Sdraio

La sdraio, soprattutto se si ha la fortuna di avere un bel giardino, una terrazza spaziosa o un balcone sufficientemente capiente, è un oggetto che non dovrebbe mai mancare in casa: grazie ad essa potremmo goderci una fresca serata d’estate o prendere il sole indisturbati lontani dalle spiagge affollate.

Il lettino prendisole d’altro canto, se pensato per essere facilmente trasportato, può tornarci utile anche durante le giornate trascorse al mare e persino quando programmiamo le nostre fughe dalla città alla volta del campeggio.

Ma non è ancora tutto. Una sedia a sdraio può essere utile anche a casa se, malauguratamente, qualcuno non stesse troppo bene e necessitasse di trascorrere molte ore a riposo in tutta comodità spostandosi magari dal letto alla sedia e viceversa.

Al giorno d’oggi, proprio in virtù dell’enorme versatilità di questo oggetto, il mercato ci offre diverse soluzioni affini tra cui scegliere e, forse anche per questo motivo, non sempre acquistare la propria sdraio è semplice come si potrebbe immaginare.

Vediamo allora di offrire a chi legge qualche spunto di riflessione sull’argomento e, perché no, qualche utile suggerimento circa l’acquisto di un nuovo lettino prendisole. Il tutto però sottolineando che non esistono in questo caso prodotti a priori definibili come i migliori in assoluto, ma semplicemente sedie più o meno adatte alle nostre richieste ed alle nostre esigenze.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Scegliere una sedia sdraio: i criteri di valutazione

Partendo dall’assunto appena enunciato, ossia dall’impossibilità di individuare la miglior sdraio in assoluto tra tutte quelle che potremmo trovare in commercio, nelle righe che seguono ci limiteremo ad elencare una serie di caratteristiche che, a prescindere dalla tipologia di sedia che si desidera acquistare, questo tipo di prodotto deve sempre possedere per poter essere ritenuto di buona qualità. Vediamo allora quali peculiarità dovrà imprescindibilmente avere una sedia a sdraio che si rispetti:

Tipologie

Potremmo, per comodità, suddividere tutti i prodotti attualmente in commercio in due grandi categorie, vale a dire le richiudibili e le fisse. Nel primo caso saremo dinnanzi a delle sedie pensate per poter muovere lo schienale ed, almeno in alcuni modelli, anche l’eventuale pedana poggiapiedi presente nel telaio.

Ciò ovviamente consente all’utente di godere del maggior confort possibile, gli permette di sorseggiare una bevanda con gli amici senza assumere una posizione sbagliata o scomoda, di scambiare qualche chiacchiera con un familiare o di cercare di abbronzarci per tutta la lunghezza del corpo, magari sonnecchiando un po’ mentre ci si gode il tepore dei raggi solari.

Questi lettini in poche parole sono pensati per poter stare seduti o sdraiati e, all’occorrenza, per ripiegare il telaio facendo sì che la sedia occupi poco spazio. I lettini fissi invece hanno una reclinabilità praticamente nulla: così come si comprano o si montano rimangono.

Essi sono quindi pensati soprattutto per situazioni in cui non si farà altro che rimanere sdraiati, in tutto relax, a crogiolarsi nel dolce far niente…

Dimensioni

Come puntualmente avviene per ogni oggetto da piazzare in giro per casa o che, a secondo delle varianti scelte, porteremo con noi in macchina o sul camper, anche in questo caso prima di mettere mano al portafogli dovremmo valutare le dimensioni della sedia a sdraio che ci piacerebbe acquistare.

Ovviamente in questo paragrafo non possiamo dare a chi legge chissà quali indicazioni in merito: basterà tenere sempre presente infatti che il lettino deve potersi reclinare agevolmente ogni volta che se ne senta la necessità (preferibilmente sino a raggiungere il massimo grado di piega) e, di contro, deve essere richiudibile in modo da occupare meno spazio possibile quando trasportato di frequente o conservato in casa.

Questo significa che una volta aperta la sdraio non dovrà sbattere su muri e ringhiere e che quindi la misura raggiunta nella fase di massima reclinazione dovrà essere compatibile con la larghezza di stanze e balconi o di qualsiasi altro ambiente in cui si pensa di tenere l’oggetto. Stesso discorso vale per la fase di chiusura: inutile comprare un prodotto ingombrante se si ha a disposizione per il trasporto una piccola utilitaria o se non si hanno spazi sufficienti a riporla dopo l’uso.

