Raffrescatori evaporativi

Procurarsi il miglior raffrescatore evaporativo domestico in commercio può fare la differenza tra patire il caldo augurandosi di continuo che la bella stagione diventi presto solo un lontano ricordo e godersi l’estate. Ogni anno infatti le previsioni del meteo fanno tutto fuorché rincuorarci in merito: le temperature sono sempre più calde, l’afa diventa sempre più insopportabile e correre ai ripari più che un lusso è ormai diventata una necessità.

I raffrescatori evaporativi rappresentano senza dubbio una valida alternativa a ventilatori, climatizzatori e quant’altro: vediamo allora di approfondire la loro conoscenza e di capire perché la loro presenza in casa più che utile sia ormai da considerarsi a dir poco fondamentale…

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Il caldo debilita l’organismo

Cominciamo da questo aspetto del problema: il caldo, oltre un certo limite, inizia a diventare pericoloso soprattutto per i bambini, per alcuni soggetti affetti da malattie croniche e per i più anziani. A seconda della propria naturale inclinazione alla sopportazione delle alte temperature, della condizione fisica del momento e di centinaia di altre variabili infatti l’afa può provocare una serie di disturbi collaterali che vanno dal malumore alla stanchezza persistente, dal nervosismo alla mancanza di appetito, dall’insonnia alla disidratazione, dalle emicranie alla nausea, dalla febbre alle manifestazioni cutanee, dal riacutizzarsi di fenomeni allergici a rischi abbastanza gravi per individui affetti da patologie cardiache, nefritiche e polmonari.

Insomma: il raffrescatore domestico a questo punto può diventare non sono un piccolo lusso, ma quasi un oggetto salvavita. E’ d’obbligo a questo punto aggiungere che i medici e gli esperti in genere concordano nell’affermare che in una casa sicura, almeno dal punto di vista climatico, la temperatura dovrebbe sempre essere compresa tra i 18° ed i 26°. La domanda a questo punto diventa quindi: perché affidarsi ad un raffrescatore e non ad altri sistemi di refrigerazione domestica? Scopriamolo insieme.

Miglior raffrescatore evaporativo per la casa 2021: recensioni marche e modelli

In relazione alla marca ( G3 Ferrari, Ardes, Argoc lima, Trotec, ecc ) ed al modello acquistato e, ovviamente, alla potenza e alle funzioni, un raffrescatore evaporativo può costare poche decine di euro (20-25) o più di 1000 euro.

1
Ardes AR5R06D EOLO TOUCH Raffrescatore Evaporativo...
  • Raffresca e umidifica l'ambiente l'effetto...
  • Basso consumo energetico ma grande potenza
  • Serbatoio con capacità 4 litri, riempibile anche...
ORA IN OFFERTA2
KLARSTEIN Skytower Smart - Raffreddatore Evaporativo,...
  • APP CONTROL: il raffreddatore evaporativo 4in1...
  • SMART: con le modalità naturale, notturna e...
  • SU MISURA: viene generata una piacevole brezza,...
ORA IN OFFERTA3
Aigostar Olaf - Raffrescatore evaporativo con...
36 Recensioni
Aigostar Olaf - Raffrescatore evaporativo con...
  • 【3 modalità del vento e 3 velocità】 Sono...
  • 【Facile da usare】 L'acqua può essere aggiunta...
  • 【Raffreddamento continuo】 Il sistema di...
4
Condizionatore Portatile, Manwe Mini Condizionatore...
138 Recensioni
Condizionatore Portatile, Manwe Mini Condizionatore...
  • ❄️ 【3 Velocità del Vento & Design...
  • ❄️【Funzionamento Silenzioso e...
  • ❄️ 【Progettato per il raffreddamento...
ORA IN OFFERTA5
Raffreddatore D'aria Grande 4 in 1,Condizionatore...
  • ❆ 【Raffreddamento Rapido】 ❆: il...
  • ❆ 【Design Sicuro & Facile da Pulire】 ❆:...
  • ❆ 【Timer & Purificatore】 ❆: Il nostro...
ORA IN OFFERTA6
Macom Enjoy & Relax 988 Power Double Wind Potentissimo...
  • Elegante raffrescatore evaporativo ad acqua che...
  • Le alette muovendosi da sinistra a destra generano...
  • Comandi intuitivi controllabili direttamente dal...
ORA IN OFFERTA7
Aigostar Raffreddatore d'aria,...
  • 【Climatizzatore multifunzionale】Compri un...
  • 【3 velocità e 3 modalità】 Disponibile con 3...
  • 【Raffrescatore pratico】 le dimensioni del...
8
Olimpia Splendid Raffrescatore Evaporativo con Tanica...
  • Funzionamento con o senza acqua, rispettivamente...
  • Potenza massima assorbita: 110 W
  • Portata aria (massima): 600 m3/h
9
Klarstein Maxfresh - Raffrescatore Evaporativo, 3in1:...
90 Recensioni
Klarstein Maxfresh - Raffrescatore Evaporativo, 3in1:...
  • TIMER: con il pannello di controllo o il...
  • 3 MODALITÀ: accanto alla modalità normale,...
  • MASSIMO SOLLIEVO: in combinazione con la funzione...
ORA IN OFFERTA10
MACOM Enjoy & Relax 987 Power Cyclone Raffrescatore...
7 Recensioni
MACOM Enjoy & Relax 987 Power Cyclone Raffrescatore...
  • Raffrescatore evaporativo ad acqua che permette di...
  • Comandi intuitivi controllabili direttamente dal...
  • Tre diverse velocità fisse e tre diversi...

