Home » Guide » Rasoi usa e getta, di sicurezza, a mano libera, elettrici: quale scegliere?

Rasoi usa e getta, di sicurezza, a mano libera, elettrici: quale scegliere?

I signori uomini lo sanno bene: scegliere un rasoio non è semplice come si potrebbe pensare. A complicare la cosa interviene infatti un vasto assortimento di prodotti, un gran numero di variazioni sul tema. Ma per quale motivo esistono così tante opzioni? Beh, semplicemente perché ciascuna di esse può rivelarsi più o meno adatta ad interagire con un dato tipo di pelle, ad essere utilizzata da persone con diversi gradi di abilità manuale e così via. Vediamo allora di scoprire qualcosa in più sul mondo dei rasoi: siamo sicuri che non tutti possano dirsi tanto esperti quanto credono…

Il rasoio usa e getta: viva la praticità

La tipologia più easy di rasoio? Beh, sicuramente quella usa e getta. Non esiste uomo (e donna, diciamo la verità), che non ne abbia utilizzato uno. Si tratta della variante sul tema meno elaborata e più economica in assoluto e da qui deriva il suo successo e la sua diffusione tra i consumatori. Normalmente il corpo dell’oggetto è realizzato in plastica, mentre le lame sono costruite in acciaio inossidabile. Queste ultime, nonostante la resistenza intrinseca del materiale, restano efficienti per una o al massimo due rasature, poi bisognerà per forza di cose rimpiazzare il vecchio rasoio con un sostituto.

I prodotti più moderni tra quelli appartenenti alla categoria sono ormai progettati per forzare l’utente a radersi utilizzando una precisa angolazione della lama, angolazione che riduce di molto gli impatti traumatici con la pelle e quindi la quantità di tagli e graffi vari sul viso. I rasoi usa e getta di qualità migliore sfruttano delle testine sostituibili. Questo genere di prodotto offre a priori risultati meno approssimativi tanto che è spesso possibile utilizzare tale variante per lavori di precisione, per esempio per definire le basette. Inoltre tale variante di rasoio è un po’ più robusta, più conveniente dal punto di vista economico ed un po’ più ecologica rispetto alla versione basic.

Il rasoio di sicurezza: più protezione ad ogni rasatura

Il rasoio di sicurezza offre una protezione maggiore rispetto a quella garantita dai rasoi usa e getta. In questo caso infatti le lame sporgono appena dalla testina. Il particolare design del prodotto rende altamente improbabile l’eventualità che la lama riesca a penetrare la pelle. Graffi e tagli di una certa entità insomma diventeranno soltanto un lontano ricordo. Questo non significa però che a farne le spese sia la qualità della rasatura, anzi. Pure stavolta sarà possibile effettuare dei tagli di precisione o comunque provvedere alla normale sbarbatura senza grosse difficoltà.

I rasoi di sicurezza possono essere costruiti in plastica o in metallo mentre le lamette sono realizzate in acciaio inossidabile. Queste ultime vanno in genere sostituite con cadenza settimanale ma, dato il costo veramente esiguo di una confezione di lame, l’acquisto di tale tipologia di rasoio non inciderà più di tanto sul bilancio mensile della famiglia. Una curiosità: ad oggi in commercio sono reperibili sei diverse varianti di rasoi di sicurezza. L’appartenenza ad una categoria piuttosto che ad un’altra viene stabilita in relazione alle modalità di montaggio e smontaggio della lama.

Il rasoio a mano libera: l’attrezzo del provetto barbiere

Il rasoio a mano libera è quello che tutti hanno visto utilizzare al loro barbiere di fiducia. Si tratta di un prodotto capace di garantire una rasatura veramente perfetta ( qui trovi i migliori in commercio ), a patto però di dedicare all’operazione bel po’ di tempo e di dare fondo alla propria riserva di pazienza. Questa affilatissima lama dovrebbe essere maneggiata pertanto soltanto dai veri professionisti. Ciò perché il rischio di eliminare i peli, e con essi anche dei lembi di pelle, è davvero molto elevato, almeno in questo caso. Non avere una buona manualità ed usare un rasoio del genere potrebbe essere quindi discretamente pericoloso o produrre qualche danno estetico temporaneo al viso.

Di contro però, in combo con sapone e/o crema, questo prodotto è in grado di agire in profondità ottenendo risultati migliori e facendo sì che la rasatura duri qualche giorno in più rispetto allo standard. Le lame, anche in questo caso, possono essere sostituite all’occorrenza. I prodotti migliori constano comunque di lame fisse da riaffilare nel tempo. Un rasoio a mano libera infine è un oggetto discretamente costoso, ma è per sempre.

Il rasoio elettrico: la modernità che avanza

La soluzione più moderna in assoluto quando si parla di rasatura del viso è senza dubbio rappresentata dal rasoio elettrico. In questa categoria possono rientrare prodotti a testina o a lamina. Entrambe le opzioni sono egualmente valide ed è per questo motivo che in genere si sceglie tra l’una o l’altra soluzione affidandosi a criteri selettivi molto personali.

Il rasoio elettrico, udite udite, non presuppone l’uso di creme né di schiume da barba inoltre è capace di svolgere il suo lavoro presto e bene. Tuttavia bisogna dire che questa variante sul tema mal si adatta all’uso su pelli sensibili in quanto può rivelarsi causa di irritazioni e piccoli fastidi cutanei. Bisogna dire anche che, per definizione, il design di questo prodotto riesce a tagliare il pelo sino ad una certa altezza. Insomma: un rasoio elettrico non permetterà mai, per quanto ben congeniato, di sfoggiare un viso liscio alla perfezione.