Home » Giardino » Troncarami

Troncarami

Il troncarami serve, non è difficile intuirlo, a domare i rami ribelli del proprio giardino. Poco importa che essi appartengano agli alberi, a cespugli particolarmente cresciuti o a piante in genere: non ci sono limiti per questo attrezzo! Qualcuno potrebbe obiettare che allo scopo ha già comprato delle ottime cesoie.

Sì, dovremmo ammettere noi, la funzione è pressoché la stessa. Il troncarami però, aggiungiamo subito, può raggiungere altezze ben più elevate in tutta sicurezza, ha una potenza di taglio decisamente superiore e, in sostanza, consente di ottenere dei risultati migliori, quasi professionali oseremmo dire, in tempi più brevi rispetto a quelli necessari per operare con le cesoie. A voi la scelta…

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Perché comprare un troncarami?

Potare gli alberi e le siepi, magari godendo dei primi tepori primaverili, per alcuni è rilassante, per altri però è una noia inenarrabile. Eppure questa attività è a dir poco necessaria: non soltanto per evitare che il proprio giardino assuma pian piano un aspetto sinistro e spettrale, ma anche per scongiurare il pericolo che le piante diventino poco produttive o addirittura poco sane.

La potatura è infatti una pratica necessaria dato che, se ben eseguita, permette di far crescere la pianta rigogliosa, forte e carica di fiori o frutti. Perché tutto vada per il verso giusto però è necessario che i tagli sui rami avvengano in maniera netta e decisa.

Il troncarami è allo scopo l’attrezzo sicuramente più utile dato che cesoie ed affini non sempre possono garantire tali prestazioni. In sostanza quindi acquistare l’oggetto in esame significa semplificarsi la vita e dare alle piante migliori opportunità di crescita e proliferazione. Perché desistere?

Identikit del perfetto troncarami

Detto ciò, forse qualcuno avrà riposto le sue cesoie e si starà organizzando per acquistare il suo nuovo troncarami, magari senza considerare che al giorno d’oggi comperare questo oggetto non è esattamente un’operazione semplicissima.

Innanzitutto bisogna infatti tenere conto del fatto che in commercio esistono svariati modelli tra cui scegliere differenti per design, costo, funzionalità e chi più ne ha più ne metta. In secondo luogo è necessario porre l’accento sul fatto che il troncarami non è un oggetto di uso comune e quindi non tutti hanno le competenze necessarie per individuare il migliore tra quelli esposti sugli scaffali.

Abbiamo pensato perciò di fornire a chi legge qualche linea guida che possa agevolare la selezione del prodotto ideale. Ecco quindi a cosa bisogna prestare particolare attenzione una volta giunti in negozio (o entrati sul proprio portale e-commerce preferito):

Blocco lame

Il blocco lame è la parte più importante di tutto il troncarami. Proprio alle lame si devono infatti le principali differenze utili a distinguere quest’oggetto da una normale cesoia. Per tale motivo diventa importante esaminarle con attenzione e compiere con criterio la propria scelta.

Iniziamo col dire che un osservatore attento noterà sin da subito che le lame possono avere dei design dissimili. Nel caso in cui il blocco lame abbia un po’ la forma di un’incudine oppure si componga di una parte fissa e di una parte mobile oppure ancora si chiuda a battente, l’attrezzo ben si adatterà soprattutto alla cura dei rami secchi.

Servono invece delle lame ad uncino, quindi molto arcuate, e dotate della massima mobilità per lavorare sui rami freschi operando mediante tagli più graduali. Qualsiasi sia la forma del blocco lame però esso dovrà essere lavorato in maniera tale che le foglie, i trucioli e qualunque altro corpo estraneo non resti attaccato alla parte impedendo di eseguire dei tagli netti e decisi e rallentando notevolmente il lavoro del giardiniere di turno.

Ampiezza del taglio

Un conto è tagliare il ramo di un albero ed un conto è potare una siepe. Per questo motivo, anche in relazione alle proprie esigenze personali, sarà bene valutare prima dell’acquisto il diametro di taglio raggiungibile dal nostro troncarami. Tale indicazione sarà facilmente reperibile sull’imballaggio o, tuttalpiù, scambiando quattro chiacchiere con il rivenditore.

Un diametro di taglio pari, ad esempio, a 5/6 centimetri ci permetterà di agire su dei rami che raggiungano per l’appunto questo diametro. Sulle confezioni comunque viene spesso riportato il diametro massimo relativo sia ai rami vivi che ai rami secchi. Normalmente i valori maggiori saranno da attribuire al caso dei rami freschi.

