Proiettori portatili

Procurarsi uno dei migliori proiettori portatili che il mercato abbia da offrire significa letteralmente portare in casa il cinema. Questa piacevole forma di intrattenimento purtroppo al giorno d’oggi non sempre risulta essere alla portata di tutti: in quanti si trovano costretti a rinunciare ad una serata davanti al grande schermo perché non riescono, a causa dei mille impegni che costellano le loro giornate, ad arrivare in tempo per l’inizio degli spettacoli?

In quanti, dopo una lunga permanenza sul posto di lavoro, sono talmente stanchi che desiderano soltanto bivaccare sul divano di casa? E per quante famiglie numerose l’acquisto di un biglietto per tutti i componenti della brigata può rivelarsi un piccolo grande sacrificio economico (soprattutto di questi tempi)? Un buon proiettore portatile viene incontro alle esigenze di tutti!

Comprare un apparecchio del genere significa infatti poter organizzare delle splendide serate in compagnia di amici e parenti senza dover rinunciare alla comodità di casa propria o doversi preoccupare degli orari, senza dover pagare il biglietto d’ingresso o fare i conti con le avversità climatiche, mettendo in pausa la proiezione se se ne ha la necessità, e perché no, magari approfittando dell’occasione per passare del tempo a coccolare i propri pelosetti mentre si segue indisturbati un bel film (sono pochissimi i cinema in cui è possibile introdurre animali!).

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Questo genere di prodotto consente di assistere ad una proiezione di ottima qualità pur non acquistando televisioni particolarmente grandi e voluminose (oltre che costose) dato che l’immagine riflessa sul muro risulterà sempre nitida e ben visibile. Inoltre, cosa che fino a qualche anno fa non accadeva in nessun caso, l’acquisto di un proiettore portatile al giorno d’oggi non è nemmeno un affare tanto dispendioso.

Sul mercato sono infatti disponibili prodotti adatti a tutte le tasche, ma ciò che più vale la pena di sottolineare in questa sede è che a prescindere dalla decisione di comprare un prodotto di fattura più o meno valida, il rapporto qualità prezzo in questi casi è sempre ben rispettato. Cosa serve avere in casa a parte il proiettore? Semplicemente una grande parete bianca priva di mobili e quadri, qualche sedia, una ciotola di patatine e l’atmosfera è stata ricreata alla perfezione!

Un’ultima chicca: in pochi lo sanno, ma i mini proiettori portatili si caratterizzano (almeno nella maggior parte dei casi) per la loro componente smart. Questo significa che all’apparecchio sarà possibile collegare, anche con una certa semplicità, tanto il computer quanto la televisione, tanto lo smartphone quanto il tablet. Questa grande versatilità permette agli utenti non soltanto di apprezzare in tutta serenità le loro proiezioni preferite, ma anche di utilizzare il prodotto per operazioni del tutto differenti quali ad esempio giocare ai videogame: che pretendere più di così?

La correzione trapezoidale

La dicitura “correzione trapezoidale” compare spesso quando si parla di proiettori, soprattutto se il prodotto in questione non è esattamente dei migliori sul mercato. Per meglio far comprendere a chi legge di cosa si stia parlando, spieghiamoci utilizzando degli esempi.

Posizionato un prodotto Dlp o Lcd su un qualsiasi piano d’appoggio, noteremo che una volta che l’apparecchio è stato acceso ed orientato verso la parete prescelta, proietterà la sua immagine ad una altezza ben precisa. Se però si desiderasse cambiare queste coordinate, e quindi mostrare lo schermo più in alto o più in basso, bisognerebbe ricorrere ai piedini regolabili che normalmente vengono forniti in dotazione in modo da poter piazzare la macchina all’altezza desiderata.

