Home - 1 - La lavatrice non funziona? Il cestello non gira? Filtro intasato?

La lavatrice non funziona? Il cestello non gira? Filtro intasato?

Quando un elettrodomestico inizia a dare segni di cedimento spesso subentra il panico. Ciò è vero soprattutto nel caso in cui il problema riguardi i pezzi grossi (e costosi) dell’artiglieria: frigorifero, lavastoviglie e lavatrice su tutti. Soffermiamoci proprio su quest’ultima e vediamo quando è effettivamente il caso di preoccuparsi e di adottare soluzioni estreme come, per esempio, la sostituzione dell’apparecchio.

La lavatrice malfunzionante: sintomi ed avvisaglie

Prima di dare forfait la lavatrice tende a comunicare con una certa insistenza il suo “malessere”. I segnali che l’apparecchio può in tal senso inviarti sono molti e, se colti in tempo, possono aiutarti a risolvere la faccenda in maniera rapida ed il più possibile indolore, magari evitando anche la tanto temuta sostituzione del dispositivo. Approfondiamo subito l’argomento.

Nel cestello della lavatrice resta sempre dell’acqua: perché? Cosa significa?

Se il cestello tende a non lasciar defluire l’acqua utilizzata durante il lavaggio il problema potrebbe essere imputabile al programma selezionato. La prima cosa da fare perciò è verificare che quest’ultimo preveda la normale espulsione dell’acqua. Se, ahimè, l’errore non sta nel settaggio della macchina, molto probabilmente l’inghippo riguarda la pompa o, in alternativa, una parte ostruita della lavatrice.

Tutti quegli oggetti che puntualmente tuo marito dimentica nella tasca dei pantaloni infatti hanno forse intasato scarico e/o filtro oppure ancora la già citata pompa. Se la tua lavatrice è una macchina di ultima generazione ti segnalerà questo tipo di malfunzionamento avvalendosi di apposite spie o ripetendo ossessivamente un codice d’errore.

Detto ciò, sappi che la pompa è in genere piazzata nelle immediate vicinanze del filtro ed è sempre facilmente raggiungibile. Potrai perciò smontare, pulire e sostituire tutte le parti finora tirate in ballo. Sappi che online troverai tantissimi tutorial a riguardo. Insomma: se la tua lavatrice è ormai fuori garanzia ti consiglio di provare, magari eviterai così di chiamare un tecnico.

Quando il filtro è intasato

Partiamo da una premessa: il filtro della lavatrice va pulito regolarmente (ogni 3 mesi circa). Se sporco o intasato infatti può compromettere la funzionalità dell’apparecchio, impedirgli di eseguire correttamente la centrifuga ed “inondare” il cestello. Voglio sottolineare che questa parte è facile da raggiungere e che i materiali di cui si compone sono resistenti e trattabili con un semplice getto d’acqua corrente. Insomma: non aver paura di tentare.

Se il cestello non gira?

Se il cestello non gira la colpa potrebbe essere della cinghia di trasmissione. In alternativa il guasto potrebbe risiedere nella puleggia o nel motore. Ora: sappi che tutte le macchine pensate per sfruttare la tecnologia Direct Drive non annoverano tra i loro componenti alcun tipo di cinghia. In questa categoria di dispositivi perciò la presenza di un cestello poco mobile indica, quasi sicuramente, un guasto al motore.

Quello descritto è un malfunzionamento abbastanza importante. Se è vero che la sostituzione della cinghia, ovviamente nel caso di una macchina ormai fuori garanzia, potrebbe passare anche dalle sapienti mani di un familiare bravo nel bricolage, è anche vero che l’operazione è comunque lunga e complessa. Posso perciò consigliarti di rivolgerti a priori ad un tecnico quando il guasto non coinvolge la suddetta cinghia e di valutare l’opzione fai-da-te nel caso in cui tu abbia il sospetto che la parte non funzionante sia proprio quella.

Malfunzionamento della centrifuga

Se a dare segni di cedimento è la centrifuga il problema può risiedere nello scarico, nei filtri o nella pompa. Lo stesso tipo di guasto però è per esempio imputabile anche al condensatore. Questa parte del congegno è fisiologicamente sottoposta ad usura e, mettiamoci l’anima in pace, prima o poi andrà sostituita. Si tratta di un’operazione che potresti svolgere anche tu, purché per te il bricolage non sia una scienza occulta.

In ogni caso, data la connessione del condensatore ai cavi del motore, agisci staccando i fili, a macchina spenta e non collegata alla presa. Verifica poi che il tuo nuovo condensatore abbia la stessa capacità in MF (Mircrofarad) del precedente. Attenzione infine a non confondere il condensatore col filtro antidisturbo: questi pezzi si somigliano parecchio.

Produzione di rumori anomali

Quando la lavatrice sembra “lamentarsi” vuole segnalarti la presenza di oggetti impropri rimasti nel cestello o di una guarnizione prossima allo sfinimento. In alternativa possono, ancora una volta, entrare in gioco pompa di scarico e cinghia di trasmissione. Abbiamo poi le new entry: ammortizzatori e cuscinetti usurati. Se ciascuna delle suddette parti risulta in salute allora il problema risiede nel motore. Ora: la sostituzione dei cuscinetti è un’operazione da tecnico specializzato, le altre invece sono un po’ meno difficoltose, ma non proprio immediate. A te la scelta.

Lavatrice malfunzionante: quando aggiustarla? Quando sostituirla?

Sintetizzando posso dirti che una lavatrice malfunzionante, se riparabile mediante la sostituzione di guarnizioni, filtri o pompa di scarico, va sicuramente aggiustata. Queste tipologie di problemi infatti richiedono interventi risolutivi semplici ed economici. Quando però l’inghippo riguarda motore e cuscinetti sarebbe il caso di rivolgersi ad un centro assistenza e di valutare la strada da intraprendere considerando il preventivo stilato dai tecnici nonché gli anni di vita ed il generale stato di usura della macchina. In ogni caso, nella migliore delle ipotesi, dovrai rassegnarti a chiedere l’aiuto di un operaio.