Troncatrici per legno e metallo

La troncatrice per legno e metallo è un attrezzo utile in tutti i cantieri ed un po’ in tutte le case in cui ci sia un vero appassionato di bricolage. Grazie ad essa è infatti possibile tagliare, senza alcuna difficoltà, tanto i materiali a media consistenza (legno, lamine e plastiche) quanto quelli più massicci (metalli duri in genere) realizzando piccoli e grandi lavori nell’ambito dell’edilizia, dell’artigianato e del faidate.

Si tratta insomma di un oggetto che, in relazione anche alla sua fattura ed alle sue caratteristiche tecniche, può diventare estremamente versatile e per questo indispensabile su più fronti. Ma cosa c’è da sapere su questo marchingegno? Come si fa a scegliere un prodotto di buona qualità? Risponderemo a queste domande nel corso delle prossime righe.

opinioni classifica e prezzo migliori modelli in vendita online

Come funziona una troncatrice per legno e metallo?

Il funzionamento di una troncatrice per legno e metallo non è poi così complesso: l’apparecchio consta infatti di un potente motore che, all’occorrenza, aziona i vari dischi diamantati o le lame che l’utente si sarà precedentemente preoccupato di montare sul corpo macchina (egli avrà scelto tra gli uni e le altre tenendo conto del lavoro da portare a termine e delle caratteristiche dei materiali da modellare).

Una volta che questi accessori intercambiabili saranno entrati in contatto con tubi, tavole di legno, plastiche e quant’altro, inizieranno a roteare tagliando e rifinendo a dovere la superficie di lavoro. Più semplice di così!