Tutto ok? Risolto il problema? Purtroppo no: adesso l’immagine è proiettata esattamente all’altezza desiderata, ma si è alquanto deformata assumendo una tipica forma a trapezio. Entra a questo punto in gioco la correzione del Keystone: essa può avvenire sfruttando comandi digitali (è quasi la norma), o in maniera del tutto automatica. Tale funzione consente di deformare l’immagine secondo un asse opposto rispetto a quello risultante difettoso e quindi di dare nuovamente allo schermo le sembianze di un rettangolo. Ma non finisce ancora qui. La regolazione in digitale spesso si traduce in un peggioramento della qualità dell’immagine.

Questo cosa significa? Beh, che innanzitutto sarebbe sempre meglio evitare di utilizzare la funzione keystone e che varrebbe in ogni caso la pena di procedere accertandosi di reperire piani d’appoggio particolarmente lisci su cui collocare il macchinario. Inoltre esso dovrà essere disposto in maniera perfettamente perpendicolare rispetto al muro sul quale si è pensato di eseguire la proiezione. Ciò è vero soprattutto quando si ha a che fare con prodotti di fascia economica medio-bassa.

Migliori proiettori portatili ( mini proiettori ) 2021

1
HOPVISION Mini Proiettore 1080P Full HD,Video...
3.806 Recensioni
HOPVISION Mini Proiettore 1080P Full HD,Video...
  • 【Esperienza Sul Grande Schermo】- La gamma...
  • 【Basso Consumo Energetico】- Questo...
  • 【Connessione Multimediale】- L'interfaccia...
2
YABER Proiettore WiFi, 6000 Lumens Mini Videoproiettore...
1.712 Recensioni
YABER Proiettore WiFi, 6000 Lumens Mini Videoproiettore...
  • 🎁【Include il più recente schermo di...
  • 🎁【Funzione di mirroring dello schermo per la...
  • 🎁【Stereo HiFi DoLbY e ampia compatibilità】...
ORA IN OFFERTA3
Proiettore Portatile Supporta 1080p Full HD 6500...
15 Recensioni
Proiettore Portatile Supporta 1080p Full HD 6500...
  • Supporta 1080p Full HD:Proiettore Yefound Q6 ha...
  • Mini Proiettore con Treppiede:Q6 mini proiettore...
  • Eccellente Qualità del Suono:Il proiettore ha un...
ORA IN OFFERTA4
Mini Proiettore, Vamvo Proiettore Portatile YG300 pro,...
  • 【YG300 pro Migliorato】: Il Mini proiettore per...
  • 【Piccolo & Leggero】: Caratterizzato da un...
  • 【Portatile & Porta di Ricarica USB】: Il Mini...
5
QKK V08 Proiettore 1080P Full HD, Mini Proiettore da...
  • Proiettore con prestazioni più elevate: QK K è...
  • Rapporto di contrasto del colore e uniformità...
  • Ampia possibilità di connessione: questo...
6
WiMiUS Proiettore WiFi Bluetooth, Mini Videoproiettore...
  • ❤【Connessione wireless 5G più recente】Il...
  • ❤ 【1280 x 720p nativo e alta luminosità】 Il...
  • ❤ 【Funzione Bluetooth 5.0 e altoparlanti...
7
Proiettore WiFi, YABER Y61 6000 Lumen Mini Portatile...
902 Recensioni
Proiettore WiFi, YABER Y61 6000 Lumen Mini Portatile...
  • 🔥【Funzione di mirroring dello schermo WiFi e...
  • 🔥【6000 lumen e risoluzione nativa 1280 *...
  • 🔥【Supporta HiFi Stereo e ampia...
8
Proiettore Supporta 1080P Full Hd Videoproiettore...
  • 1080p Nativo Ad Alta Luminosità: Yefound Q5...
  • Esperienza Sul Grande Schermo: La Gamma Delle...
  • Eccellente Qualità Del Suono: Il Proiettore è...
9
Mini Bluetooth WiFi Proiettore,TOPTRO 6000 Lumen...
  • {Wifi connesso} Supporta la proiezione cablata &...
  • {Divertimento di alta qualità e definizione} Stai...
  • {Ampia compatibilità del suono} Con l'ultimo chip...
10
Proiettore, Vili Nice 6500 lumen Videoproiettore...
304 Recensioni
Proiettore, Vili Nice 6500 lumen Videoproiettore...
  • 【6500 lumen 4.3" HD LCD Proiettore 】 Se avete...
  • 【Viene fornito con schermo di proiezione da 100...
  • 【Messa a fuoco e regola facilmente le...