Sul mercato comunque esistono anche modelli fissi di sedia a sdraio, ne parlavamo già poco prima. Chiaramente essi avranno una dimensione che non muta in funzione delle esigenze del momento. Queste tipologie di articoli ben si adattano a chi necessiti di lettini da disporre magari a bordo piscina, sotto un patio o comunque in posizioni che verranno stabilmente mantenute nel corso dell’anno.

In questo caso, a maggior ragione, sarà necessario essere sicuri circa le misure degli spazi che si hanno a disposizione: le sdraio richiudibili infatti ci lasciano sempre la possibilità di giocare su un certo margine d’errore, quelle fisse, ovviamente, no.

Telaio

Il telaio di una sedia a sdraio può essere costruito in modo da risultare più o meno ingombrante. Chiaramente optare per una soluzione piuttosto che per un’altra significa decidere a monte di lasciare la sedia in una data posizione oppure di spostarla frequentemente.

Una struttura solida comunque è più adatta a sorreggere utenti dal peso non proprio esiguo o per essere utilizzata per larga parte della giornata (basti pensare alle piscine dei resort e degli alberghi o a chi ha purtroppo la necessità di trascorrere lunghe ore da seduto o da sdraiato).

I telai più leggeri invece possono persino trasformarsi in pratiche valige con tanto di ruote, sono un po’ meno stabili ma comunque adatti ad utilizzi di fortuna e più sporadici. Si consideri comunque che in commercio allo stato attuale delle cose esistono anche delle soluzioni ibride; ancora una volta quindi sta all’utente valutare quali siano le sue reali esigenze in merito e prendere così la decisione più adatta alle circostanze.

Facilità di impiego

Partiamo dal presupposto che, come accennavamo prima, negli anni i lettini prendisole si sono evoluti parecchio e che i progettisti hanno saputo corredarli via via di un numero crescente di funzioni. Tra queste non possiamo non citare la regolabilità dello schienale, regolabilità possibile secondo meccanismi più o meno semplici da attivare.

A seconda del modello il grado di inclinazione raggiungibile può, come abbiamo già detto, essere nullo, contemplare soltanto due o tre livelli di reclinabilità o, nei prodotti meglio strutturati, un numero decisamente superiore.

Un altro aspetto da tenere in considerazione, in maniera particolare se si sceglie di acquistare una serie di sedie sdraio dello stesso modello, è la possibilità di impilarle agevolmente in modo da riporle in garage, nello sgabuzzino o in qualunque altro luogo riparato una volta sopraggiunto l’inverno o in qualunque altro momento se ne abbia la necessità.

Comodità

E’ più che evidente che una buona sedia a sdraio, a prescindere dalla tipologia che si sceglierà di acquistare, dovrà essere essenzialmente comoda. Per questo motivo è sempre consigliabile orientarsi su un prodotto ergonomico, reclinabile e ben imbottito.

Ed a proposito di imbottitura: alcune varianti constano di cuscini alti e soffici, altre invece di semplici teli, alcune proposte di mercato concedono agli utenti la possibilità di aggiungere o levare le imbottiture in dotazione a seconda dei momenti ed altre ancora propongono invece delle soluzioni ibride.

Spetta all’utente valutare ciascuno dei casi qui proposti e scegliere secondo le sue preferenze. Un altro aspetto da considerare è la presenza di accessori che possano rendere la permanenza sul lettino ancora più gradevole: dalla tendina parasole ad un paio di confortevoli braccioli, dal poggiatesta all’irrinunciabile poggiapiedi.

Quest’ultimo può essere fisso, mobile o estraibile. Ciascuna di tali soluzioni presenta dei vantaggi o degli svantaggi in termini di comodità e praticità d’uso. Dato che comunque a questo punto sconfineremmo nel soggettivo, il suggerimento è quello di testare personalmente la sdraio che si intende acquistare.

Alcuni infatti trovano ad esempio scomodo il poggiatesta, altri non saprebbero farne a meno. Stesso discorso vale per i cuscini che alcuni preferiscono morbidi e soffici ed altri più rigidi. Il consiglio tra l’altro è anche quello di provare in negozio a tirar fuori, laddove sia necessario, il poggiapiedi: alcuni sistemi infatti sono più comodi e pratici rispetto ad altri.

Manutenzione

La manutenzione di una sedia a sdraio passa anche dalla frequenza e dalla qualità della pulizia. Non è difficile immaginare che le procedure da adottare in questi casi dovranno essere semplici e veloci, ma molto in tal senso dipenderà anche dai materiali con cui il prodotto è stato costruito. Tra questi sicuramente il più pratico è la plastica.