Migliori troncatrici per legno e metallo 2019

1
Einhell 4300825 Troncatrice Radiale, 2350 W
182 Recensioni
Einhell 4300825 Troncatrice Radiale, 2350 W
  • Troncatrice radiale TC-SM 2534 Dual (2350 W, Lama Ø 250)
  • Potenza nominale: 2.350 W S6 25% - 2.100 W S1
  • Numero di giri: 4.000/min
  • Lama: Ø 250 x Ø 30 mm/48 Z
  • Larghezza taglio max: 340 mm
  • Testa inclinabile sia a destra che a sinistra da 0° fino a +45°
2
Troncatrice Radiale 1500W Lama Ø 210 TACKLIFE Sega a Trazione con Laser, 4500RPM,...
29 Recensioni
Troncatrice Radiale 1500W Lama Ø 210 TACKLIFE Sega a Trazione con Laser, 4500RPM,...
  • EFFICACE & MULTIFUNZIONI: Motore da 1500W, Velocità a 4500RPM, prestazione potente, lama a Ø 210 x 30mm x 24T, facile da trovare per ricambio,...
  • TAGLIO PRECISO IN DIVERSI ANGOLI: Si può regolare l'inclinazione di testa a sinistra 0°- 45°, e il piano di taglio in senso orario e...
  • DISEGNO SMART: Viene fornito un bocchettone di aspirazione per il collegamento di un aspiratore (consigliato TACKLIFE Aspiratore solidi-liquidi a...
  • ACCESSORI RICCHI & PROTEZIONE DI SICUREZZA : In dodato di 2 chiavi esagonli per cambiare la lama. Disegno dell'interruttore e il coperchio...
  • CONTENUTO DELLA CONFEZIONE: 1x Tacklife PMS01X Troncatrice, 2x Chiavi esagonali, 1x Sacchetto da raccogliere polvere, 1x lama a 210mm x 30mm x 24...
3
Einhell TC-SM 2131 Troncatrice Radiale, Rosso, 1800 W
280 Recensioni
Einhell TC-SM 2131 Troncatrice Radiale, Rosso, 1800 W
  • Troncatrice radiale TC-SM 2131 Dual (1800 W, Lama Ø 210)
  • Potenza nominale: 1.800 W S2 5 min - 1.500 W S1
  • Numero di giri: 5.000 / min
  • Lama : Ø 210 x Ø 30 mm/48 Z
  • Larghezza taglio max: 310 mm
4
Bosch Professional 0601B19100 GCM 8 SJL Troncatrice Radiale, 1400 W, 220 V, Blu
53 Recensioni
Bosch Professional 0601B19100 GCM 8 SJL Troncatrice Radiale, 1400 W, 220 V, Blu
  • Gestione della polvere migliorata per lavorare in un ambiente salubre e pulito
  • Capacità di taglio orizzontale 312 mm, per un'ampia gamma di applicazioni
  • Peso ridotto di 17 kg per la massima mobilità
  • Laser integrato per tagli precisi
  • Scarichi laterali per il materiale integrati
5
Einhell 4503135 TC-MC 355 Troncatrice per Metallo, 2300 W, 4000 RPM,...
15 Recensioni
Einhell 4503135 TC-MC 355 Troncatrice per Metallo, 2300 W, 4000 RPM,...
  • Blocco della lama per cambio sicuro della lamierina
  • Avvio morbido per proteggere la meccanica contro la coppia elevata
  • Altezza regolabile per l'impostazione dell'altezza di taglio
  • Meccanismo di bloccaggio con serratura rapida
  • Porta utensile per la chiave esagonale in dotazione
6
Femi TR077 Troncatrice, Giallo
13 Recensioni
Femi TR077 Troncatrice, Giallo
  • Troncatrice legno con disco diam. 210 foro 30 motore 1200 watt silenzionso con trasmissione a cinghia monofase 6400 giri al minuto impugnatura...
  • Capacità di taglio: 0° 120x51mm 45° 62x48mm dx sx 45° testa inclinata 120x40mm max taglio piano superiore da 0 a 34 mm
7
Einhell 4300295 Troncatrice TC-Ms 2112, 1400 W, Rosso
308 Recensioni
Einhell 4300295 Troncatrice TC-Ms 2112, 1400 W, Rosso
  • Troncatrice TC-MS 2112 (1400 W, lama Ø 210 mm)
  • Potenza: 1.400 W S1; 1.600 W S6 40%
  • Numero di giri: 5.000/min
  • Lama: Ø 210 x Ø 30 mm/48 Z
  • Larghezza taglio fino max: 120 mm
8
Troncatrice per legno SILVER G.250E Evolution 1.600 watt, Lama con dentatura...
3 Recensioni
Troncatrice per legno SILVER G.250E Evolution 1.600 watt, Lama con dentatura...
  • Capacità di taglio mm.150 x 70 h
  • Ampio piano di lavoro cm.40 x 30.
  • Bloccaggio automatico dell'angolo di taglio con apposito pulsante.
  • Morsa verticale. Bloccaggio piano superiore su 3 punti, estremamente rigido. Squadrette inferiori scorrevoli per taglio 90° - 45° in sicurezza.
  • Goniometro scorrevole per tagli angolati piano superiore. Squadretta piano superiore per tagli paralleli con lente lettura e bloccaggio rapido.
9
Bosch Home and Garden 0603B10000 Troncatrice, 1200 W, 230 V, Taglio 60x120 mm
26 Recensioni
Bosch Home and Garden 0603B10000 Troncatrice, 1200 W, 230 V, Taglio 60x120 mm
  • Troncatrice da 1.200 Watt
  • Ø della lama 216 mm, Ø del foro 30 mm, 4.800 giri/minuti
  • Profondità di taglio 60x120 mm e 60x85 mm a 45°
  • Raggio laser disinseribile, predisposizione per tubo soffiatrucioli da 35 mm
  • In dotazione: morsetto di serraggio, chiave esagonale, sacchetto raccogli polvere/trucioli
10
Einhell 4300345 Troncatrice con Piano Superiore TC-Ms 2513 T, Ø 250 X Ø 30 X 2,8...
33 Recensioni
Einhell 4300345 Troncatrice con Piano Superiore TC-Ms 2513 T, Ø 250 X Ø 30 X 2,8...
  • Troncatrice con piano superiore TC-MS 2513 T (1800 W, Ø 250 x Ø 30 x 2,8 mm / 36 Z)
  • Potenza: 1.800 W
  • Numero di giri: 4.500 / min
  • Lama: Ø 250 x Ø 30 x 2.8 mm/36 Z
  • Larghezza taglio max: 130 mm
11
Stanley FMCS701M1-QW Troncatrice
1 Recensioni
Stanley FMCS701M1-QW Troncatrice
  • Ottima capacità di taglio (216 x 50 mm a 90°)
  • Facile trasportabilità 10 kg
  • Ottima autonomia di utilizzo (fino a 500 tagli di profili)
  • Precisione nel taglio grazie al ottimo sistema lineshadow
  • Taglio a troncare (0°), obliquo (45° dx-sx), inclinato (0° obliquo) e combinato (0° sx obliquo)
12
Einhell 4300317 Troncatrice con Piano Superiore, Lama HM, 1200 W
100 Recensioni
Einhell 4300317 Troncatrice con Piano Superiore, Lama HM, 1200 W
  • Troncatrice con piano superiore TC-MS 2112 T (1200 W, Ø 210 x Ø 30 mm / 24 Z)
  • Potenza: 1.200 W
  • Numero di giri: 4.500 / min
  • Larghezza taglio max fino: 120 mm
13
Troncatrice 'Tr-076' Per Legno. Struttura In Alluminio Pressofuso. Piano Lavoro...
7 Recensioni
Troncatrice 'Tr-076' Per Legno. Struttura In Alluminio Pressofuso. Piano Lavoro...
  • Troncatrice Femi con piano superiore. Motore 1200 W. Con lama da 210 mm. Base in alluminio pressofuso. Manopola per inclinare il pianale.
15
FERM Troncatrice Radiale 1900W - 255 mm - laser - con TCT T60 lama e sacco polvere |...
1 Recensioni
FERM Troncatrice Radiale 1900W - 255 mm - laser - con TCT T60 lama e sacco polvere |...
  • Il laser accurata garantisce risultati di taglio precisi
  • Angolo di taglio facilmente regolabile per un taglio obliquo perfetto sotto ogni angolo
  • Funzione di bloccaggio del mandrino per facilitare il cambio della lama
  • Sacchetto di raccolta polvere e connessione aspirapolvere per un ambiente pulito e sano
  • Capacità di taglio mass; ad 45°: 40 x 210 mm