Scegliere un buon proiettore portatile: suggerimenti utili

Per poter comprare uno dei migliori proiettori portatili presenti sul mercato è necessario tener conto di alcune fondamentali linee guida utili a scoprire tutte quelle piccole e grandi caratteristiche di fabbricazione che distinguono un prodotto di fascia bassa da un oggetto di una certa levatura.

Con questo non si vuole di certo affermare che tali suggerimenti debbano essere tenuti in considerazione soltanto se si compra un apparecchio altamente prestazionale: le caratteristiche che andremo a scandagliare infatti devono indifferentemente essere possedute tanto dai proiettori economici quanto da quelli più costosi. A quali caratteristiche ci riferiamo? Eccole nel dettaglio:

Immagine

L’immagine, nemmeno a dirlo, deve essere ben colorata e luminosa al punto giusto. Una caratteristica in qualche modo indispensabile per comprendere quale possa essere la resa visiva del proprio apparecchio, è la presenza di un certo numero di lumen. Di cosa stiamo parlando? Beh, il lumen altro non è che una sorta di unità di misura grazie alla quale è possibile valutare i quantitativi di luce emessi da un dato apparecchio.

E’ chiaro quindi che, applicando il concetto ad un proiettore portatile, ad un numero più elevato di lumen corrisponda sempre una maggiore luminosità dell’immagine. Perché la proiezione sia quanto meno soddisfacente è fondamentale però che il marchingegno che ci si accinge ad acquistare possieda almeno 1000 lumen. Un altro aspetto che bisogna considerare con attenzione quando si parla della resa dell’immagine proiettata dall’apparecchio qui in esame è la dimensione in pollici.

Questo valore, sebbene sia sulla carta costante, cambia in relazione alla vicinanza o alla distanza a cui viene piazzato il proiettore rispetto alla parete su cui si apprezzerà il filmato. Grazie a questo espediente si può facilmente ottenere sul muro una sorta di schermo virtuale da 100 pollici, ma anche qualcosa di meno impegnativo. In linea di massima comunque si tenga presente che in relazione al tipo di proiezione sarà consigliabile avvicinare di più o di meno l’apparecchio al muro (altro è servirsi del dispositivo per osservare con i colleghi i dati relativi all’andamento aziendale, altro è guardare una partita di pallone).

In funzione di quanto appena detto sulla confezione sono riportati di solito diversi range indicativi delle dimensioni dello schermo virtuale ottenibile mediante l’apparecchio: ecco perché prima di mettere mano al portafogli è sempre meglio avere ben chiare le idee circa i range di cui sopra, l’uso che si intende fare del dispositivo e le dimensioni delle pareti utili alla proiezione. Fondamentale parametro che concorre alla valutazione della qualità di un’immagine proiettata è infine la risoluzione.

Essa, come sapranno sicuramente bene i più attenti alle nuove tecnologie, indica l’esatto livello di precisione e definizione di un’immagine. Quando si parla di risoluzione però bisogna operare dei distinguo: tale valore può riferirsi tanto alla resa promessa dal nostro proiettore quanto ancora alla qualità dell’immagine del film che si intende proiettare. Anche un ottimo apparecchio quindi nel momento in cui dovrà elaborare dei video a bassa risoluzione non riuscirà a dare dei risultati soddisfacenti.

La colpa, per così dire, in questi casi è ovviamente imputabile alla registrazione e non al proiettore. Per lo stesso criterio attenzione alla dicitura “Full HD”: in molti casi essa serve ad indicare che l’apparecchio, qualora la qualità del filmato da proiettare fosse eccellente, assicurerebbe una performance di alto valore. Quello che in questi casi ci comunica la casa produttrice insomma è che l’articolo supporta sì i video in HD, ma non fa magie.