Refrigeratore domestico vs ventilatori e climatizzatori

Quando si acquista il miglior raffrescatore evaporativo domestico in circolazione si compie senza dubbio una scelta oculata: esso infatti, oltre che rendere più vivibile l’ambiente casalingo, offre agli utenti una serie di vantaggi che gli altri sistemi di refrigerazione non sono in grado di garantire. Ma andiamo con ordine. Uno degli espedienti più utilizzati per meglio sopportare l’afa estiva è quello di acquistare o azionare i climatizzatori.

Ora, se è vero che questi macchinari consentono di abbassare quasi immediatamente le temperature, è altrettanto vero che utilizzarli non è esattamente un toccasana né per l’ambiente né, di riflesso, per il nostro organismo. Tali apparecchi infatti funzionano grazie all’azione di alcuni gas chimici che, nonostante il costante impiego di filtri più o meno all’avanguardia, inquinano comunque l’aria domestica.

Ed a proposito di inquinamento: anche l’esterno non trae di certo vantaggio dall’impiego dei climatizzatori: i gas di cui sopra infatti vengono immessi nell’aria delle nostre città che diventano così più calde spingendoci ad azionare con sempre maggiore frequenza i climatizzatori ed avviandoci verso quello che alla fin fine è un loop all’insegna del paradosso: l’apparecchio che dovrebbe difenderci dal caldo, quasi per assurdo, finisce per generare a sua volta afa ed al suo sempre più costante utilizzo si associa un ulteriore aumento delle temperature.

Insomma: cosa abbiamo concluso se non peggiorare la situazione? Ma non è ancora tutto: i climatizzatori inquinano anche perché per funzionare correttamente richiedono l’impiego di grossi quantitativi di elettricità, cosa che tra l’altro incide, e non poco, sulla bolletta. Ed a proposito di costi: l’acquisto, l’installazione e la manutenzione di questi oggetti è tutto fuorché alla portata di qualsiasi tasca.

Tra l’altro decidere di montare un climatizzatore è un intervento parecchio invasivo dal punto di vista dell’edilizia. Il fresco derivante dall’impiego dei condizionatori è infine causa, almeno in molti casi, di problemi ossei e muscolari, di congestioni e febbre e di vari effetti collaterali pericolosi soprattutto per la salute dei piccoli e dei neonati. Il ventilatore non è di certo migliore: se è vero infatti che magari inquina di meno (ma inquina comunque dato che spesso bisogna tenerlo attaccato alla presa elettrica per intere giornate) è anche vero che sicuramente non ha la stessa efficacia del climatizzatore.

In sostanza quindi si tratta di un prodotto economico, davvero alla portata di tutti, ma non molto efficiente. Esso è quindi più diffuso e meno problematico per quanto riguarda l’installazione e la manutenzione, ma capace di generare anch’esso dei danni per la salute (chi almeno una volta nella vita non si è svegliato tutto indolenzito dopo aver lasciato accesso per ore ed ore ai piedi del letto il suo ventilatore?). Il raffrescatore evaporativo invece funziona grazie a tecnologie naturali, ha un’ottima resa, non causa problemi di salute e non ha quasi mai costi eccessivi.

i-migliori-prodotti-in-vendita-online-prezzi-e-opinioni

Raffrescatori evaporativi: come funzionano?