Troncatrice: impariamo a sceglierla

Detto ciò, non ci resta che cercare di capire quali possano essere le caratteristiche che una troncatrice per legno e metallo debba necessariamente possedere per poter essere definita merce di buona fattura e per soddisfare a pieno le richieste degli utenti. Vediamole allora nel dettaglio, tenendo comunque sempre presente che le prestazioni richieste ad un oggetto da bricolage non potranno mai essere le medesime garantite da un attrezzo professionale da usare in cantiere:

Tipologie

Come accennavamo poco prima le troncatrici non sono tutte uguali ed altro è scegliere un prodotto che ci aiuti a realizzare qualche lavoretto in ambiente domestico, altro è scegliere un attrezzo utile a confezionare delle produzioni artigianali ed altro ancora è comprare qualcosa che possa essere portato con sé anche in cantiere. Distinguiamo quindi, sulla base di questi criteri, le troncatrici per hobby dalle troncatrici ad uso professionale.

Ma non basta. Sul mercato esistono tra l’altro anche delle troncatrici base, delle troncatrici composte e delle troncatrici scorrevoli. Nel primo caso ci troveremo dinnanzi ad un prodotto in grado di tagliare di netto delle superfici, ma sostanzialmente incapace di smussarle. Maneggiando una troncatrice composta invece potremo eseguire dei tagli inclinati, dei tagli conici e delle smussature del tipo single bevel o dual bevel.

Le troncatrici scorrevoli infine consentono di lavorare anche su aree larghe e considerevolmente spesse e di eseguire su queste superfici diversi tipi di tagli. Chiaramente quest’ultima tipologia di attrezzo rientra a pieno titolo nella categoria dei prodotti di fascia alta e, come tale, ha ovviamente un costo decisamente più elevato rispetto a quello di altre varietà di troncatrici.

Materiali trattabili

Non tutte le troncatrici possono tagliare qualsiasi tipo di materiale capiti a tiro dei loro proprietari. Anche in questo caso quindi le prestazioni richieste e le pretese dei suddetti possono essere molto diverse e variare in relazione al tipo di oggetto che si decide di acquistare. In commercio esistono infatti dei prodotti pensati solo ed esclusivamente per lavorare il legno.

Essi possono effettuare dei tagli regolabili; è il caso delle troncatrici radiali, o esclusivamente perpendicolari. A proposito di troncatrici radiali è forse il caso di aprire qui una piccola parentesi. Esse vengono in genere molto apprezzate dagli artigiani che spesso si trovano nella necessità di lavorare alternativamente diversi materiali. La lama multiuso di cui questi marchingegni sono dotati fa proprio al caso loro e consente all’utente di turno di agire tanto sul legno quanto sul ferro o sull’alluminio.

Insomma: le troncatrici radiali rappresentano un pratico due in uno che sicuramente accelera, e non di poco, i tempi di lavorazione di un manufatto. Appartengono infine alla categoria delle macchine da legno anche le troncatrici da banco. Alcuni prodotti invece vengono immessi sul mercato per venire incontro alle esigenze di chi lavora il ferro. Si tratta delle cosiddette troncatrici a disco che, opportunamente lubrificate, possono meglio permettere di eseguire dei tagli sui metalli duri.