Detto ciò, torna forse utile sapere che sul mercato esistono diversi prodotti economici ma alcuni, soprattutto se di fabbricazione orientale, non sono in grado di corrispondere adeguatamente agli standard sinora elencati (e proprio per questo hanno spesso costi irrisori). Se insomma si vuole risparmiare, ma si vuole anche vedere una proiezione dotata di una buona risoluzione, il suggerimento è quello di acquistare un prodotto di livello inferiore ma comunque immesso sul mercato da una casa produttrice nota e blasonata.

Connettività

Come abbiamo detto in precedenza i proiettori portatili possono interfacciarsi anche con altri dispositivi. Questo significa che un altro criterio di selezione abbastanza efficace è dato dalla connettività dell’apparecchio. Basti in questa sede sottolineare che la presenza di molte porte esterne indica la possibilità di connessione con svariati devices.

Tra questi accessi uno dei più importanti è sicuramente l’HDMI, evoluzione della vecchia presa a scart. Inoltre è bene specificare in questa sede che i mini proiettori ad oggi presenti sul mercato consentono anche di interfacciarsi con dispositivi Apple. Molte volte però per rendere possibile tale operazione diventa necessario acquistare dei piccoli adattatori dal costo di pochi euro l’uno.

Funzioni smart

A prescindere dal costo del proprio proiettore, all’atto del suo utilizzo sarà spesso possibile avvalersi di alcune funzioni smart quali ad esempio la connessione in Wi-Fi. Tale caratteristica è molto importante dato che in presenza di questa opzione sarà addirittura possibile badare meno all’esistenza di eventuali porte atte a garantire la connettività del dispositivo ad altri apparecchi (fermo restando comunque che è sempre meglio accertarsi che il proiettore offra anche questa possibilità).

Tra l’altro la presenza di funzioni smart in qualche modo tutela l’utente da eventuali problemi futuri: non è raro infatti che le porte smettano di funzionare o che qualche collegamento inizi a dare problemi. Se non si ha il tempo e la possibilità di portare l’apparecchio da un tecnico, si può in questo caso ovviare al fastidio avvalendosi delle funzioni smart in descrizione.

Chiaramente il proiettore deve quindi essere capace di connettersi ad una rete Wi-Fi, cosa che in molti casi preclude la possibilità di avere una trasmissione in tempo reale. Se quindi ad esempio si è già consapevoli a priori che si utilizzerà il proprio apparecchio anche per giocare ai videogame e soprattutto in modalità multiplayer, è meglio affidarsi sin da subito al buon vecchio cavo ed accertarsi quindi che il proiettore abbia tutte le porte richieste per l’operazione…

La connessione in wireless, è bene specificarlo a monte, non sempre è presente negli apparecchi a basso costo. In molti casi comunque si può ricorrere all’opzione dongle wi-fi per ovviare al problema. In ultimo specifichiamo anche che i mini proiettori, se non appartenenti alla categoria basic del prodotto, possono collegarsi anche alle memory card. I dispositivi più economici però offrono questa possibilità soltanto se l’utente si è preventivamente premunito degli opportuni devices esterni.

Batterie

L’alimentazione standard in questo caso è quella fornita da apposite batterie. I modelli più comuni di proiettori portatili consentono ai loro proprietari di godere di un’autonomia di utilizzo pari a circa un paio di ore per sessione. Detto ciò, il suggerimento è per ovvie ragioni quello di non scendere mai al di sotto di questo standard, anzi. Molti film infatti durano 120 minuti, tanti altri superano abbondantemente questo minutaggio.