Il PVC infatti può rimanere tranquillamente all’esterno della casa laddove insomma il pericolo di sporcarsi è sicuramente maggiore. La manutenzione di una sdraio realizzata in legno è invece un pelino più complessa perché richiede periodici trattamenti di rafforzamento contro le intemperie, l’usura o l’eventuale aggressione di tarli. La pulizia del prodotto comunque è anche in questo caso abbastanza agevole.

Sicurezza

Una sedia a sdraio deve ovviamente essere sicura, diversamente l’idea di utilizzarla in totale relax diventerebbe una sorta di utopia. Pensiamo poi anche a chi ha in casa dei bimbi piccoli: il rischio che la sedia si richiuda o che regolandola i bambini possano pestarsi le dita sotto i braccioli o in qualsiasi altra parte del telaio non è di sicuro allettante.

Oggigiorno possiamo comunque tirare in tal senso dei grossi sospiri di sollievo: molte delle poltroncine attualmente in commercio constano infatti di sistemi di sicurezza debitamente collaudati e brevettati e tanti pericoli connessi all’uso di questi prodotti risultano così evitati a priori.

Il suggerimento in tal senso è comunque quello di optare sempre per i meccanismi a scatto in modo da prevenire ogni possibile problema: bimbi movimentati ed adulti distratti ne trarranno sicuro giovamento…

Materiali

Sono parecchi i materiali utilizzati per la realizzazione di una comune sedia a sdraio. Nello scegliere il prodotto che più si adatti alle nostre esigenze però dobbiamo stare attenti a vagliare informazioni quali la stazza delle persone che probabilmente utilizzeranno l’oggetto ed il luogo in cui esso verrà impiegato.

Materiali poco resistenti ed ancor meno performanti potrebbero ovviamente determinare una veloce rottura della sdraio mentre una buona scelta in tal senso ci darebbe la quasi certezza che la nostra sedia possa durare anni ed anni. Una delle materie prime più utilizzate per la realizzazione dei lettini prendisole è sicuramente la plastica, ne parlavamo già poco prima.

Se è vero che il PVC è semplice da pulire ed adatto agli esterni è anche vero che esso non è di sicuro il più comodo tra i materiali opzionabili e che di certo non agevola la traspirazione corporea. Non è raro poi che la sdraio venga costruita utilizzando tessuti sintetici, textilene su tutti.

Tale materiale si distingue dagli altri per la sua resistenza a scuciture e strappi nonché all’azione degli agenti climatici. Inoltre questa stoffa direttamente ricavata dalla lavorazione di fibre plastiche conserva inalterato il suo colore d’origine per molti anni. Chiaramente le sdraio così realizzate constano anche di un telaio in acciaio o in legno capace di fornire a chi si siede tutta la sicurezza, la stabilità ed il confort di cui necessiti.

Molto utilizzato è anche il polyrattan, materiale che offre l’indubbio vantaggio di non essere soggetto a ruggine, mentre per quanto riguarda altri materiali il problema esiste ed è quindi necessario accertarsi prima di concludere l’acquisto che il prodotto sia stato trattato con vernici che eliminino a monte il fastidio.

Un altro materiale utilizzato spesso per la realizzazione delle sdraio è infine l’ecopelle. Attenzione però: scegliendo questo tipo di prodotto sarà necessario praticare una certa manutenzione dello stesso idratandone periodicamente i tessuti.