Rientrano in questo gruppo anche le troncatrici a secco che, pur effettuando dei tagli molto netti, riescono a differenza di molti altri articoli a lavorare senza produrre pericolose scintille. Inoltre bisogna includere nel novero anche le troncatrici per calcestruzzo, adatte solo ed esclusivamente alle mani dei professionisti impegnati nelle lavorazioni edili.

Infine si tenga sempre presente che in commercio esistono anche delle troncatrici con piano superiore in cui è possibile rintracciare tutte le funzionalità dell’oggetto qui in esame e quelle appartenenti invece alle normali seghe da banco.

Testa

Il modo in cui la testa di una troncatrice riesce a muoversi è ovviamente determinante per poter stabilire a priori quali possano essere gli ambiti di utilizzo del prodotto che ci si accinge ad acquistare. Alcuni articoli sono pensati per mantenere sempre lo stesso allineamento ed eseguire quindi dei perfetti tagli perpendicolari che dall’alto arrivino al basso.

Le troncatrici fisse, quelle appena descritte, sono ovviamente molto diverse da quelle ad angolo regolabile, capace cioè di ruotare sino a descrivere un angolo di 45° orientandosi a destra o a sinistra di un asse più o meno immaginario. Ci sono poi le troncatrici a testa inclinabile che lavorano esclusivamente su assi verticali, e le su citate troncatrici radiali che praticamente riescono a compiere, previa opportuna regolazione da parte dell’utente, tutti i movimenti possibili ed immaginabili.

Chiaramente una testina molto versatile, una radiale per intenderci, corrisponderà in parecchi casi ad un prodotto più costoso e complesso da manovrare. Chi insomma non sia ancora molto pratico farebbe forse meglio ad orientarsi a priori su un oggetto un po’ più basic…

Peso

Il peso, soprattutto quando si acquista un oggetto di questo tipo, è un elemento molto importante da tenere in considerazione. Da esso infatti deriva la maneggevolezza e la trasportabilità del dispositivo. E’ chiaro che in questo caso non è possibile dire a priori quale sia il peso più indicato per una troncatrice per legno e metallo: molto dipende anche dalla corporatura dell’utente e dalla sua forza fisica.

Possiamo quindi affermare al massimo che un prodotto bene o male utilizzabile con un’unica mano peserà dai 9 ai 17 chili, mentre quando acquistiamo una troncatrice il cui peso superi i 22 chili, ed in commercio ce ne sono parecchie, scegliamo di comprare qualcosa di sicuramente meno pratico da maneggiare.

Trasportabilità

Come abbiamo visto quella della trasportabilità è una caratteristica in qualche modo legata al peso dell’oggetto, ma non solo. Esistono infatti dei prodotti nati per poter essere trasportati da un posto all’altro del cantiere o della propria casa ed altri, rigorosamente da banco, destinati ad una sostanziale fissità.

Ovviamente anche in questo caso non possiamo affermare che una soluzione sia in assoluto migliore dell’altra: per dei lavori in loco in spazi mediamente ristretti è chiaro che sarà meglio scegliere una troncatrice per legno e metallo in versione portatile, preferibilmente alimentata a corrente elettrica.

I modelli professionali da banco invece meglio rispondono alle esigenze di chi lavora all’aria aperta o in ampi locali. Alcune varianti di questi modelli comunque possono essere, anche se a fatica, trasportate da un posto all’altro avvalendosi di chiusure di sicurezza e di maniglie studiate ad hoc

Alimentazione

Su questa voce non c’è molto da dire. In genere le troncatrici trifase funzionano grazie alla corrente elettrica, ma tante altre varianti, soprattutto utili nel settore edile, necessitano di una particolare miscela in quanto dotate di motore. E’ ovvio che per un lavoro hobbystico-artigianale sarà meglio orientarsi su prodotti alimentati elettricamente.

Watt

Prima di mettere mano al portafogli è bene valutare anche la potenza della troncatrice. Questo parametro influenza ovviamente la qualità del lavoro, la facilità di taglio ed i consumi. In genere i prodotti migliori constano di 1600/1800 W di potenza, pari a circa 10/15 amp.

Questi valori ben si prestano a portare a compimento diverse lavorazioni. Alcuni utensili però, pur avendo wattaggi decisamente inferiori, possono assolvere perfettamente alle loro funzioni. In commercio chiaramente esistono anche prodotti che superano, e di molto, i 1800 W di cui sopra e che sono ovviamente destinati ad un target di professionisti.

