Pompa autoclave

Pompa autoclave

Una pompa autoclave altro non è che un dispositivo studiato per far sì che all’interno di un recipiente o di un incavo più o meno naturale aumenti la pressione dell’acqua. Lo scopo di questo marchingegno, quando ad esempio viene utilizzato all’interno di un pozzo ad uso domestico, in una casa a più piani o in un palazzo, è quello di essere certi che il prezioso liquido possa tranquillamente giungere, ovviamente all’interno di appositi tubi e condotti, ai livelli più alti dello stabile.

L’autoclave in genere si compone di varie parti, prima tra tutte la pompa elettrica, porzione deputata per l’appunto ad innalzare la pressione idrica nei modi appena descritti. All’interno del sistema è poi presente un pressostato, strumento che ha il compito di attivare il meccanismo e che genera un preciso target di pressione.

Segue poi il serbatoio, parte della pompa autoclave destinata ad accumulare scorte di acqua catturate, per così dire, dalle reti idriche cittadine e dal quale il sistema attinge nel momento in cui dovesse essere necessario. Termina la composizione del blocco il contenitore a pressione, in tutto e per tutto avente forma e funzione di una camera d’aria.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Pompa autoclave: il funzionamento

Il funzionamento di una pompa per autoclave non è poi troppo difficile da scandagliare. Il sistema consta di una serie di serbatoi all’interno dei quali è contenuta dell’aria in pressione. Quando la pompa viene finalmente attivata, l’acqua pescata dalla rete idrica entra nei suddetti serbatoi comprimendo ulteriormente l’acqua ed innalzando quindi la pressione interna dei recipienti. Raggiunta a questo punto la massima pressione supportata dal sistema, l’autoclave si spegne.

In qualsiasi momento un utente dovesse aprire un rubinetto, dispositivo evidentemente collegato con la pompa autoclave, la pressione all’interno del meccanismo si allenterà permettendo all’acqua, sebbene con qualche secondo di ritardo, di venir fuori dal rubinetto. Quando la pressione scenderà quindi al di sotto di determinati standard, l’intero iter si riavvierà.

Si tenga presente che negli ultimi anni la funzione svolta dall’aria compressa gravitante nei dei tubi, è stata affidata ad apposite membrane elastiche collocate all’interno di serbatoi aventi dimensioni ancora più compatte rispetto alla media. In sostanza comunque nel funzionamento dell’intero sistema non è cambiato praticamente niente. Un discorso a parte merita il pressostato il quale attiva o disattiva dei contatti elettrici in risposta ai livelli di pressione percepiti nell’ambiente. Se questi valori sono bassi, il dispositivo resta in fase di stallo ed ogni contatto elettrico viene interrotto. Contemporaneamente la pompa elettrica viene mantenuta in funzione.

Ad una pressione elevata, la membrana inizia invece a muoversi azionando il pressostato il quale, a sua volta, agisce attivando i contatti elettrici e disattivando temporaneamente la pompa. Chiaramente questo sistema meccanico funziona grazie ad una precisa taratura eseguita a monte dai tecnici del settore i quali tarano appositamente alcuni dadi posti all’interno della pompa autoclave.

Perché tutto funzioni per il meglio e perché gli apparecchi non perdano le loro garanzie, si consiglia sempre di non intervenire in prima persona nel caso di malfunzionamento o guasto di una delle componenti (pressostato su tutte) o dell’intero apparato.

Dove posizionare una pompa autoclave?

In linea di massima, soprattutto se il dispositivo dovrà servire un intero stabile il cui sviluppo avviene su più piani, la collocazione migliore è nel seminterrato. La legge, d’altro canto, proibisce a chiunque di installare questo utile oggetto in prossimità di impianti idrici comuni; ciò allo scopo di garantire a tutti un equo approvvigionamento della stessa e di non sprecare risorse. L’autoclave quindi può attingere da pozzi o giare di riserva.

Quanto costa comprarla ed installarla?

Prima di dare in tal senso delle stime precise, è necessario sapere con certezza quante utenze dovranno essere servite dallo stesso sistema e, a corollario, quale sarà la capacità d’acqua su cui il meccanismo dovrà lavorare. Normalmente, considerando una situazione non eccessivamente complessa, aggiungendo al costo del prodotto in sé quello della manodopera e dei materiali a corredo dell’impianto, l’acquisto e l’installazione di una pompa autoclave non dovrebbe mai richiedere l’esborso di cifre inferiori ai 1000 euro.

Onde evitare fregature e disguidi però prima di appaltare un lavoro è sempre bene rivolgersi a più ditte specializzate chiedendo a ciascuna di esse un preventivo dettagliato ed univocamente interpretabile.

