (20/25 euro) ed ha un ottimo rapporto qualità-prezzo.

AmazonBasics - Carica batterie con 4 pile ricaricabili...
2.505 Recensioni
AmazonBasics - Carica batterie con 4 pile ricaricabili...
  • Caricabatteria con porta USB per batterie Ni-Mh, 4 ore...
  • Ricarica 2 o 4 batterie AA o AAA contemporaneamente.
  • Protegge contro l'inversione di polarità e il...
  • Migliore tasso di riduzione della carica per inutilizzo
  • Ricaricabili molto più velocemente

Varta caricatore a spina

Il caricatore a spina Varta è dotato di uno schermo a cristalli liquidi retroilluminato a LED. Sul display appaiono le informazioni relative allo stato di carica delle pile ed è collocato inoltre un alloggio USB. Il dispositivo è utilizzabile per stilo, ministilo e 9V ed in sole 4 ore restituisce alle pile piena funzionalità.

Il caricabatterie in questione sfrutta una tecnologia all’avanguardia, capace cioè di autospegnimento, di proteggere le pile dal pericolo di un cortocircuito, di riconoscere eventuali batterie alcaline collocate per errore all’interno degli alloggi e di avvalersi di un timer di sicurezza.

Insieme al caricatore a spina Varta vengono vendute anche 4 stilo da 2100 mAh. L’oggetto in questione, tra l’altro dotato di un design pratico, accattivante e salvaspazio, permette di prendere e riporre le batterie in maniera rapida e veloce. Il costo del caricabatterie in questione, pur tenendo conto della sua eccellente qualità, è irrisorio e si aggira sui 15/20 euro.

Varta Caricatore A Spina Lcd Aa/Aaa/9V E Dispositivi...
886 Recensioni
Varta Caricatore A Spina Lcd Aa/Aaa/9V E Dispositivi...
  • Display LCD con retroilluminazione a LED: per lo stato...
  • Carica AA/AAA/9V e un dispositivo USB allo stesso tempo
  • Tempo di ricarica: 4 ore
  • Specifiche di sicurezza: spegnimento Minus Delta U,...
  • Contenuto: Caricatore da muro in un formato pratico con...

Technoline BC 700

Technoline BC 700 è un caricabatterie di ultimissima generazione. Ciascuno dei suoi 4 alloggi gode infatti di un canale di monitoraggio dedicato che consente all’utente, grazie anche ad altrettanti display, di controllare con precisione tutti i dati relativi alla carica di ogni singola batteria. Alla fine del processo tra l’altro viene visualizzato sul piccolo monitor anche l’esito di un test di potenza in mAh effettuato in automatico dal dispositivo.

Ciascun canale è totalmente indipendente e può quindi essere utilizzato con pile differenti o per funzioni diverse.
Technoline BC 700 è adatto a batterie al Nichel Cadmio o al Nichel metallo Idruro. L’utente può selezionare anche una funzione che elimina la memoria dalle pile o che avvia il refresh di batterie usate malamente. Il dispositivo riconosce infine eventuali prodotti difettosi ed ha un costo compreso tra le 35 e le 40 euro.

Batterie ricaricabili
Ti è piaciuto l articolo? Dai un voto!