Ingranaggi

Non tutti i troncarami hanno degli ingranaggi, ma nel caso in cui stiate ponderando l’idea di comprare una variante a cricchetto, allora dovrete soffermarvi anche su tale aspetto della questione.

Questo genere di apparecchio opera tagliando a più riprese e ben si adatta ad alberi o piante poco raggiungibili, a rami che crescono in posizioni un po’ scomode o stravaganti oppure ancora a parti molto dure.

Gli ingranaggi dovranno ovviamente avere un movimento molto fluido e ben controllabile. Qualora ce ne sia la possibilità si suggerisce di sperimentare sul posto la generale manovrabilità dell’oggetto.

Bracci

Troncarami constano anche di due bracci. La loro lunghezza è variabile (va generalmente dai 60 ai 90 centimetri) e consente di operare senza arrampicarsi sulla scala e quindi in una condizione di maggiore sicurezza.

Questo meccanismo permette anche di tagliare i rami posti più in basso senza per questo doversi piegare, cosa che sicuramente non può che essere apprezzata. In commercio esistono anche dei prodotti dotati di bracci telescopici, vale a dire regolabili.

In questo caso la lunghezza massima raggiungibile sarà pari ad un metro. Si sceglierà ovviamente la lunghezza dei bracci in funzione delle proprie necessità, tenendo però conto del fatto che tale parametro influisce notevolmente anche sulla potenza e sul grado di nitidezza del taglio.

Materiale

Non è che ci siano poi molti materiali da poter utilizzare per costruire un buon troncarami. Inevitabilmente per quanto riguarda le lame la scelta ricadrà sull’acciaio inox o, nel caso dei top di gamma, su una lega di acciaio e carbonio.

In entrambi i casi comunque l’importante è che il materiale sia stato trattato per risultare antiaderente, ben tagliente, capace di mantenere a lungo l’affilatura ed ovviamente refrattario alla formazione di ruggine. I bracci invece potranno essere ottenuti dalla lavorazione dell’acciaio o dell’alluminio.

C’è da dire che in quest’ultimo caso il prodotto risulterà sicuramente più leggero e quindi più adatto a lavori che richiedano parecchio tempo per esser portati a compimento. I manici ovviamente dovranno, almeno nella loro parte più bassa, essere rivestiti da inserti antiscivolo ed ergonomici che, a seconda dei casi, saranno realizzati in gomma, in PVC o in sughero.

Facilità di impiego

Inutile dire che il troncarami è un oggetto potenzialmente molto pericoloso. A tal proposito si suggerisce di non lasciarlo mai in giro incustodito, soprattutto se in giardino scorazzano liberi animali domestici o bimbi un po’ troppo curiosi.

Ma questo oggetto può rappresentare un pericolo anche se utilizzato con cautela dagli adulti. Per ridurre quindi le situazioni di rischio è bene non soltanto scegliere prodotti di qualità e muniti di impugnatura antiscivolo, ma anche rapportare la lunghezza dell’attrezzo alla nostra altezza.

Se insomma non possiamo definirci dei colossi, meglio non acquistare dei prodotti troppo voluminosi: diventerebbero poco maneggevoli, il nostro lavoro non risulterebbe di certo facilitato dal loro impiego e, perdipiù, potremmo incappare in qualche sgradito incidente.

Si tenga conto del fatto peraltro che la lunghezza dell’attrezzo dovrà essere calcolata anche tentando di eludere la necessità di salire sulla scala per potare le parti più alte degli alberi. Soprattutto se non si è pratici o non si è atletici al punto giusto si rischierebbe parecchio.

Attenzione anche a verificare che l’attrezzo sia stato concepito per un taglio ambidestro, soprattutto nel caso in cui siate mancini.

Migliori troncarami per potatura con manico fisso e telescopico 2021: Fiskars, Sirveline, Gruntek..

1
GRÜNTEK Cesoie Troncarami Potatura Professionale...
333 Recensioni
GRÜNTEK Cesoie Troncarami Potatura Professionale...
  • ➤ CESOIA GRANDE E POTENTE....
  • ➤ DOPPIA GHIERA Regolabile....
  • ➤ LAMA SOSTITUIBILE IN...
2
GRÜNTEK Cesoie Troncarami da Potatura...
562 Recensioni
GRÜNTEK Cesoie Troncarami da Potatura...
  • CESOIA COMPATTA E POTENTE ➤...
  • DEMOLTIPLICATORE DI FORZA ➤...
  • TAGLIO A INCUDINE ➤ Lama...
3
AIRAJ Troncarami Telescopico 70-103CM,Forbice a...
  • 🌲【Lama SK-5 Affilata】...
  • 🌲【Manico...
  • 🌲【Alluminio Leggero e...

i-migliori-prodotti-in-vendita-online-prezzi-e-opinioni