Il raffrescatore evaporativo è tutto fuorché un apparecchio dal funzionamento complicato: bastano una ventola ed una tanica ed il gioco è fatto. Il recipiente va riempito con dell’acqua o con del ghiaccio, molto dipende dal design del prodotto, e le pale del dispositivo a quel punto possono essere azionate. Cosa accade dopo? In men che non si dica l’aria di casa diventa fresca, piacevole ma non inquinata, offrendo agli utenti una soluzione che unisce i vantaggi del ventilatore a quelli del climatizzatore bypassandone però i rispettivi svantaggi.

In sostanza la ventola che si muove in tempi abbastanza rapidi rimesta un po’ l’aria generando una piacevole brezza e, nel frattempo, la temperatura si abbassa a seguito della nebulizzazione di piccole particelle di acqua fredda. Il particolare iter di funzionamento di questo dispositivo fa sì che il prodotto possa essere adatto per garantire agli anziani, ai bimbi, ai più sensibili ed ai proprietari di piccoli ambienti domestici e lavorativi una temperatura ottimale senza però nuocere alla salute o all’ambiente. Ma non finisce ancora qui. I vantaggi legati all’impiego di questo prodotto sono davvero tanti, ecco i più importanti:

  • Prezzi: i prezzi di un raffrescatore evaporativo domestico sono di norma molto contenuti e bene o male alla portata di tutti.
  • Installazione: questi apparecchi non richiedono alcuna installazione. Perché funzionino basta inserire la spina nella presa e caricare il serbatoio. Anche l’assemblaggio è semplice ed intuitivo, cosa che contribuisce ad abbattere ulteriormente i costi di acquisto, gestione e manutenzione.
  • Rispetto per l’ambiente: il mancato utilizzo di gas di alimentazione rende questi apparecchi non inquinanti. Il loro impatto sull’ambiente è dato soltanto dall’utilizzo di corrente elettrica, ma è comunque minimo.
  • Funzionalità: questi oggetti sono davvero molto funzionali e la loro azione non è mai eccessiva o fastidiosa.
  • Consumi: i consumi sono davvero trascurabili, tanto che difficilmente i loro proprietari potranno notare dei picchi in bolletta.
  • Praticità: questi oggetti possono essere utilizzati da chiunque, anche da chi ha poca dimestichezza con la tecnologia e, tra l’altro, possono essere trasportati senza fatica da una stanza all’altra della casa.
  • Umidità: il tipo di tecnologia impiegato dai raffrescatori evaporativi non sfocia in problemi di umidità, l’ambiente infatti resta salubre ed asciutto. Questo perché le molecole di acqua immesse nell’aria evaporano non appena entrano in contatto con l’atmosfera disfacendosi del tutto. Questo a ben pensare ciò significa che non si formerà mai nemmeno della condensa, che non si macchieranno i muri di acqua o vapore e che non si verranno a creare delle muffe.
  • Bambini e neonati: questi marchingegni vengono incontro alle esigenze dei cuccioli di uomo. Il loro metabolismo, infatti, è molto più accelerato rispetto a quello di un adulto normale e la loro temperatura basale è di norma più alta rispetto a quella di persone più in là con gli anni. Soprattutto i neonati al di sotto dei sei mesi di vita, ma la regola vale anche per i più grandicelli, non dovrebbero mai sopportare temperature superiori ai 26°. Secondo recenti studi infatti i neonati che sudano molto o che sono costretti a patire il caldo sono statisticamente molto più esposti al rischio di morte in culla. Il raffrescatore, per i motivi visti in precedenza, può ovviare al problema meglio di ventilatori e climatizzatori

Insomma i raffrescatori sono degli apparecchi perfetti? No, hanno un unico difetto: sicuramente rinfrescano l’aria di meno rispetto a quanto farebbe un climatizzatore. Al problema si può sopperire però comprando più di un apparecchio, anche perché, visti i tanti vantaggi sopra elencati, non si può dire che il gioco non valga la candela…