Le 10 migliori sdraio richiudibili e fisse 2020: opinioni, prezzi, materiali

1
Leisure zone Zero Gravity - Sedia pieghevole, sedia reclinabile, sedia reclinabile da...
68 Recensioni
Leisure zone Zero Gravity - Sedia pieghevole, sedia reclinabile, sedia reclinabile da...
  • Zero sedia gravità Dimensioni (circa) non piegato: L 151 * W 53 * H 86 cm (59.4 * 20.9 * 33.9 pollici). Capienza di peso fino a 100 kg.
  • Lettini può essere reclinato tra 30 gradi e 90 gradi
  • struttura d'acciaio rivestita leggera polvere, cuscino poggiatesta regolabile. tessuto di Oxford di qualità artigianale per una facile pulizia
  • Semplice da riporre con telaio in acciaio inox regolabili
  • Trasporto veloce dal magazzino sede nel Regno Unito
3
BAKAJI Sedia gravità Zero Sdraio da Giardino Poltrona Relax Pieghevole Salvaspazio...
23 Recensioni
BAKAJI Sedia gravità Zero Sdraio da Giardino Poltrona Relax Pieghevole Salvaspazio...
  • Questa lussuosa Sedia è ideale per il Giardino, Patio o Terrazzo oltre che la piscina.
  • Grazie allo schienale regolabile troverai sempre la giusta posizione, sia per leggere, prendere il sole o rilassarsi
  • Il pregiato rivestimento Oxford 600D con imbottitura della testa è fissato alla robusta struttura tubolare in acciaio tramite una fascia...
  • La struttura in tubolare di acciaio con rivestimento in polvere risulta essere solida, oltre al fascino dal look moderno martellato, rende la...
  • I comodi braccioli possono essere bloccati e i piedini in plastica proteggono la struttura dal suolo.
4
Stiliac 7401 Sdraio Dondolino, Grigio Chiaro, Diametro 25 cm
143 Recensioni
Stiliac 7401 Sdraio Dondolino, Grigio Chiaro, Diametro 25 cm
  • Dondolino oscillante Swing pieghevole.
  • Telaio in alluminio.
  • Copertura in textilene sostituibile.
  • Portata 120 kg.
  • Prodotto Made in Italy.
5
SoBuy 2 X Sdraio da Giardino Poltrone a Dondolo con poggiatesta e taschina Nero...
8 Recensioni
SoBuy 2 X Sdraio da Giardino Poltrone a Dondolo con poggiatesta e taschina Nero...
  • La fornitura comprende 2 sdraio da giardino in nero
  • Materiale: Struttura in verniciato a polvere ferro,rivestimento in tessuto di teslin
  • Capacità del supporto: 145 kg,Peso: 12 kg
  • Con taschina portaoggetti per mettere i tuoi libri, riviste, vetri e così via
  • Montaggio semplice,Viti e tasselli inclusi
6
Q.bo Lettino stabilimento pieghevole mare spiaggia leggero 190x61cm blu Rimini T...
100 Recensioni
Q.bo Lettino stabilimento pieghevole mare spiaggia leggero 190x61cm blu Rimini T...
  • Lettino Rimini Schienale regolabile in due posizioni con cordicella
  • Disponibile nei Colori Tortora e Blu
  • Tettuccio Regolabile
  • Struttura in sezioni tubolari da 43x42x1.1mm/40x23x1.2mm
  • Bulloneria e viti in acciaio inox
7
Xone Poltrona Sdraio reclinabile Pieghevole Paradise con Tubolare Rinforzato (25mm) -...
161 Recensioni
Xone Poltrona Sdraio reclinabile Pieghevole Paradise con Tubolare Rinforzato (25mm) -...
  • GUARDA IL VIDEO DEL FORNITORE :

    https://www.youtube.com/watch?v=UtsI5jcjwaI
    La Paradise è una comoda chaise longue...
  • La spalliera è ad inclinazione variabile per distendersi all'insegna del massimo relax, e si richiude in senso opposto per...
  • Il poggiapiedi rivettato e il cuscino poggiatesta permettono al corpo di assumere una posizione corretta ed...
  • L’obiettivo di massima robustezza è reso attraverso l’uso di un tubolare più spesso (25 mm) e dei maxi braccioli, i quali presentano un...
  • La poltrona Paradise unifica il massimo comfort ad un design piacevole e discreto. L’aspetto moderno ed essenziale è infatti...
8
Bica 9067.4 Set Nebraska Salottino 4 Posti, Antracite, 281 x 155 x 79 cm
426 Recensioni
Bica 9067.4 Set Nebraska Salottino 4 Posti, Antracite, 281 x 155 x 79 cm
  • Salottino lounge da giardino in polipropilene
  • Dimensioni(in imballaggio): 119x74x57 cm
  • Colore: antracite
9
Deuba Sdraio a Dondolo Legno di Acacia con Certificato FSC Lettino Prendisole Sauna...
19 Recensioni
Deuba Sdraio a Dondolo Legno di Acacia con Certificato FSC Lettino Prendisole Sauna...
  • Design: il nostro lettino prendisole a dondolo con certificato FSC è realizzato con legno di acacia resistente agli agenti atmosferici, ti...
  • Rilassati: Questo robusto lettino in legno d'acacia si caratterizza per la sua forma ergonomica e la sua unica funzione oscillante. Il lettino...
  • Montaggio semplice: Forniamo il lettino con le stecche già pre-montate su nastri, così l’assemblaggio diventa più facile
  • Qualità: Il legno di acacia è un legno duro che si caratterizza per la sua longevità e resistenza agli agenti atmosferici
  • Nota: L'acacia è un materiale naturale ed è quindi soggetta a cambiamenti tipici causati da influenze esterne come aria, umidità e...