Luci

Le luci interne ai mini proiettori sono spesso, ed è bene che sia così, alimentate a led. Questo significa che esse sono in grado di fornire un’illuminazione chiara, nitida e caratterizzata da un apprezzabile bianco brillante. I led, del resto è cosa ormai nota, permettono anche di risparmiare energia (le batterie così dureranno di più) ed avranno un’aspettativa di vita molto lunga (circa 20 mila ore).

I prodotti che sfruttano tale tecnologia infine sono davvero leggeri e non tendono a surriscaldarsi rendendo così più facile l’interazione con il proiettore. Attenzione però: sul mercato esistono anche dei prodotti dotati di luci a bulbo. Le lampadine di vecchia generazione, come tutti sanno bene, non presentano i vantaggi sopra elencati, anzi. Gli apparecchi in cui esse sono in uso risultano mediamente più soggetti a surriscaldamento e, dato l’iper lavoro delle ventole, sono nella maggior parte dei casi anche fastidiosamente rumorosi. Attenzione quindi a questo aspetto della componentistica!

Qualche informazione in più sui mini proiettori

Acquistare uno dei migliori proiettori portatili tra quelli presenti in commercio e poi non essere in grado di apprezzarne sino in fondo le potenzialità è un grosso spreco. Per questo motivo torna forse utile fornire a chi legge delle notizie in più in merito a questi marchingegni, notizie che purtroppo in molti casi non possono essere reperite sulle confezioni del prodotto.

In primo luogo chiariamo così che i proiettori pensati per l’home theatre offrono la possibilità di apprezzare una resta 36 volte in media più grande e nitida di quella offerta da un buon televisore HD: essi infatti possono avere un’ottima risoluzione, le immagini rispondono spesso ad alti standard e l’esperienza d’insieme risulta davvero paragonabile a quelle normalmente vissute in un cinema.

I proiettori portatili possono essere utilizzati non soltanto per guardare dei film, ma anche per giocare, come abbiamo già detto, visionare delle fotografie e delle immagini in 3D e per meglio apprezzare degli eventi sportivi. Rispetto ad un normale televisore poi questa soluzione consente di avere un’ottima resa fruibile da un numero sicuramente superiore di persone, è poco rumorosa e permette di avvalersi di un gran numero di devices.

In molti poi si chiedono cosa potrebbe accadere nel caso in cui le lampade del sistema dovessero guastarsi improvvisamente e soprattutto anzitempo. Iniziamo con il dire che questa eventualità si può verificare soltanto nel caso in cui l’apparecchio in uso abbia dei difetti di fabbricazione o se i vetri qui presenti sono eccessivamente scadenti.

Dovesse succedere quanto paventato comunque non bisognerebbe far altro che sostituire la lampadina utilizzando la massima cautela. Per far ciò basta capovolgere il proiettore di modo che gli eventuali frammenti rimasti nel sistema escano dall’apparecchio. A questo punto si potrà procedere all’eventuale sostituzione. Ovviamente se il proiettore è ancora in garanzia, onde evitare di annullare questa utile forma di tutela del consumatore, è sempre meglio richiedere l’intervento di un tecnico.

Può capitare poi che ai lati dello schermo, proprio nel bel mezzo della proiezione, compaiano delle luci verdi o blu. Esse sono il chiaro segnale che i pannelli LCD non sono proprio del tutto puliti. In molti casi per risolvere il problema si potrà tentare di stoppare temporaneamente il filmato e riavviare il tutto quando le luci anomale saranno sparite.

Diversamente si può provare a regolare la messa a fuoco dell’apparecchio ed a praticare una sua manutenzione pulendolo accuratamente almeno due volte al mese. Se se ne ha la possibilità infine è buona norma evitare a monte il problema nettando mensilmente il filtro interno mediante un buon aspiratore elettrico. In caso di rumori durante la proiezione invece si provi a cambiare switch.

Se il problema persiste è meglio chiamare un tecnico. In ultimo in molti si chiedono per quale motivo ad ogni nuovo utilizzo è necessario ripristinare la configurazione abituale. Semplice: in questi casi la modalità “SAVE” non è stata attivata dalle opzioni.