Scegliere un raffrescatore evaporativo: consigli e suggerimenti

Adesso che abbiamo imparato a conoscere un po’ meglio questo utilissimo marchingegno, vediamo come procedere per acquistare il miglior raffrescatore evaporativo domestico. Avere le idee chiare in merito alle caratteristiche che potrebbero fare la differenza tra un oggetto di buona levatura ed un prodotto di battaglia tornerà sicuramente utile ai futuri acquirenti. Ecco allora quali peculiarità sarebbe meglio ricercare in un simile prodotto:

Semplicità di impiego

Dato che questo macchinario va ricaricato con una certa frequenza e che i filtri di cui in parte si compone devono sempre essere mantenuti perfettamente puliti, è chiaro che tutte queste operazioni, magari ripetute più volte nel corso di un giorno, dovrebbero risultare semplici ed immediate un po’ per chiunque. Anche l’iter di assemblaggio dovrebbe ovviamente obbedire allo stesso criterio.

Regolazione

E’ importante che il macchinario acquistato possa essere tarato secondo le esigenze del momento. Non sempre infatti la ventilazione richiesta deve essere potente: a volte basta appena una leggera frescura per poter stare meglio, anzi, una stanza sin troppo refrigerata in certi casi potrebbe persino infastidire l’utente. E’ quindi chiaro che il raffrescatore da acquistare dovrà sempre essere regolabile passando per un discreto ventaglio di soluzioni.

Vaschetta

Le vaschette, per ragioni di comodità e praticità, dovrebbero sempre essere abbastanza capienti in quanto si ridurrebbero così le occasioni in cui esse dovrebbero essere ricaricate. Questo accorgimento potrebbe rivelarsi utile soprattutto se si ha l’abitudine di accendere il raffrescatore durante le ore notturne: dormire 8 ore consecutive di un sonno sereno e rigeneratore è uno dei motivi per cui si acquistano dei sistemi di refrigerazione domestica. E’ chiaro che dovendosi alzare più volte per notte le 8 ore consecutive di cui sopra resterebbero comunque un miraggio…

Silenziosità

Ovviamente più l’apparecchio è silenzioso e meglio è. Colleghiamoci un po’ al discorso appena concluso: chi vorrebbe svegliarsi durante la notte perché il raffrescatore emette suoni fastidiosi? Stesso ragionamento vale, anche se magari in misura un po’ ridotta, per chi utilizza il prodotto durante le ore diurne (quindi mediamente di per sé più rumorose) magari mentre studia o lavora…

Portata

Prima di mettere mano al portafogli è bene accertarsi che l’apparecchio che ci si accinge ad acquistare abbia dimensioni tali per cui possa effettivamente rinfrescare i propri ambienti domestici. Meglio orientarsi quindi su prodotti abbastanza potenti quando si vive o si lavora in stanze molto grandi.

Design

Dato che questo apparecchio viene sempre tenuto in bella mostra, è ovvio che il design da scegliere dovrà in qualche modo abbinarsi a quello dell’ambiente circostante. Per fortuna le aziende produttrici, consapevoli di ciò, hanno immesso sul mercato un gran numero di prodotti dando modo agli utenti di scegliere il raffrescatore che più si adatta ai loro gusti ed alle loro esigenze.

Qualche parola ancora sui raffrescatori

Dato che un numero sempre crescente di acquisti viene ormai concluso online, ci è sembrato giusto curiosare tra recensioni, opinioni e pareri associati all’acquisto o all’utilizzo dei raffrescatori. Abbiamo in generale notato la tendenza a valutare positivamente questi apparecchi a patto però che da essi non ci si aspetti gli stessi risultati che ci si attenderebbero da un climatizzatore.

Le temperature infatti, anche in maniera tutto sommato abbastanza rapida, calano di qualche grado, ma non ci si può di certo aspettare di ritrovarsi al Polo. Quello a cui insomma dobbiamo ambire è una brezza rilassante, un calo dell’umidità nell’aria, una temperatura che insomma molto si avvicini a quella che potremmo trovare al riparo sotto dei grandi alberi secolari o accampandoci per qualche ora nei pressi di un fiumiciattolo di montagna.

A volte però basta semplicemente questo per poter tollerare al meglio l’estate, soprattutto quando non si ha la fortuna di potersi concedere una bella vacanza rilassante in riva al mare…

Video informativo

Lascia un commento