Prezzi e recensioni migliori pompe autoclavi 2019

1
Einhell Autoclave GC di Ww 1046 N (1050 W, 4600 L/H Max....
3 Recensioni
Einhell Autoclave GC di Ww 1046 N (1050 W, 4600 L/H Max....
  • Un potente pompa, pompa jet con 1.050 Watt e 4.600 litri di pompaggio per ora.
  • Pompa in acciaio INOX di alta qualità cassa in acciaio INOX e una struttura in metallo...
  • Erogazione continua del stampa sempre disponibili per una riserva d' acqua. Un non...
  • Un acciaio di pressione con manometro da 20 litri, e ben visibile. Messa in funzione...
  • Pompe stabile con fori di fissaggio.
2
Einhell GC-WW 6538 Set Autoclave, 650 W, Rosso
  • Interruttore a pressione
  • Con manometro
  • Serbatoio con capacità da 20 l
  • Tappo di riempimento e tappo di sgocciolamento
  • Incluso tubo aspiratore rinforzato da 7 m
4
DAB JET 102 M - Elettropompa centrifuga autoadescante ad uso...
26 Recensioni
DAB JET 102 M - Elettropompa centrifuga autoadescante ad uso...
  • Adatta per approvvigionamento idrico in ambiente domestico con ottime capacità di...
  • Campo di funzionamento: da 0,4 a 3,6 m3/h con prevalenze fino a 53,8 metri.
  • Liquido pompato: pulito, libero da sostanze solide o abrasive, non viscoso, non agressivo,...
  • Corpo pompa in ghisa. Supporto motore in ghisa, girante, diffusore, tubo venturi e...
  • Motore 0,75 kW monofase di tipo asincrono, chiuso e raffreddato a ventilazione esterna....
5
Einhell GC-GP 6538 Pompa da Giardino, 650 W, 240 V, Rosso,...
51 Recensioni
Einhell GC-GP 6538 Pompa da Giardino, 650 W, 240 V, Rosso,...
  • Pompa autoadescante GC-GP 6538 (650 W, prevalenza max 36 m)
  • Potenza: 650 W
  • Portata massima: 3.800 l/h
  • Prevalenza massima: 36 m
  • Altezza aspirazione max: 8 m
6
Gardena 1753-20 Classic 3000/4 Eco Autoclave da 2800 L/H con...
4 Recensioni
Gardena 1753-20 Classic 3000/4 Eco Autoclave da 2800 L/H con...
  • Convoglia automaticamente acqua piovana verso casa o giardino e si accende/spegne...
  • Ecologica: fino a 15% di energia in meno rispetto al funzionamento normale e spegnimento...
  • Sicura: protezione termica da sovraccarico per il regolare funzionamento del motore a...
  • Potente: 650 W, portata 2800 l/h, prevalenza massima 40 m, massimo autoadescamento 8 m
  • Contenuto: 1 autoclave Gardena Classic 3000/4 eco, 1 attrezzo per l'apertura del filtro...
7
Metabo HWW 4000/25 G 60097100 Autoclave per usi domestici
  • Altezza massima di consegna: 46 m
  • Potenza nominale in ingresso: 1100 W
  • Capacità serbatoio: circa 24 l
8
PRESS CONTROL BAR 1,5 REGOLATORE DI PRESSIONE ELETTROPOMPA
21 Recensioni
PRESS CONTROL BAR 1,5 REGOLATORE DI PRESSIONE ELETTROPOMPA
  • TARATO A 1,5 BAR
  • ATTACCO : 1"
  • ALIMENTAZIONE : V 220
  • REGOLATORE ELETTRONICO PRESSIONE ELETTROPOMPA
9
Elettropompa Periferica 'Kps30/16M' Pompa Centrifuga Di Tipo...
8 Recensioni
Elettropompa Periferica 'Kps30/16M' Pompa Centrifuga Di Tipo...
  • POMPA PERIFERICA DAB
  • HP 0,50 V220 MONOFASE
  • GIRANTE OTTONE STELLATA
  • TIPO PERIFERICA
10
POMPA GRUPPO DI PRESSURIZZAZIONE AUTOCLAVE - GRUPPO POMPA...
2 Recensioni
POMPA GRUPPO DI PRESSURIZZAZIONE AUTOCLAVE - GRUPPO POMPA...
  • Portata da 3.500 l/h ad una potenza da 1200W
  • Altezza di aspirazione fino a 8m
  • Pompa e serbatoio in acciaio inox
  • Attacco sul lato di pressione/aspirazione di 2,54 cm (1 pollice)
Pompa autoclave
Ti è piaciuto l articolo? Dai un voto per favore 🙂