Numero di giri al minuto

Un parametro che molto ha a che vedere con la potenza è il numero di giri al minuto che il meccanismo riesce a compiere. Maggiore esso sarà e migliore diremo la fluidità del taglio.

Trasmissione

I motori delle troncatrici per legno e metallo ad oggi in commercio possono funzionare per trasmissione diretta o per trasmissione indiretta mediante cinghia. Il suggerimento è di orientarsi sempre sulla prima opzione in quanto efficace e meno soggetta a danni rispetto alla seconda.

Qualità del taglio

All’atto del taglio la troncatrice deve, per sua stessa definizione, garantire all’utente il massimo della precisione. I modelli di qualità più elevata constano per questo anche di un’utilissima guida laser incorporata attiva su una o due linee.

Un altro espediente a tal proposito molto apprezzato è la luce led che consente ai consumatori, esperti o meno che siano, di effettuare dei buoni tagli persino durante le ore serali o in ambienti particolarmente bui. Alcune varianti infine sono corredate anche da braccio guida, altro utensile particolarmente amato da chiunque voglia realizzare tagli perfetti con il minimo sforzo.

Tipo di lama

Anche la lama è ovviamente importantissima per definire la qualità di questo genere di prodotto. Il numero dei denti di cui essa si compone dà un’indicazione di massima sul tipo di materiali trattabili con un dato modello di troncatrice. Passando dal legno grezzo per il laminato e giungendo sino ai metalli, il numero di denti richiesto sarà sempre crescente.

Le lame che normalmente vengono fornite a corredo dell’attrezzo servono per effettuare dei tagli molto grezzi e dovranno essere sostituite con oggetti di qualità più elevata per poter essere sicuri di effettuare delle lavorazioni di qualità. Il diametro della lama infine ha spessore variabile tra i 20 ed i 35 centimetri. Maggiore sarà la sua misura e migliore sarà il lavoro eseguito sui materiali più spessi.

Funzioni

Un certo numero di funzioni concentrate nello stesso attrezzo rappresentano una garanzia di versatilità, praticità e risparmio dato che, a prescindere dal costo dell’utensile, non sarà necessario acquistarne altri per ottenere dei risultati completi.

Tra le funzioni che non dovrebbero mancare quando si compra una troncatrice non possiamo non elencare la possibilità di inclinarne la testa, di inserire estensioni e supporti laterali, di utilizzare un piano girevole e di sfruttarne l’azione aspirante.

Quando la troncatrice dovrà lavorare anche sui metalli sarà bene che possieda funzioni adatte ad eseguire tagli obliqui a secco ed a ridurre le sbavature, prolunghe laterali, nonché la capacità di inclinazione dell’angolo e di eliminazione delle scintille prodotte in fase di lavorazione.

Lavorare in sicurezza

Ovvio che uno strumento potenzialmente pericoloso come una troncatrice deve, per essere ritenuto di buona qualità, essere dotato di alcuni optional di sicurezza. In particolare si raccomanda di verificare che lo strumento che ci si accinge ad acquistare sia corredato da freni elettrici nonché di un blocco dell’albero. Si potranno in questo modo evitare spiacevoli incidenti durante l’utilizzo dell’attrezzo ed il cambio delle lame.

Utile a garantire certi standard di sicurezza è anche la presenza di una impugnatura che sia ergonomica ed antiscivolo. I prodotti migliori constano anche di un avviamento dolce che possa limitare i danni nel caso in cui il sistema venisse azionato a sproposito o distrattamente.

L’utente poi farebbe bene ad equipaggiarsi di adeguato abbigliamento da lavoro, di mascherine e morsetti. In ultimo si raccomanda di verificare che la base di appoggio del sistema sia solida e di proporzioni adeguate e che possa essere fissata al meglio al piano di lavoro.

Facile da usare

Una buona troncatrice, anche se destinata ad un target di professionisti, non deve essere complicata da utilizzare. Questo significa che il sistema deve sempre essere dotato di indicatori graduati che consentano di meglio governarsi durante le operazioni di taglio, di dispositivi di regolazione collocati in posizioni strategiche e da morsetti.

Optional

Molti sono gli accessori che potremmo trovare inclusi nel package di una troncatrice. Tra i più utili citiamo qui le lame con inserti Widia, le chiavi di corredo, tutto l’occorrente per eventuali cambi lama (lame comprese), fermi, sacchi per raccogliere le polveri prodotte ed una valigetta per riporre ordinatamente tutti gli oggetti sin qui elencati (oltre che la troncatrice).